Il carnevale estivo

La seconda edizione del carnevale estivo bedoniese
26 gradi a mezzanotte. Sarà stato anche per il clima, per l’aria satura di profumi d’incenso, per i ritmi tribali che aleggiavano e per la libertà che si viveva che era quasi come essere scaraventati in un luogo lontano, caraibico, mancava solo il mare, anche se, dopo una certa ora, bastava la minima immaginazione per avvertirlo ugualmente. E poi tanta musica, tanti colori, tante gente, ovunque, e una gran voglia di divertirsi. In sintesi è questa l’atmosfera che si è creata nella prima edizione del “carnevale estivo” tenutosi nella serata di sabato 9 agosto in piazza “Centinaro”, in pieno centro storico bedoniese.

L’ambientazione è stata davvero singolare e ben riuscita, complice una grande distesa di sabbia e decine di piante di Palma sparse qua e là, dopodiché su quella “spiaggia” improvvisata, gremita di ragazzi abbigliati da “hawaiani” o “caraibici”, si è poi ballato a piedi nudi fino a tarda notte.

 A tenere sempre alto il ritmo della serata ci ha pensato ovviamente la musica, diversa e coraggiosa, “Lounge Music”, “Easy Listening” e “Afro”, proposta da tre performance di alto livello. La serata è stata aperta dal gruppo romagnolo dei “Lavalamp”, intervallata dal DJ Robert Passera e conclusa dal gruppo africano “I.p.p.”, diretto dal maestro “Lamin”, noto per essere il percussionista del cantante senegalese “Youssou NDour", questi ultimi decisamente con una marcia in più.
Insomma l’esordio è andato ben oltre le aspettative degli organizzatori e della stessa Pro-Loco, il pubblico è rimasto appagato della spettacolo e le lamentele derivanti dal “baccano” notturno per ora non si sono fatte sentire... per ora.

La serata, tra musica, sabbia e divertimento...



0 Commenti

Commenta

Somma e invia : 13 + 14 =
Accetto Non accetto


Resta aggiornato

Post simili

Chi erano gli Orsanti?

La Val Taro è considerata la sola e la vera patria di questi girovaghi

Peppino Serpagli

Oltre ad essere un bedoniese "doc", classe 1941, era un amico, una persona gradevole e nel contempo quello che si dice "un personaggio"

Le Lanterne desnude

Uscito il calendario 2015 della squadra di calcetto femminile

La Colonia Antonio Devoto

Giacomo, ex alunno della struttura, racconta la storia del collegio sul monte Zatta

La cantatrice calva

In scena la nuova avventura teatrale della Compagnia della Pieve

Storie di ordinaria ferrovia

Ritardi, guasti e cancellazioni senza preavviso sono la colonna sonora della linea Pontremolese

Cartoline dalla Valtaro

Enrico è rimasto piacevolmente colpito dai nostri paesi, così tanto da dipingerli