post commenti
  • Tele-Camera con svista

    Sarà proprio vero che l’eccezione conferma la regola? Con l’avvento della tecnologia dovevamo essere tutti più sicuri, ma anche questa sera tre furti con scasso sono andati a segno a Borgotaro.
    Era giugno quando su via Piave è stata installata una telecamera di nuova generazione OCR, in pratica rileva le targhe dei veicoli in transito (se però ci parcheggi sotto arrivandoci di spalle, come è già successo, il veicolo non è rilevato poiché si tratta di una telecamera unidirezionale).

    Bene, in questi sei mesi, undici furti sono avvenuti nella stessa zona, ma non solo, anche nelle solite abitazioni e tutte in prossimità di questo “Occhio intelligente”: per tre volte in una casa che si trova a fianco (10 metri), per tre volte nella casa di fronte (50 metri) e tre volte in casa poco più avanti (200 metri). Di questi undici, due colpi sono avvenuti il 10 novembre e altri due proprio stasera, mercoledì 22 novembre, sempre compresi tra via Piave e via Strela.
    Anche oggi, ma come sempre, nessuno fa riferimento e affidamento a quanto può aver registrato la videocamera di via Piave.

    C’è qualcosa che non torna. Sì perché il 4 novembre, per mezzo di un’intervista a Videotaro (vedi link), l’Amministrazione Comunale di Borgotaro sosteneva che con l’acquisto di queste nuove apparecchiature ad alta tecnologia saremmo stati tutti più sicuri, avvalorando anche l’impegno di spesa di 20.000 Euro: “Non va mai abbassata l’attenzione per non far sentire il cittadino solo e abbandonato…”.
    A questo punto ripongo la stessa domanda fatta il 22 agosto: “Ad oggi, la telecamera di via Piave funziona?”. Grazie per la risposta, con la speranza che non si adotti la prassi della precedente…
     
    P.s. del 27/11/2017
     
    A pensar male degli altri si fa peccato, ma spesso ci si indovina. Oggi ci sono i tecnici al lavoro, adesso la telecamerà funzionerà? Rimango sempre in attesa di una conferma.
    Foto: http://www.esvaso.it/fotoalbum.php?idtipologia=37

13 Commenti

  • Castore

    23/11/2017

    Monitoriamo! (semi-cit.)

  • Roberto

    23/11/2017

    Funzionano solo per far cassa.....!! 🤮

  • Barbara Cavalli

    23/11/2017

    Purtroppo sono molte le cose che non tornano! Il cittadino è solo, abbandonato e pure mazziato! Alla faccia di tutte le belle parole di politici & co!

  • Il Geom.

    23/11/2017

    Le telecamere poste in aree urbane (e non) servono solo e mero scopo per elevare contravvenzioni!! E in questo caso (chissà perché !!!) funzionano sempre e meravigliosamente bene, con immagini ad una buonissima risoluzione visto che, le targhe vengono rilevate e lette in modo ineccepibile. Ormai è un dato di fatto che, tutti noi, dobbiamo purtroppo, digerire a malincuore. Tutte le parole che vengono dette al riguardo della sicurezza dei cittadini grazie alle video-sorveglianza pubblica sono solo "Chiacchiere e distintivo" !!

  • Monica

    23/11/2017

    Ieri sera girava notizia al Borgo e su fb che è stata avvistata una macchina nera con targa tedesca aggirarsi alle Pezze. Dopo ci sono stati i furti. Fate attenzione e se la vedete segnalatela ai Carabinieri

  • Fausto A

    23/11/2017

    La telecamera in oggetto fa parte di un sistema per il riconoscimento delle targhe dei veicoli. Serve a controllare se un veicolo e’ in regola con revisione, assicurazione oppure che non sia rubato . Non fa riprese e soprattutto non ha memoria, vale a dire che ritiene le sole immagini dei veicoli che non potrebbero circolare.

  • Monica

    23/11/2017

    Se come dice Fausto serve solo a multare chi non è in regola non lo si poteva dire subito ? Perchè prendere in giro i cittadini ignari ? Servirebbe chiarezza qui si gioca con la pelle e la libertà delle persone

  • Fabrizio C.

    23/11/2017

    Qui si dovrebbe passare dalla cultura del sospetto alla cultura del rispetto

  • S.D.

    23/11/2017

    Nessuno gli crede più!!!!!

  • Sonia Berni

    23/11/2017

    È ora di finirla di confidare sempre nelle istituzioni che si esprimo solo per proclami. Non siamo sicuri e per cui siamo tutti noi che paghiamo il conto. Il cittadino deve sopportare tacitamente i soprusi di persone prive di scrupoli le quali non tentennano di fronte a nulla e nessuno, e sempre a scapito dei più deboli e indifesi. Anche se i ladri vengono sorpresi a commettere il furto nelle private abitazioni, non vengono messi in condizione di NON NUOCERE più ad alcuno, dopo la caserma tornano liberamente in strada. Questa è la realtà! Siamo soli e dobbiamo difenderci da soli!

  • Sergio

    23/11/2017

    "S.D.
    23/11/2017
    Nessuno gli crede più!!!!!"

    ...e meno male!

  • M.g.n.

    23/11/2017

    Purtroppo è l'italia che non è attrezzata per far rispettare la legge. guardiamo parma, fino a qualche anno fa era l'isola felice. adesso è in caduta libera con spacciatori, furti, pestaggi, bivacchi e così anche il borgo dove queste cose erano eventi rarissimi e isolati si sta purtroppo abituando a queste scorribande. il comune avrà le sue colpe ma putroppo in questo ambito c'è poco da fare; deve essere il governo centrale che fornisce leggi per punire severamente chi delinque e mettere nelle condizioni i carabinieri di poter lavorare al meglio, oppure anche se la telecamera funziona ma il giorno dopo che li becchi sono già fuori, la sicurezza rimane solo un sogno.

  • Esvaso.it

    27/11/2017

    A pensar male degli altri si fa peccato, ma spesso ci si indovina.
    Infatti oggi ci sono i tecnici al lavoro, adesso la telecamerà funzionerà?
    Rimango sempre in attesa di una conferma.

    Foto del 27/11/2017: http://www.esvaso.it/fotoalbum.php?idtipologia=37

 

Commenta

Newsletter
Scrivi la somma dei due numeri e poi invia: 12 + 12 =
Invia