post commenti
  • Cari Sindaci e Consiglieri vi scrivo

    Gent.mi sig. Sindaco e Consiglieri comunali

    Non so se è prassi che un privato cittadino possa richiamare la vostra cortese attenzione relativamente ad un grave problema che interessa la nostra valle. Sono un medico otorinolaringoiatra che vive e svolge il proprio lavoro a Borgo Val di Taro ed esprimo la mia preoccupazione per il manifestarsi, nel nostro territorio, di patologie a carico delle prime vie respiratorie, della cute e delle congiuntive.

    Personalmente registro nella mia attività quotidiana, alcuni disturbi che tendono a ripetersi con lo stesso quadro: riniti crostose-emorragiche, bruciore in gola, sensazione di secchezza del cavo orale, accompagnati da eritemi a carico della cute.
    Come medico sento il dovere di dare voce ai miei pazienti ed esprimere le preoccupazioni delle mamme e dei papà relativamente alla salute dei propri figli. Ritengo che questo rappresenti un grave problema che interessa tutti i Comuni della valle e dunque vi invito a discuterne in Consiglio Comunale e a individuare un percorso comune. Noi poniamo alcune domande ai responsabili della cosa pubblica e a tutti coloro che custodiscono la nostra salute: esigiamo semplicemente la verità.

    1) Quali sono le sostanze presenti nell'aria che respiriamo? Sono forse presenti:acroleina,acido solforico,formaldeidi e altre sostanze?
    2) Sono state ricercate e dosate con metodiche idonee e certificate a livello internazionale?
    3) Se esistono delle difficoltà tecniche per tali valutazioni, perchè non coinvolgere un istituto prestigioso come il Politecnico?

    Come vedete sono domande legittime, che devono avere risposte certe e rapide perchè le famiglie sono sempre più preoccupate. Vi invito semplicemente a parlarne in Consiglio. Sono certo che la storia futura giudicherà i nostri comportamenti di questi giorni. Norberto Bobbio affermava che la trasparenza è il cardine della democrazia. Vi ringrazio anche a nome dei tanti cittadini della valle che vivono questo tempo con inquietudine e auguro buon lavoro. Se lo ritenete opportuno potete anche scrivermi.

    Grazie e cordiali saluti Mauro Bernardi

    Care mamma e papà questo è il testo della lettera che ieri sera ho inviato ai Sindaci e ai Consiglieri comunali di tutta la valle. Ormai credo che più nessuno potrà dire "io non sapevo" e la storia saprà giudicare.
    Vi confermo che non siete soli. Un caro saluto a tutti voi e ai vostri bimbi.

13 Commenti

  • Angela

    31/03/2018

    Grazie di cuore dottore. Tanto di capello !!! Buona Pasqua.

  • Antonella

    31/03/2018

    Professionisti della vita e di vita come lei, purtroppo al mio paese se ne possono contare pochi. Lei fa già molto e più del dovuto anche per altri. Si impegna in prima persona per arrivare a quella verità che ci voglio nascondere per giustificare scelte ingiustificabili. La ringrazio anche a nome della mia famiglia

  • Elena

    31/03/2018

    Dalla lettera del dottor Bernardi traspare l'amore per il proprio paese e per la sua gente e il coraggio di esprimere le proprie idee. Doti purtroppo, molte volte, non comuni. Grazie Mauro.

  • Mauro

    31/03/2018

    Chapeau!

  • Cristina

    31/03/2018

    La qualità dell'aria credo sia un problema che travalica le vallate. Mi sento anche io parte in causa in quanto abitante della Valceno.

  • Celeste

    31/03/2018

    Grazie dottore per la tua onesta' intellettuale e per il tuo coraggio.

  • Vignali Salvatore

    31/03/2018

    Sono un medico di medicina generale e consiliere del comune di Borgo Val di Taro.
    Chiedo ospitalità su web e social per rendere pubblica una riflessione su un problema che lacera la nostra comunità da ormai 15 mesi.

    L'ANELLO DEBOLE

    In questi mesi ho sempre affrontato il problema nelle sedi istituzionali come consiliere e medico presentando con i colleghi consiglieri decine di interrogazioni e informando i miei pazienti desiderosi di conoscere la possibile genesi dei disturbi accusati.

    Secondo le indicazioni del giuramento di IPPOCRATE mi permetto di proporre una riflessione come cittadino, genitore e nonno. Il futuro di una comunità è legato alla nascita e crescita dei bambini, insieme agli anziani malati, diversamente abili, l'anello debole di una catena che lega aspetti sociali, demografici, interessi economici, il rispetto della vita, dell'ambiente e la tutela della salute.

    I bambini, per ragioni anatomico-fisiologiche, hanno un rapporto peso corporeo-superficie cutanea ampiamente a vantaggio della superficie e quindi maggiormente esposti a possibili inquinanti presenti nell'aria, nell'acqua e negli alimenti che possono essere assorbiti per via aerea cutanea e gastroenterica con notevoli ripercussioni sullo sviluppo psicofisico in particolare sul SNC e SNP e sull'apparato riproduttivo.

    E nostro dovere, di tutti, uomini, donne, genitori e nonni, non solo garantire ai nostri figli e nipoti un futuro di benessere economico, una buona istruzione, un ambiente sano, con risorse fruibili in armonia con le esigenze dell'uomo, ma anche aiutarli a crescere e sviluppare valori come amore, coraggio, libertà, dignità, onestà, solidarietà, utilizzo intelligente delle risorse, perché possano diventare degli uomini e delle donne per un futuro migliore.

    Esistono problemi enormi come la malattia, la morte, la fame nel mondo, le diseguaglianze sociali, i flussi migratori, inquinamento del pianeta. PROBLEMI che l'uomo da solo non è in grado di risolvere, ma noi saremo valutati, giudicati sulle modalità di approccio e sull'impegno che mettiamo nell'affrontare queste grandi tematiche e sulle testimonianze che lascieremo alle generazioni future, con esempi concreti.

    L'ultimo pensiero, ma non meno significativo, è rivolto alle mamme che in questo ultimo anno hanno dimostrato (qualora ci fossero ancora dei dubbi), che l'amore, il senso di unità della famiglia, possono supplire alle funzioni vacanti e alle carenze della pubblica amministrazione e delle istituzioni.

    Vignali Salvatore

  • Anna

    31/03/2018

    Grazie dott. Bernardi grazie dott. Vignali e grazie a tutti i nostri medici di famiglia che si sono affiancati a noi mamme, papà, nonni e zii preoccupati per il futuro dei nostri figli. Grazie perché non ci fate sentire soli nel voler difendere i nostri bimbi, grazie perché nonostante tutto ci date sempre speranza. GRAZIE.

  • Olga

    31/03/2018

    Ora mi spiego, perché tutte le volte che sto un po' a Borgotaro vengo a casa col mal di gola !!!

  • Remo Ponzini

    04/04/2018

    Gli abitanti di Borgotaro e di tutta la vallata NON sanno che gli effluvi della Laminam sono "ecologici" ed olezzano di violetta di Parma:

    Ecco cosa asseriva l'assessore Gazzolo tempo fa :

    http://parma.repubblica.it/cronaca/2017/04/27/news/laminam_gazzolo_esalazioni_non_tossiche_dovute_a_coloranti_ecologici_-164043853/

  • Laura

    11/04/2018

    Ascoltatelo e ditemi se questo soggetto può continuare a sedere su quella poltrona

    "Ma se qualcuno non ha fiducia nel nostro operato, dai comitati ai privati cittadini, ritenendo ci siano delle irregolarità amministrative, può avvalersi delle sedi opportune – i tribunali amministrativi – per far valere le proprie ragioni“.

    http://www.ilparmense.net/video-intervista-sindaco-borgotaro-caso-laminam/

  • Mauro Bernardi

    13/04/2018

    Fugge la politica

    Ho scritto alcune settimane or sono, una lettera ai Sindaci e Consiglieri dei diversi comuni della valle chiedendo semplicemente di discutere sulla situazione ambientale che si è creata nella valle. Ad ora non ho ricevuto nessun riscontro forse perchè non è prassi che un Consiglio comunale riceva e risponda ad una semplice sollecitazione di un cittadino.
    Confesso che il mio impegno su questo fronte è dettato dall'urgenza di dare voce ha chi non l'ha e dunque sono certo che dietro le mie parole ci sono i pensieri, e perchè no, le speranze, di tanti miei concittadini. Comunque sarà la storia a giudicare le assenze, i silenzi, le inadempienze, le contraddizioni palesate dalla politica in questa inquietante vicenda. Sì perchè, è questo il tempo della politica, delle decisioni coraggiose, e a chi si nasconde dietro le correttezze burocratiche rispondo che c'è una dimensione che ci rende davvero liberi: la coscienza. Ma non sarà certo il vostro silenzio ad arrestare la nostra ricerca della verità.

  • Claudio M.

    18/04/2018

    Caro Mauro,
    penso sia Simone Weil che ha scritto: "Il bisogno di verita' è il piu' sacro di tutti. Eppure non se ne parla mai." Penso anche sia altrettanto vero e vigente, pure da noi, il principio di "Precauzione" per la salute umana.
    Quel principio è sancito dalla legislazione e giurisprudenza europea e consiste nel dovere di fermare quei fenomeni che, nel dubbio, possano esser dannosi alla salute umana, senza dover aspettare l'accertamento del nesso di causalita' tra i fenomeni stessi e i danni.
    E come sostiene la Weil (autrice tanto cara ad Adriano Olivetti), prima dei diritti dei cittadini vengono i doveri di chi tutela, o deve tutelare, la salute.
    In forza dell'articolo 32 della Costituzione ("La Repubblica tutela la salute") i cittadini possono legittimamente invocare tali doveri pubblici e privati.
    Ti ringrazio, da Valligiano e da amico, per il tuo costante impegno civico e professionale a tutela della salute di tutti noi, nessuno escluso. Grazie anche ad Esvaso, per le medesime finalità.
    Claudio M.

 

Commenta

Newsletter
Scrivi la somma dei due numeri e poi invia: 8 + 11 =
Invia