I funghi non crescono a Natale

Happy Ticket: uno strumento validissimo che incentiva l'economia locale ma che tarda ad arrivare
L’estate è finita e l’autunno è alle porte. Dopo una bella stagione turistica, andata oltre ad ogni più rosea aspettativa, l’ideale sarebbe protrarla di qualche mese. Il fungo Porcino gioca senz’altro un ruolo prioritario su cui ci si può contare, d’altronde è puntualissimo, dalla fine d’agosto in poi, in Val Taro, ne diventa il protagonista assoluto, sia nei boschi che a tavola.
Quando si dice un'occasione persa. La stagione dei funghi, a sentire agriturismi, B&B e ristoratori, sembra proprio che sia iniziata e sono già diversi i turisti che arrivano in Valle alla ricerca del prelibato Porcino IGP.
 
Peccato che al mosaico manchi un tassello importante: quel servizio che così tanto piace a coloro che soggiornano in Valle, ovvero l'Happy Ticket, ossia la possibilità di ricevere, direttamente dalle strutture in cui si soggiorna, un biglietto per accedere alla regolare raccolta (è incluso nel costo del pernottamento). Un contributo finanziato per un 40% dall’Unione dei Comuni, Ente che da quest’anno ne gestisce anche l’iniziativa, precedentemente ideata e coordinata dal Consorzio del Fungo Porcino di Borgotaro.
 
Da anni ormai è un appuntamento fisso per molti, un ottimo strumento di promozione del territorio su cui fare affidamento, un'occasione per far sì che il turismo non sia solo un "mordi&fuggi", come è chiaramente quello dei raccoglitori che giungono in valle, ma lasci qualcosa di più all'economia locale.
 
Ad oggi, però, l'Happy Ticket non è ancora disponibile. Un po’ tardi rispetto alle esigenze dei turisti e soprattutto delle strutture ricettive, già fortemente penalizzate dagli effetti del Coronavirus.
Come dicevo, la crescita dei funghi, settimana avanti e indietro, è puntualissima, perché allora non si cerca di essere già pronti a maggio/giugno anziché a stagione avviata? Con i tempi che corrono, nulla dovrebbe essere lasciato al caso.


2 Commenti
  1. Eleonora

    Perché un servizio creato e gestito dal privato è passato alla gestione pubblica ?

Commenta

Somma e invia : 4 + 5 =
Accetto Non accetto


Resta aggiornato

Post simili

A carnevale ogni sgarro vale

Una giornata che apre il carnevale borgotarese e dove la satira la fa da padrona

Tu chiamale se vuoi emergenze

A Borgotaro le criticità sono soggettive, dipende dal contesto e dalla causa

Dagli Appennini all'Unesco

Il Parco Appennino Tosco-Emiliano è stato inserito tra le riserve UNESCO, ma...

Ella in poter del barbaro

Lettera aperta alla città di Parma

Sarà solo una questione di mira?

La faccenda è rivolta ai bagni pubblici di Bedonia

Per un pugno di Euro

Per risparmiare scarica Eternit in mezzo alla strada, tanto qualcuno ci penserà

Aria fritta

Delusione e aspettative per l'assemblea dedicata al problema ambientale e sanitario di Borgotaro