Un po' di "rumore blu" - II

Mai più avrei immaginato che la foto che ho fatto venerdì pomeriggio, una multa sul parabrezza di un'auto, potesse provocare così tanto 'rumore'. Invece lo ha fatto e questa volta non per nulla.

Si è trattato della dimostrazione palese che il ventilato periodo di 'comprensione', anticipato dall'amministrazione comunale per questa rivoluzione tutta dipinta di blu, non è stato salvaguardato, le multe per omesso pagamento sono scattate immediatamente.
Proprio nella giornata di venerdì erano state diffuse a mezzo stampa le regole per informare e facilitare i cittadini su quello che sarebbe stato il nuovo piano di sosta a Borgotaro. Si parlava anche del periodo di 'tolleranza' di due settimane, tanto per abituare i cittadini a questo sconvolgimento d'abitudini.

Dopodichè il portale Valtaro.it ha subito aggiornato il sito pubblicando la mia 'testimonianza' e Video Taro ho aperto il TG serale con un servizio, di ben 10 minuti, dedicato proprio a questo mancato impegno. Il Sindaco Diego Rossi ha fornito ragioni, difese e comprensioni, ma non gli è stato facile giustificare quei "36 Euro" trattenuti da un tergicristallo e appioppati a tradimento.
LINK: tutto era iniziato così


3 Commenti
  1. max

    Cari amici,
    come tutte le cose ognuno la vede dal suo punto di vista. Qualcuno ha detto: "Chi viene in centro ora trova parcheggio". Come ho già detto, lo trova anche chi in centro ci abita, a pagamento, ma lo trova. Chi ci abita, in centro DEVE andarci, perchè ha la SUA CASA. Magari sta facendo dei sacrifici per pagare le rate del mutuo; oppure paga un affitto; o vive nella sua casa da tanto tempo ed ora puà contare solo sulla pensione...
    Poi ci sono i problemi di chi in centro ci lavora. Già se hai un ufficio o un negozio i problemi sono differenti. Se in centro ci vieni solo per fare commissioni, non sembrerà vero di trovare un parcheggio, anche se a pagamento. Chi ha l'ufficio forse è incentivato a lasciare la macchina lontano e poi riprenderla a fine giornata. Se però qualcuno, per il tipo di attività che svolge, deve andare continuamente avanti e indietro, è messo male.
    Cosa voglio dire? Forse la scelta più giusta sarebbe stata di alternare posti a pagamento con posti a tempo senza spesa. O quantomeno prevedere di poter pagare anche per 10 minuti es. 10 centesimi. Capisco che economicamente rende di più far pagare più volte qualche minuto per lo stesso posto: ma dobbiamo fare gli interessi della ditta appaltatrice o quelli dei cittadini (residenti, negozianti e fruitori).
    Possibile che dobbiamo essere considerati solo dei consumatori? Consumatori anche di parcheggi? Ma che schifo!
    E poi c'è stato un grosso difetto, un pasticcio (giusto per non essere volgari) nella comunicazione: parte, non parte, si paga, non si paga, fanno le multe, non fanno le multe, si paga anche la domenica, non si paga la domenica ed i festivi.
    Almeno un pà di chiarezza e di certezze per favore ce le dovete.
    Non fa mai piacere quando ci vengono messe le mani in tasca, per lo meno diteci quanto e come, ve li daremo noi, non con un sorriso ma almeno con un pà di rabbia in meno.
    E poi qualcuno ci faccia sapere con chiarezza i motivi di questa scelta e dove andranno i nostri soldi.
    Grazie a chi vorrà rispondere.

    max

  2. fiascotti

    Max, alle tue domande finale non ti daranno mai risposta, loro.........ci provo io:
    il motivo della scelta non lo sà (lo immagino ma è meglio che non lo dica) come è avvenuta, lo sà i commercianti del centro sono stati messi alle strette dall'amministrazione che voleva a tutti i costi le righe blu (amico degli amici??) com un ricatto infame, praticamente è stato loro detto o accettate le righe blu o chiudiamo sempre il centro storico...............giuro che è vero (riunione all'ASCOM). Alla seconda domanda è facole rispondere, alla società di Pontremoli (amici degli amici di qualcuno????) mah............ah, ciliegina sulla torta non so se sapete che un'ausiliaria è di Pontremoli, appunto, guarda caso!

  3. number one

    di una cosa sono sicuro.... gli unici che ci guadagnano in questa operazione sono i 4 ausiliari assunti e il comune..... gli unici che ci perdono sono i negozi e i bar del centro..... basta guardare i parcheggi vuoti di questi giorni per farsi un'idea......

Commenta

Somma e invia : 4 + 9 =
Accetto Non accetto


Resta aggiornato

Post simili

C'era una volta la fusione dei Comuni

7 dicembre 2012: il convegno promosso da questo blog per sensibilizzare cittadini e amministratori su una scelta che poteva essere rivoluzionaria

Per un pugno di Euro

Per risparmiare scarica Eternit in mezzo alla strada, tanto qualcuno ci penserà

Colpevole per non aver commesso il fatto

Dopo otto anni non so ancora se sono colpevole o innocente!

Per un pugno di Watt

Una piccola centralina idroelettrica sul torrente Lecca ridurrebbe drasticamente anche la Cascata delle Aquile?

I tempi di Montagna 2000 per l'acqua

Il Direttore Generale Emilio Guidetti risponde dettagliatamente al blog e ai lettori

Fusione dei Comuni: effetti contrari e ostinati

Ad Albareto si è persino formato un Comitato “Anti Fusione”

I funghi non crescono a Natale

Happy Ticket: uno strumento validissimo che incentiva l'economia locale ma che tarda ad arrivare