post commenti
  • Giustino

    Mai più avrei pensato di tornare qui nel blog, nel giro di una settimana, per ricordare un altro mio amico e i momenti passati insieme. Sono circostanze che lasciano sgomenti, fanno pensare, ti pongono innegabilmente una serie di interrogativi sulla vita, intendo quella reale e vissuta.
    Anche con Giustino, come con Zeffiro, ho condiviso molti anni assieme. I miei primi incontri li avevo fatti in canonica, nel 1978 o giù di lì, nella stanza all’ultimo piano, quella che “Monsignore” aveva riservato al “Group Grease”, era questo il nome del nostro gruppo di amici.
    Indimenticabili poi le nottate estive trascorse su a Tomba, le domeniche pomeriggio a ballare a Las Vegas, le torte di patate a casa di sua mamma “Richetta”, per non parlare poi delle cene successive dove ci si ritrovava tutti una volta l’anno… proprio per il gusto di ritrovarsi e parlare di quello che eravamo. Sì, perché poi il tempo passa e le circostanze di ognuno di noi cambiano con lui.
    Una cosa però è certa, quelli sono stati gli anni più belli della mia vita, ed è stato un vero piacere averli condivisi con lui e assieme a Zacchi (Gianpiero), Iero (Roberto), Alain (Silvano), Sgudi (Paolo), il Tutore (Marco), il Toro (Roberto), il Mini (Vittorio), Sasso (Luca), Gilon (Davide), Cocò (Enrico) e con Zeffirino.     
    Sì, erano gli anni 80, i mitici anni 80, l’età della compagnia, della prime morosine, dei primi giri in macchina con la sua mitica Diane6 (targata FO 316400). Ma erano anche “gli anni di Happy Days e di Ralph Malph; gli anni delle immense compagnie; gli anni in motorino sempre in due; gli anni di "Che belli erano i film"; gli anni dei Roy Rogers come jeans; gli anni di "Qualsiasi cosa fai"; gli anni del "Tranquillo, siam qui noi".

    Ciao Ge

17 Commenti

  • Marco Biasotti

    13/03/2011

    No, non ci credo......non voglio crederci!
    Ma che stà succedendo?

    Non ci sono parole, solo lacrime.

    Ciao Ge

  • Zeffiro

    13/03/2011

    Un altro "GRANDISSIMO" ci lascia, finirà questo periodo tristissimo????? Arrivederci Giu!

  • Sandra

    14/03/2011

    Un' altra immagine di quel bel e spensierato periodo che ci lascia....
    Buon viaggio Giustino.

  • In'amiga

    14/03/2011

    Ciao Giustino! Non meritavi questa prematura dipartita.

  • Aldo

    14/03/2011

    Cinquant'anni insieme. Il mio primo amico. Ci siamo visti per l'ultima volta lunedì, stranamente non hai parlato molto e ancor più strano non mi hai preso in giro. Però mai avrei immaginato....
    Ci rivediamo..... sull'albero di 40 piani.
    Il tuo amico Aldo.

  • Katia

    14/03/2011

    Un nodo alla gola e la voglia di piangere ma purtroppo la vita và così.... e ti senti impotente e smarrito. Quando avevo 20 anni ho perso 2 cari amici, solo il tempo riesce a leviare un pò il dolore e la rabbia, ma quando mi capita di pensare a loro la tristezza torna.
    Io Giustino lo sempre visto sorridente e mai arrabbiato, come nelle foto che hai pubblicato tu e quella che stamattina ho visto sulla gazzetta. Ciao GIUSTINO

  • Claudio Agazzi

    14/03/2011

    Ieri al bar mi hanno detto: "aveva un saluto per tutti".

    Abbiamo tutti noi questa immagine di un Giustino sorridente, una battuta pronta, e il saluto. Sembrano banalità ma in un mondo dove hai degli amici su Facebook che per strada non ti guardano neppure in faccia, in questo mondo, sapere di incontrare uno come Giustino e scambiarsi un saluto sincero diventa un dono, un regalo.

    E' un mondo che scompare, un mondo fatto di personalità, di persone che hanno carattere, che esprimono quello che hanno dentro. Un mondo soppiantato da generalità, da un vivere dettato dalla tecnologia più che dalla sosta al bar, dalla chiaccherata seduti sulla ringhiera davanti a Melini... Se devo essere sincero fa proprio schifo. Per questo fa ancora più male vedere scomparire questo mondo fatto da pesone come Giustino e Zeffiro. Non importa se sono simpatici, o antipatici, bravi o cattivi, l'importante è l'umantià che essi trasudano.

    Questo cazzo di computer che ho davanti non trasuda, scalda e basta e non emoziona...

    Ciao Giustino

  • Patrizia

    14/03/2011

    voglio mandare anchio un saluto a giustino lo saputo 1 ora fa aprendo la gazzetta, inutile dire lo sgomento e il dolore davanti a un' altra notizia del genere, un mio pensiero e un abbraccio anche alla nicoletta e all' erichetta.
    ciao giustino.

  • Roberto Bertoli

    14/03/2011

    Sono letteralmente a pezzi… E’ da sabato mattina che, appena ho ricevuto la triste notizia, continuo a ripetermi “ No… non può essere vero. E’ solo un brutto sogno. Non è possibile che in una settimana siano deceduti due cari amici come Zeffiro e Giustino “.
    Purtroppo oggi, il Tuo funerale mi ha riportato alla triste realtà !! Allora non mi resta che andare indietro con la memoria e ricordare con immenso piacere i momenti felici e spensierati che ho condiviso con Giustino; dai pomeriggi in parrocchia a Bedonia, alle riunioni con il “Grease Group”, alle cene con “ Gli Artisti”, ai week end nella canonica di Tasola con gli amici (sotto la “stretta” sorveglianza di don Angelo).
    E poi come dimenticare gli anni di scuola presso Istituto Tecnico per Geometri P. Belmesseri di Pontremoli, dove caro Giustino, da lato della Tua maggior età, (seppur minima) mi hai sempre aiutato fornendomi ottimi suggerimenti e consigli scolastici. E infine nella vita quotidiana dove, spesso ci incontravamo per strada e Tu avevi sempre un sorriso per tutti e la battuta sempre pronta, senza che Tu abbia mai esternato un giudizio o un pensiero negativo su nessuno. Era un vero piacere scambiare quattro chiacchiere con Te.
    Ti ricorderò sempre come un amico solare, un vero Artista, con un innato senso della famiglia e dell’amicizia. Una grande persona .
    Ciao DUSTIN

  • Sergio

    14/03/2011

    Caro Gigi,
    bello il tuo ricordo personale ma volevo fare anche presente che il nostro Giustino ha dato la sua disponibilità di volontario della Croce Rossa Italiana di Bedonia per molti anni.
    Grazie di tutto...... ciao.

  • Claudio.m

    14/03/2011

    ciao Giusti (avevi, hai, il nome giusto, ce ne accorgiamo tutti).
    Me l'hai fatta bella l'altro giorno (non più di quindici giorni fa...).
    Eri al volante della tua auto, al crocevia dei "tre ponti "( come si chiamava la locanda dei tuoi nonni Rico e Colomba, e poi di Mamma Richetta) ; con un bel sorriso Ti sei fermato per lascairmi passare sul le strisce pedonali e dal finestrino hai aggiunto che anche tu saresti
    venuto a Londra con la Glenn Miller.
    La tua presenza è sempre stata un dono, sia che Ti trovassi sulle gradinate del campo "Gandi", sia che Tu fossi ad un concerto a sentire Francesco e i ragazzi della Banda, sia al campeggio estivo sul Penna, oppure alla Croce Rossa o al Volontariato, o agli incontri dei giovani sposi, con la Tua Patrizia.
    Mai una parola fuori posto; anzichenò se dovevi fare un rimprovero tacevi ma guardavi l'interlocutore con disappunto: sempre pronto all'ascolto e alla battuta liberatoria.
    Grazie a Dio, Gigi , con le foto ed il ricordo, dona a tutti noi la possibilità di rivivere momenti belli, senza barriere e condividere ricordi, pensieri e sentimenti.
    Rivedo Tue vecchie fotografie dove bambino, o già grande, giocavi a calcio, nel Bedonia.
    Ti sia lieve il campo verde del cielo, dove, sicuramente, stai esordendo.

  • Claudio Santoro

    15/03/2011

    ciao capo l'incredulita' che provo tuttora credo che durera' parecchio.
    Te ne sei andato in silenzio senza far rumore, eri felice della tua casetta e non vedevi l' ora che il tetto fosse finito, giovedi quando ti ho sentito volevo dirti che avevamo coperto di tegole e che mancavano le gronde ma non mi hai dato il tempo perche' il male ti stava consumando.
    Te ne sei andato senza salutare i tuoi uomini come ci chiamavi lasciando un vuoto che sara' difficile ricolmare, tu con le tue battute pronte ed il tuo sorriso fisso sulle labbra.
    Spero che da lassu' che e il posto che meriti tu possa dare uno sguardo sulla tua Bedonia.
    Mi mancherai come datore e che come amico.
    Addio Giustino.

  • Paoletta

    15/03/2011

    Le notizie terribili si susseguono. lasciano senza parole... a volte manca il fiato se si pensa a come persone che conosci da una vita e che sei abituato a vedere da quando sei al mondo possano andarsene all'improvviso... e non tornare mai più.

    Ciao Giustino, ciao Zeffiro...
    Possiate continuare ad essere angeli custodi per chi avete dovuto abbandonare.. troppo troppo presto.

  • Gigi Cavalli

    16/03/2011

    Volevo ricordare che sabato 19 marzo, alle ore 18, si terrà una messa nella cripta di San Marco per ricordare Giustino e Zeffiro.

  • Fabio

    16/03/2011

    Come Roberto e Zeffiro mi unisco nella considerazione che era già pesante "digerire" la scomparsa di Zeffiro, figuriamoci aggiungere quella di Giustino ... é vero, é la vita, ma che pesa di più é il fatto che si trova sempre meno l'occasione e il tempo per rinsaldare o consolidare quei rapporti che esistono da anni, con persone la cui presenza si dà per eternamente scontata, e con le quali ci si vedrà magari un'altra volta ... questa considerazione naturalmente è un'autocritica non diretta certamente a chi ha saputo stargli più vicino e fargli sentire l'amicizia dovuta. Avrei potuto e dovuto fare di più e ammetterlo non mi fa sentire meglio.
    Un altro "pezzetto" di noi se ne va. (Bellissime le foto)

  • ALESSANDRO MOGLIA

    18/03/2011

    Un riscontro a Sergio (che non conosco) e a Claudio, da Volontario della Croce Rossa (visto che abbiamo sfiorato l'argomento) ricordando il caro "Giusti", ho avuto un flash alle esequie, gli amici e compagni di classe, è come se fossi tornato indietro nel tempo, ex Volontari (che ricordo in foto storiche), coloro che hanno "lasciato" il servizio per problemi familiari e di lavoro o altro, grazie per quello che avete costruito al servizio della Comunità, e per aver steso le basi per coloro che sono arrivati dopo e che continuano disinteressantamente il vostro lavoro a disposizione di tutti. Grazie Giustino sei sempre con noi.
    CRI BEDONIA.

  • Alberto Chiappari

    05/06/2011

    Volevo dar conto della raccolta fondi che gli amici hanno voluto fare in memoria di Giustino e Zeffiro.

    Mi sono incaricato personalmente di effettuare i versamenti alle persone o alle istituzioni indicate dalla famiglie.

    Il giorno 4 maggio sono stati versati 445 € in memoria di Zeffiro Squeri a favore del Comitato asistenza malati "Ing. Perioli"di La Spezia. E' un comitato che aiuta gli ammalati nell'indirizzarsi verso gli ospedali migliori, sostiene le famiglie nel trovare alloggio nell'eventualità di ricovero del paziente in altre città, acqusta attrezzature sanitarie e se è il caso aiuta economicamente gli ammalati.

    Oggi, invece, abbiamo consegnato a Piacenza a Giuseppina Fiorani 690 € raccolti in memoria di Giustino. Giuseppina è la principale collaboratrice di don Giancarlo Dallospedale nella sua opera in Brasile e più precisamente nello stato di Roraima che è il più settentrionale del Brasile, coperto per oltre la metà dalla foresta amazzonica. Don Giancarlo (don Chiarlie) ha passato molti anni a Bedonia, prima in Seminario e poi in parrocchia dove aveva conosciuto Giustino e la Patrizia

    Credo che entrambi i casi siano stati un bel modo per ricordare i nostri amici.

    Saluti.

    Alberto

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 9 + 4 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com