Milan-Liverpool a Istanbul

Trasferta valtarese per la finale
C’è poco da dire, purtroppo: i ragazzi che sono tornati da Istanbul sono ancora parecchio abbattuti.

Direi che sono quasi al limite della depressione. Non deve essere stato facile sopportare quello che è successo, durante gli interminabili minuti del secondo tempo della partita, dopo il pareggio degli inglesi; chi ha avuto la fortuna di aver frequentato una finale, probabilmente sa di cosa parlo; la rimonta, la tensione dei rigori, lo sfogo desolato della sconfitta. L'amarezza e il senso di vuoto, dopo tante speranze, dopo tanto tifo.

E’ lo sport, è il calcio: c’è sempre un vincitore e uno sconfitto, un primo e un secondo. Sono le regole. Di questo e di tanti altri momenti, se ne parlerà ancora per lunghi anni, ne sono sicuro.
Zeffiro (quello di Kaleidos), uno della comitiva dei valtaresi in terra turca, ancora oggi stenta a credere a quello che è successo. Sulla panchina, davanti al suo negozio, mi ha raccontato che neanche i tifosi del Liverlpool credevano a quello che era successo. Tutti, comunque, si sono comportati da veri sportivi.

In compenso i loro ricordi fuori dallo stadio, i loro racconti a contatto con altre tradizioni, altre forme d’arte, con altre forme religiose, sono magnifici, al limite del resoconto del viaggio fiabesco. I nostri moderni "Marco Polo" hanno avuto un'ottima occasione per visitare il centro della città, i monumenti, i  bazaar; per entrare per qualche tempo in contatto con le tradizioni, con il folclore, con la misticità della Moschea Blu; per poter fare l'esperienza, anche se un po' turistica e occidentalizzata, del bagno turco.

Le foto del nostro Gigi Cavalli sono stupende e di altissima intensità emotiva, come sempre. In alcuni casi, sono definibili come coraggiose. Un resoconto fotografico unico, visto attraverso gli occhi di un valtarese in Turchia.

Le giornate ad Istanbul...



0 Commenti

Commenta

Somma e invia : 1 + 10 =
Accetto Non accetto


Resta aggiornato

Post simili

Iniziamo male

Dal 1° gennaio 2022 la sede di Borgotaro dell'Agenzia delle Entrate sarà chiusa. Si tratterà di una scelta definitiva?

La neve di notte

A passeggio mentre nevica tra le vie di Bedonia... e di notte è ancora più bello

Anteprima del carnevale bedoniese

Quest'anno si festeggiano i 25 anni del falò in piazza e si stanno preparando decine di figure per adornare il paese

Ci rivedremo ancora

Dai timori alla speranza, un periodo lungo dodici mesi

La scuola di una volta

Un racconto per conoscere da vicino la realtà scolastica del nostro passato, ben diversa da oggi

Per un pugno di Watt

Una piccola centralina idroelettrica sul torrente Lecca ridurrebbe drasticamente anche la Cascata delle Aquile?