La storia del calcio bedoniese

Doveva rimanere aperta dal 20 al 31 agosto, tuttavia, visto il consenso di pubblico, proseguirà per tutto il mese di settembre, si tratta della mostra fotografica: “Il calcio a Bedonia dal 1936 al 2005”.
La bellissima iniziativa, nata da un’idea di Claudio Mazzadi, vuole ripercorrere la storia del calcio bedoniese (e non solo), attraverso centinaia di emozionanti fotografie.
Nel vicolo di Piazza Plebiscito (dietro la chiesa parrocchiale), si possono ammirare insolite immagini ingiallite dal tempo, molte altre legate ai nostri ricordi in “bianco e nero”, per poi giungere ai “colori” dei giorni nostri.
Ma il progetto di far rivivere intere generazioni di calciatori non terminerà con la chiusura della mostra, è infatti in programma la pubblicazione di un libro che raccoglierà, oltre che raccontare aneddoti e passioni, le immagini dei protagonisti del calcio bedoniese degli ultimi settant’anni.
L’uscita del volume è prevista per il prossimo mese di dicembre e sarà curata, oltre che dall’organizzatore della mostra, da Paolo Salini e dall’attuale società sportiva “A.D.S. Bedonia”.

Ha collaborato a questo post: Claudio Mazzadi


Alcune squadre e la mostra...



1 Commenti
  1. Damantecrespo

    Metti la foto del bedonia 1975-76 ?
    C'era mio papa' in prima squadra ( si chiama maurizio mantegari )

Commenta

Somma e invia : 2 + 14 =
Accetto Non accetto


Resta aggiornato

Post simili

La mia prima volta... per funghi

Meglio tardi che mai... posso dirlo perchè è stata davvero la mia prima volta!?

Il tempo siamo noi

La lunga storia della Croce Rossa di Bedonia-Compiano-Tornolo racchiusa in un libro scritto da Gigi Cavalli per raccontare i primi 50 anni della Delegazione

Liceali fai da te

Un'inizitiva degli studenti della quarta A del Liceo Zappa Fermi

Il Mulino dell'Aglio

Un mulino con tre secoli di attività alle spalle e un ricordo del suo ultimo mugnaio: Egidio

Io sono quella del puntino

Non è solo una foto scattata a Bedonia nel 1951, partita per San Francisco e oggi tornata a "casa"

Fioritura dell'artigianato, dell'industria e dell'arte in Alta Val Taro

Il borgotarese Romano Costa racconta l'avvento della "Pontremolese" e delle opere architettoniche lasciate da Aldo Tagliavini

Orgoglio e turbamento

Scompiglio tra il vecchio e nuovo assetto sulla composizione della giunta bedoniese