L'anello del Monte Ramaceto

Escursione su uno dei sentieri dell'Alta Via dei Monti Liguri
Ventarola è un piccolo borgo che, a giudicare dai ruderi rimasti, doveva essere una perla di singolare bellezza: manufatti in pietra, tetti in ardesia e portali in arenaria, anche se uno di questi, con inciso l’anno “1798”, è finito allegramente ad arginare il torrente Liciorno che lo attraversa. Un paesino di poche anime che si trova a valle di Santo Stefano d’Aveto e nei pressi di Rezzoaglio.

Oltre ad ospitare un bellissimo rifugio del Parco dell’Aveto, il borgo conserva ancora molto della sua tipicità ligure, i protagonisti di quella Liguria lontana dal mare: campi di patata Quarantina, vasi di basilico ai davanzali e orti con i fagiolini, ancora coltivati con le tradizionali pertiche incrociate.

È da qui inizia il sentiero, a quota 846 metri. Proprio a lato del bellissimo ponticello in legno inizia il percorso ad anello attorno al monte Ramaceto, la cui cima misura 1.320 metri. Nel tratto iniziale si costeggia il torrente, dopodiché si è scortati da un gran numero di fioriture corollate da farfalle, per poi giungere alla faggeta, quindi alle prime macchie di erica, timo ed elicriso.
Raggiungere la cima non è una banale passeggiata, il dislivello si fa sentire… passo dopo passo. Il mare che solitamente si staglia da Chiavari a Portofino non era visibile per via della foschia, ma comunque di facile immaginazione. Dopo una breve sosta l’escursione riprende, sempre costeggiando il bellissimo crinale dell’Alta Via dei Monti Liguri, poi finalmente la discesa per giungere al punto di partenza, proprio in contemporanea al rientro dal pascolo delle Cabannine, le piccole mucche autoctone della zona.

Un anello di 10 chilometri, di cui due terzi in salita: “Caro Emanuele, ti ringrazio per la stupenda escursione, non la dimenticherò facilmente, specialmente l’ultimo tratto, quando la fatica ti fa scorgere l’Arcangelo Gabriele sollevato sopra alla cappelletta che contraddistingue la sommità”.
LINK: sito guide escursionistiche

FOTO: il percorso dell'anello



0 Commenti

Commenta

Somma e invia : 11 + 7 =
Accetto Non accetto


Resta aggiornato

Post simili

La festa Hawaiana

Dopo il carnevale estivo arriva un'altra festa "colorata"

Ti presento la Valtaro e la Valceno

Tutte le informazioni utili e turistiche delle nostre valli

Pelpi Trail

La prima edizione della corsa/camminata bedoniese e uno spunto per unire le forze

I funghi non crescono a Natale

Happy Ticket: uno strumento validissimo che incentiva l'economia locale ma che tarda ad arrivare

Valtaro, Valceno e Facebook

Una nuova pagina Facebook per la promozione delle Valli del Taro e del Ceno

La Valtaro in Olanda

La fiera internazionale olandese dedicata alla "Seconda casa" che parla anche della Valtaro e Valceno

Turismo: dalla carta alla rete

Gli Uffici Turistici del futuro dovranno lavorare in modo diverso, ma soprattutto essere diversi

Dal ghiaccio dell'Artico al sole della Valtaro

Carlo Devoti, ideatore della Scuola di Sport Barilla, fu precursore indiscusso nell'ospitare in valle i giovani provenienti dalle repubbliche ex sovietiche. Nel periodo che stiamo vivendo viene naturale ripercorre queste sue esperienze