Tanti Saluti e Baci da Bedonia - III

Le cartoline dei primi anni del '900
Con questa terza rassegna di cartoline, che ritraggono Bedonia nei primi decenni del 900, concludo il resoconto delle rappresentazioni bedoniesi attraverso “la Posta”. Le immagini che seguiranno  riproducono le primissime cartoline postali pubblicate a Bedonia, nelle quali sarà possibile osservare un paese che si stenta a riconoscere.

Erano i tempi che queste andavano per la maggiore, l’affrancatura costava qualche centesimo in meno della tradizionale lettera e il retro era infatti occupato totalmente dalla scrittura. Sui francobolli iniziavano a comparire le prime diciture di regime: “vincere”, “tutto e tutti per la vittoria” o timbri del tipo “visto censura” e via via di questo passo.

Molti di questi scenari sono legati al Seminario, non dimentichiamo che agli inizi del secolo era frequentato da centinaia di ragazzi, in gran parte provenienti dalle province limitrofe, quindi assidui fruitori di cartoline. Poi ve ne sono alcune ancor più curiose dato che ritraggono ville private di recente costruzione o funerali solenni, catafalco compreso, come ad esempio quello allestito per la morte delll’Arciprete mons. Angelo Raggi (1848-1913).

Le cartoline dei primi decenni del 900



0 Commenti

Commenta

Somma e invia : 2 + 1 =
Accetto Non accetto


Resta aggiornato

Post simili

Il mercato dei contadini

Anche a Bedonia è stato allestito il mercato ortofrutticolo di prodotti locali, stagionali e biologici

L'Infiorata del Corpus Domini (bagnata)

Rovinata dal maltempo la secolare tradizione dell'Infiorata a Bedonia

Il maniero di Castelcorniglio

Un castello immerso nella natura incontaminata della Val Pessola, nel Comune di Solignano

Museo degli Orsanti... te saluto!

Il Museo degli Orsanti di Compiano se ne andrà per davvero?

Il Mellini d'agosto

Per tutto il mese il "bar" ospiterà collezioni e opere artistiche

Turismo verde

In arrivo Guide Ambientali, Escursioni e cartine dei sentieri

Cioccolataro compie dieci anni

Una giornata dove Bedonia si trasforma in un paese dolcissimo