Ottocento in Valtaro

Ho letto questo ultimo libro di Giuliano Mortali con piacere e quasi d’un fiato. Mi è piaciuto perché probabilmente cercavo altri tasselli da aggiungere alla mia continua curiosità storica e devo dire che li ho trovati.

“Ottocento in Valtaro” è composto di otto ricerche storiche che hanno caratterizzato quel secolo e tutte, a loro modo, ti conducono attraverso la storia dei nostri paesi, compresa quella rilevante dell’emigrazione. 


Degno di nota è infatti il capitolo dedicato ai girovaghi bedoniesi. L’analisi del “Libro dei permessi” di Giuseppe Dallara ha consentito di ricostruire il lungo girovagare di quella famiglia attraverso l’intera Europa e il nord Africa, ma non solo, pagina dopo pagina si possono anche percepire alcuni aspetti di quella vita “grama”, facendo soprattutto emergere tutte quelle problematiche quotidiane legate all’attività di “Suonatore e conduttore di animali”.

Bellissimo e curioso anche l’argomento dedicato al mercato settimanale di Bedonia, ho infatti scoperto che si svolge dal lontano 1565 (e chi lo sapeva?), mentre i restanti capitoli sono dedicati ai duecento anni del Comune di Bedonia; al libro dei morti collegato alla comunità di Baselica; al terribile uragano del 1815; alle controversie tra anagrafi comunali e parroci; all’Unità d’Italia vissuta localmente; all’attività del CAI sul Monte Penna.


Insomma, leggerlo ne vale la pena ed è quasi necessario se amate la storia, la nostra storia.

Alcuni documenti citati nel libro...



9 Commenti
  1. Dada

    Bello GG! Anche a me piace tanto la storia delle vostre vallate e ho comprato e letto tutto quello che ho trovato, soprattutto inerente al periodo della seconda guerra e della resistenza (che mi hanno ispirato il racconto "ciuffo"); ma questo libro si trova in vendita? E dove?

  2. Sandy NY

    Caro Gigi

    dove posso aquisire questo libro

    grazie

  3. Giuliano Mortali

    Grazie, Gigi, per la bellissima recensione a questo mio libro. Penso proprio anch'io che valga la pena leggerne i vari capitoli. Riguardano vari aspetti della vita dei nostri antenati durante l'Ottocento, con il susseguirsi di novità e di cambiamenti istituzionali che ne hanno caratterizzato lo scorrimento.

    P.s.
    Il Libro è in vendita presso le librerie e le edicole locali (per ora solo Bedonia), ma è possibile un invio postale a chi lo richiedesse, nel caso scrivetemi: g.mortali@tin.it

  4. Claudio M.

    Libro molto imteressante, specie sul "Quarantotto" e sul libro dei commenti autografi
    degli escursionisti al Monte Penna. Grazie a Giuliano e agli altri "Dissidatori" di documenti messi a disposizione dell'autore e della comunita'.

  5. Sfaraja

    Complimenti a Giuliano per l'ennesima stupenda opera su Bedonia, l'ho letto in un baleno, devo dire che se ne interessato anche mio figlio...... che solitamente......

  6. Claudio Agazzi

    Buonasera

    Purtroppo non l'ho ancora letto. Lo farò.
    Volevo approfittarne per fare i complimenti a Giuliano. Instancabile ricercatore che ha dedicato tantissimo tempo a qualche cosa che appartiene a tutti.
    Se un domani rimarrà traccia della nostra storia, della nostra cultura lo dobbiamo anche a lui.

    Grazie.
    Claudio Agazzi

  7. Marco Biasotti

    Complimenti a Giuliano...la prima volta che vengo a Bedonia lo compro sicuramente.

  8. Brontolo Ne

    come Gigi in parte sa ed in parte certamente s'immagina, sono un appassionato delle "origini" e queste si trovano vive e vere nelle ricerche che vengono fatte sulle popolazioni delle nostre italiche vallate, molto più della storia narrata circa i grandi eventi

  9. Serpagli Luigi

    Non l'ho ancora letto, però fà piacere che ci siano delle persone che dedicano il loro tempo alla cultura e alla storia del nostro paese. bravo Giuliano.

Commenta

Somma e invia : 8 + 10 =
Accetto Non accetto


Resta aggiornato