Don Chisciotte

Oltrepassato il Passo Santadonna sono comparse delle strane forme in mezzo ad un campo e così...
L'inverno ci ha raggiunto definitivamente. L'autunno sta ormai portando a termine la sua mansione: le foglie sono già cadute a terra, "cotte" dalle prime gelate mattutine, e i monti tutti in giro sembrano immensi cuscini color cenere.
Questo grigiore ci obbliga a forzare la fantasia e dar modo al celeste del cielo di espandersi per neutralizzare quest'immagine inclemente.

Sarà forse stato per questo motivo che quando mi è comparso davanti un immenso campo verde, disseminato di strane e curiose "creature', è accaduto l'inevitabile: l'immaginazione l'ha fatta da padrona. Per qualche attimo mi sono identificato nel personaggio cavalleresco di Don Chisciotte.

Così, davanti a quella scena, quasi irreale, fondendo l'illusione nella realtà, ci è mancato poco che anch'io scambiassi i mulini a vento per enormi giganti, una mandria di mucche per un esercito, una stalla per un castello, una signora per una principessa prigioniera e degli spaventapasseri per temibili guerrieri.

Di quel momento, la sola cosa reale, è stata vedere il contadino che mi veniva incontro, con passo deciso e sguardo autorevole, additandomi di essere sulla sua proprietà e colpevole di aver sfidato i suoi singolari e temerari marchingegni. A tal punto non mi rimaneva altro che risalire immediatamente sul mio 'ronzino' e ritornare immediatamente sui miei passi.


0 Commenti

Commenta

Somma e invia : 14 + 5 =
Accetto Non accetto


Resta aggiornato

Post simili

Iniziamo male

Dal 1° gennaio 2022 la sede di Borgotaro dell'Agenzia delle Entrate sarà chiusa. Si tratterà di una scelta definitiva?

Robe da chiodi

La mente umana non ha veramente confini, tanto da stupire

Don Costa

Una piacevole chiacchierata con Don Renato Costa

Dai monti al mare... di corsa

Gettate le basi per una nuova competizione sportiva capace di promuovere anche l'Appennino

Gino, Partigiano e Capo Stazione

Il giornalista Stefano Rotta ricorda la figura e la vita del borgotarese Gino Caccioli

Questa è SanPa, non quella di Netflix

Octavia mi ha raccontato quella che è diventata la loro storia, quella di un figlio e di una madre sull'orlo della vita

Preti sposati

Tacere e mettere la testa sotto la sabbia non aiuta. Ne parliamo con il borgotarese Damaso Feci

I signori del vento

Ginevra: indagato per sospetta corruzione, lo scopo era realizzare un parco eolico