post commenti
  • Dalla sfilata al falò

    Mille sono le maschere in questa giornata, tutte belle, sorridenti e colorate, da rimanerne meravigliati, tuttavia l’attenzione è sempre catturata dagli alunni della scuola primaria di Bedonia. Sono sempre loro, alunni, insegnanti e genitori, il motore della giornata conclusiva del martedì grasso. Il tema rappresentato quest’anno era dedicato a quel genio dell’umanità di Leonardo da Vinci e alle opere che sviluppò durante la sua vita, in particolar modo quadri, scritture (favole) e invenzioni. Anche la sfilata di quest’anno è stata una vera opera di sartoria e falegnameria, che andava dalla progettazione alla realizzazione dei suoi famosi quadri, oppure marchingegni come paracadute e ali per il volo umano, per passare poi alle armi come balestre, carro armato e catapulta.

    Il grande lavoro svolto si poteva percepire osservando i minimi particolari dei costumi e degli accessori, solo così si capisce che la sfilata richiede tempo, impegno e fatica da parte di alunni, insegnanti, genitori che, volenterosamente, lavorano da circa un mese e mezzo per produrre vestiti e accessori. Ecco allora fare i salti mortali per ridurre al minimo i costi. Ci si lancia quindi alla ricerca di rotoli di lana finiti in fondo ai cassetti, carte argentate di caramelle, di dolci e uova pasquali sono utili per rendere scintillante l’accessorio, mentre i ritagli di stoffe diventano preziosissimi accessori per abbellire colletti, polsini o calzature... proprio come la filosofia di Arturo Curà ha insegnato fin dalle prime edizioni.

    Gli alunni sono sempre alla testa del corteo, ma dietro di loro giungono poi i gruppi, Inutile dire che ogni anno c’è da stupirsi vista la fantasia messa in campo e chi era presente ha potuto notarlo, mentre per i restanti rimangono le fotografie allegate: sorrisi, sguardi e divertimento non mancano ugualmente.
    Una sfilata che è veramente il simbolo di una stupenda sinergia di valle. Erano come sempre presenti le scuole di Albareto, il nido e la scuola dell’infanzia di Bedonia, oltre ai numerosi carri provenienti da Bardi, Noveglia, Sugremaro, Compiano e Albareto.
    Il segreto che rende unico il carnevale bedoniese, giunto quest’anno alla 36^ edizione, è sempre lo stesso: fantasia, collaborazione e tanto lavoro da parte di tutti, dico “tutti” perché si finisce sempre di dimenticare qualcuno e non sarebbe proprio giusto.

7 Commenti

  • Ruggero

    06/03/2019

    Davvero un livello molto alto da quanto si vede in foto e su facebook quindi non si può che fare i complimenti a tutti i partecipanti.

    Sulle Scuole Elementari e sulla solita passione e impegno delle maestre è inutile aggiungere commenti perché sono da sempre una certezza della riuscita di questo piccolo ma straordinario Carnevale.

    Scusami Gigi ma non si sono viste foto di Barbara Cavalli che come sempre si nasconde dietro il corteo per la timidezza??

  • Stefania

    06/03/2019

    Una sfilata straordinaria.
    Ogni anno è sempre sorprendente. Complimenti a tutti.
    Le tue foto Gigi, sono fantastiche e permettono anche a chi come me non era li di sentirsi parte della bellissima giornata.

  • Barbara Cavalli

    06/03/2019

    Caro Ruggero, intanto grazie per le tue parole. In effetti la mia timidezza mi ha portato a nascondermi, questa volta dietro un foglio recante il progetto, originale, del carro armato, direttamente dalle mani dell’autore. Ciao ciao

  • Giuseppe

    06/03/2019

    Spettacolari!!!!! bravissimi tutti, a differenza di tante feste nella bassa con giganteschi carri pieni di cartapesta questo è un pienone di umanità vera felice debordante, mi auguro che in futuro ne facciate una manifestazione che coinvolga anche le valli vicine si credo possa diventare un evento.
    BRAVI! Salute a tutti Giuseppe.

  • Anto

    07/03/2019

    Buongiorno! La sfilata del martedì è un'occasione di divertimento e allegria per tutti ! I motivi sono molteplici: la bravura, nonché costanza e volontà delle maestre, l'impegno di mamme e papà, la bellezza dei bambini, la fantasia multicolore dei tantissimi gruppi di ogni età, le attenzioni per i particolari, la discesa dal Serpaglio, la folla che attende davanti al bar Concordia, il grande falò... La sfilata di Bedonia ha la particolarità di farti sentire partecipante anziché spettatore. Bellissimi e bravissimi tutti!!! W il carnevale!!!!

  • Remo Ponzini

    07/03/2019

    I protagonisti assoluti sono stati i bambini delle scuole con gli "altri"... a fare da cornice.
    In questa giornata speciale si sono invertiti i ruoli. Non più quella specie di subalternità che devono, ahimè, sopportare nei confronti dei genitori ed insegnanti per un'anno intero ma sul palco a prendere scrosci di applausi da una moltitudine di gente prodiga e festante.

    Un rito gioioso che si realizza ogni anno e che mostra una implementazione qualitativa sempre crescente. Scusate se mi ripeto ma io quando vede la gente che si diverte provo una sorta di beneficio interiore che mi dona appagamento e serenità. Ben lungi da coloro che, dietro le quinte, si nutrono di invidia, gelosia o quant'altro di malefico si possa immaginare.

    Un doveroso ringraziamento a tutti coloro che con grande disponibilità e dedizione si sono adoperati per il felice successo di questa manifestazione unica ed straordinaria. Soprattutto i genitori ed insegnanti senza trascurare i tanti privati che si sono prestati a realizzare opere che richiedono impegno e tanto lavoro. Grazie anche all'Esvasante per le solite ottime foto che ha realizzato.

  • Dolores

    09/03/2019

    Mi associo agli elogi super meritati agli organizzatori... Agli autori di tanta meraviglia... Agli esecutori e collaboratori... Tra cui ho riconosciuto la superlativa maestra Barbara... Figlia di scopolesi...bravi tutti x il successo. Io mi sono Beata di tanta meraviglia... Da lontano... Con le spettacolari foto. Grazie a tutti... Un vero orgoglio!

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 4 + 8 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com