post commenti
  • La Contrada 'Infiorata'

    Una cosa è certa, quei fiori lì non nascono di notte e direttamente in strada. Questo per dire che dietro la bellissima e caratteristica infiorata del Corpus Domini ci sono delle persone che si prendono a cuore le tradizioni e cercano di mantenerle con lo scopo di tramandarle, proprio perché sono secoli che la popolare processione con il Santissimo Sacramento si svolge per le vie di Bedonia.
    La preparazione del tappeto floreale inizia due giorni prima, dal venerdì con la raccolta dei fiori, mentre la giornata del sabato pomeriggio è dedicata alla riproduzione dei disegni sul fondo stradale, gli stessi che saranno poi guarniti alla domenica mattina, a partire dalle sei, da petali, felci, foglie, fondi di caffè, farine e trucioli.
    A realizzare questi profumati “affreschi” sono principalmente le donne della "Contrada", anche se da qualche anno il gruppo si sta fortunatamente allargando, coinvolgendo così altri bedoniesi.
    Queste suggestive rappresentazioni floreali abbelliscono il tracciato di Via Trieste e la piazza antistante la chiesa parrocchiale per accogliere il passaggio della processione del Corpus Domini, circostanza che coincide con il conferimento della Prima Comunione ai bambini.
    Una consuetudine che andrebbe un po' più considerata, magari chiudendo al traffico la via principale, è veramente fastidioso vedere auto che sfidano i partecipanti o altre parcheggiate lungo il percorso… sempre che non si tratti di una "prova tecnica" per ridurre l’isola pedonale durante l’estate.

14 Commenti

  • Roby

    29/06/2014

    I vigili non avevano tempo per il traffico c'era da portare il confalone, e' una vergona che la via non sia chiusa al traffico in questo giorno
    Complimenti alle tante signore volenterose

  • Zecca

    29/06/2014

    E che spettacolo
    p.s ma i giardini di Bedonia il giorno dopo sono tutti senza fiori ?

  • Marco Biasotti

    30/06/2014

    Fantastico!
    Un grazie di cuore a tutti coloro che mantengono vive queste tradizioni.

  • Stefano Bruschi

    30/06/2014

    Buongiorno a tutti, soprattutto complimenti a tutti per l'impegno profuso per questo toccante segno di rispetto per la fede e la tradizione ...
    Ciao anche a Gigi che, non ho capito, se gli è sfuggito un refuso, sa ha avuto un lapsus freudiano o se ha voluto operare una sottile provocazione citando "Via Triste" in luogo di Via Trieste ... viste le condizioni della Via ...!?!
    Comunque Gigi come darti torto ...
    ciao
    Stefano

  • Remo Ponzini

    30/06/2014

    Queste decorazioni floreali sono di una bellezza infinita. Mi fa piacere che le artefici di queste spontanee opere d'arte che hanno una vita brevissima (solo un giorno di gloria), siano state immortalate dall'obbiettivo perchè è giusto che la gente sappia a chi vanno i meriti. Se fate caso sono quasi tutte donne...come sempre accade. Ed allora W le donne!!!

    Va considerato che alle spalle di queste splendide infioriture c'è uno smisurato lavoro di preparazione che inizia con la raccolta dei petali dei fiori. Una faticaccia che richiede un notevole impegno temporale. Nel senso che bisogna battere la campagna, a volte elemosinando, e rientrare alla base con sacchi sulle spalle.

    Una tradizione che dura da...sempre e che si protrarrà per molti anni visto che ci sono anche delle ragazze giovanni che stanno apprendendo l'arte.
    Un ringraziamento a tutti quelli che si sono prestati.

  • Emiliano

    30/06/2014

    Ma la sagra della trota quest' anno c'è oppure no? possibile che in tutti i siti che riguardano Bedonia eventi non sia menzionata? una festa estiva cosi importante possibile che non sia ancora inserita nei programmi estivi? Poi la gente si lamenta che la bella Bedonia non è più cosi fiorente di gente come un tempo.....Una sagra di paese cosi bella, che questo anno compierebbe 60 anni, non è ancora stata pubblicizzata a dovere, mentre il CAMP SAMP (maledetto calcio) è presente come evento? Ma la cultura Bedoniese e Italiana è fatta di calcio oppure di eventi che esaltano la nostra ottima tradizione enogastronomica???? firmato un appassionato di riti e tradizioni contadine legate al cibo e non solo

  • Remo Ponzini

    30/06/2014

    Caro Emiliano,
    Guarda che quest'anno si festeggiano i 60 anni della festa della trota. Sarà una edizione speciale dedicata a questo evento e che vedrà sugli scudi il compianto Carletto Biasotti che fu l'ideatore ed il fondatore. Infatti sarà a Lui dedicata. Ci sono i manifesti che evidenziano questo evento e le vie del paese saranno ricolme di foto storiche a ricordo di questa sagra. Mancano quasi due mesi ed è logico che ora si parli del tradizionale campo estivo della Samp che è già aperto. Sta pur certo che i bedoniesi non si dimenticheranno di celebrare la TROTA nel migliore dei modi. Per noi è la festa delle feste e così sempre sarà.

  • Emiliano

    30/06/2014

    D' accordo la festa ci sarà e meno male, ma quando? Proprio perchè quest' anno è cosi importante, compie 60 ANNI!!!!!, che deve essere più pubblicizzata e i manifesti oltre che essere in loco devono essere già adesso on-line sotto la voce "sagre e feste" a Bedonia. Grazie comunque di avermi detto che l'evento ci sarà......Quando saprò il giorno sicuramente ci sarò a godermi la bellissima festa Bedoniese.

  • Claudio

    30/06/2014

    Emiliano è benvenuto a Bedonia ma se frequenta ed e' appassionato del nostro paese bene saprà che la data della sagra popolare della Trota con polenta e' fissata fino dalla prima edizione alla terza domenica del mese di Agosto. Arrivederci

  • Arturo Curà

    30/06/2014

    Chissà perchè ogni volta che le donne meravigliose di Bedonia infiorano via Trieste, giù giù per arrivare fin davanti alla Chiesa, ho un tocco al cuore. In questi ultimi anni mi sono accontentato delle riprese onorevolissime di Gigi e ogni volta ho avuto quel tocco! Questione di età? "...Non credo!" direbbe il Crozza/Razzi. "Anche perchè..."( e dagli!) questa distesa di fioriture mi commuove conoscendo una per una le Donne della contrada e la loro appassionata capacità di creare.
    Ha perfettamente ragione chi critica le automobili parcheggiate e le due vie del paese di chi non fa un passo se non altro in omaggio a questa splendida esplosione floreale molto Indiana, con tanto di processione del Corpus Domini con tutti i Bambini che vanno verso la loro Prima Comunione.
    Davvero, perchè non esiste da parte del Comune una Guardia che impedisca parcheggi e scorazzate per quella mattina?
    Ma tant'è: vicino alle bellezze dei nostri paesi c'è sempre chi guasta con indifferenza ogni seppur piccola rappresentazione mistica o no. E allora il mio "tocco al cuore" sparisce per farmi bestemmiare contro certa gente insensibile.
    Un grato omaggio comunque a tutti i Bedoniesi che rendono bellissima questa domenica di festa.

    Domini.

  • Emiliano

    30/06/2014

    Egr. Sig. Claudio, è sicuro che la Sagra della Trota si terrà la 3° domenica di Agosto? e quindi il 18 Agosto? Mi sono giunte notizie in merito che invece si terrà il 24/08/2014. Qual' è la data corretta? Saluti

  • Emiliano

    30/06/2014

    Scusate l' errore di scrittura volevo dire 3° domenica di Agosto (17/08/2014 e non 18/08/2014)

  • #Hammer

    30/06/2014

    Non prendetevela piu' di tanto se proprio gli addetti dell' ufficio turistico sono loro a parcheggiare per primi dentro alla processione
    A buon intenditor poche parole

  • Dolores

    04/07/2014

    Complimenti a tutti, specialmente alle donne che hanno eseguito con tanto amore quello spettacolo incantevole, che ha ripagato di certo la fatica spesa.
    Mi ricordo quando ero bambina e dal paese di Scopolo, vestita, come i miei compagni di gioco, col vestito della 1° comunione, si spargevano dai nostri cestini di vimini, petali di rose, di palle di neve e fiori di arancio, lungo la stradina per i Galli, dove c'era una bellissima Cappella dedicata alla Sacra Famiglia. La strada precedentemente ripulita dagli uomini,dal passaggio del bestiame, era ombreggiata dai maggiociondoli in fiore che piegati in centro strada, formavano un arco giallo e profumato. Il Santissimo protetto da un antico 'ombrello', era seguito da stendardi e lanterne che la cofraternita del paese, sorreggeva.Al ritorno dalla processione che richiamava gente amche dai paesi limitrofi, come Masanti,Illica, Pione e Cereseto, le donne raccoglievano 'i petali'benedetti'da mettere in casa, per sconfiggere le formiche.Bei ricordi del tempo passato che non si dimenticano più.

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 2 + 11 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com