Gianni Moglia 'Scarpa'

Certo... e perchè non dovrei pubblicarlo? Basta che mi dici quello che pensi e io lo riperterò... in fondo Gianni Moglia, conosciuto ai più come "Scarpa", il suo nome da Partigiano, è stato un bedoniese DOC e anche l'ultimo sindaco nato e vissuto a Bedonia.

A proposito di attestati e benemerenze, tutti concessi a persone meritevoli, ve n’è uno che più di tutti meriterebbe di essere assegnato: quello a Gianni Moglia, meglio conosciuto come ‘Scarpa’, nome di battaglia da comandante partigiano. Sindaco di Bedonia, è rimasto nel cuore di tutti per la sua umanità e per l’amore dato alla sua gente e al suo paese.
Devoto alla Madonna di San Marco, ne portava sempre con sè un’immagine. Finita la guerra, soldi non ce n’erano e allora lui correva a Roma, a bussare a tutti i ministeri. Grazie a lui, il paese fu abbellito ed ingrandito: iniziò la copertura del Pelpirana, costruì strade ed acquedotti e tutte le frazioni ebbero collegamenti adeguati ed il telefono.
Portò i primi turisti a fabbricare case a Bedonia. Fu grande amico di Mattei, e procurò a molti giovani un lavoro all’Agip. Chiunque, in paese, si rivolgeva a lui, povero o ricco, di destra o di sinistra e lui, a tutti, dava aiuto. A volte, per discutere di certe questioni, si doveva andare a Parma e lui ci andava, rimettendoci soldi e tempo. In cambio non voleva nulla; se accettava una lepre, o una gallina, era per non offendere chi le portava.

Le foto di Gianni Moglia, archivio Bruno Cavalli



0 Commenti

Commenta

Somma e invia : 5 + 2 =
Accetto Non accetto


Resta aggiornato