post commenti
  • Sorvolando Bedonia

    Con la speranza che Fiorella Mannoia non legga mai questo post con il testo riadattato, anzi distrutto, della sua canzone "Sorvolando Eilat".
    Nel caso chiedo di perdonarmi.

     
    Il drone è partito a mezzogiorno e adesso va, vaga sorvolando la città, presto punterà decisamente verso sud, a campo aperto su Costa, Serpaglio e Peschiera.
    Sotto c’è la Pieve nella sua immobilità, coi suoi cieli chiari incontaminati, acqua azzurra stretta sotto il ponte un po’ più in là. Pelpi e campi verdi, poi il Ragola con le sue montagne nude e deserte.
    
L’anima si apre come il vento e corre giù, entra nell’imbuto del Pelpirana, poi si getta a destra e punta ancora verso nord, su Pansamora, Ronconovo e San Marco lì sdraiati, assolati.
    Bimbi giocano a cricket nella Breia, il vento se li prende, anche lui vuol giocare… senza capire, senza guardare. S’intravedono anche Penna e Orocco, le nostre montagne. Sorvolando Bedonia.

7 Commenti

  • PK

    06/10/2014

    Incominci a scrivere come lui.... :-)

  • Valentina

    06/10/2014

    ;) Ci pensera' la nostra Valeria a segnalare alla sua amica Fiorella Mannoia il furto della sua canzone. Valeria se dovesse mandare al fresco il nostro Gigi guarda di metterci una buona parola ;-)

  • ValeBD

    06/10/2014

    Hahahah...Valentina semmai la canzone l'hanno scritta Piero Fabrizi e Mogol, se se la prendono loro azzzzzzz!!! Certo che mi hai scelto una delle canzoni che non amo, anzi ! In compenso dovrebbe, dico dovrebbe perchè non ricordo ora, essere nel prossimo cd in uscita il 21 ottobre in una nuova veste ;)

  • In'amiga

    06/10/2014

    Ti ringrazio per questa bellissima 'visione' della Pieve

  • E. Mazzadi

    06/10/2014

    Bello! Grande Gigi e grande Andrea Franchi!

  • Remo Ponzini

    07/10/2014

    Quel drone teleguidato che sorvola Bedonia e tutto il circondario mi ha fatto sognare. Le emozioni ed i desideri più forti che provo sono quelli di fendere i mari con una barca a vela come la Susanne Beyer o volare nei cieli come il nostro intrepido Gino Soffientini. Odio la vita piatta ma non so se avrei il coraggio di fare come i nostri concittadini citati. Diciamo anche che sono attività sportive che, per acquisirne le competenze, occorrono anni di lunga preparazione. Va da se che poi ci voglia una buona dose di ardimento ed una passione sterminata.

    Ho divagato un pochino ma questi sono i sentimenti che mi hanno pervaso vedendo dall'alto dei cieli la nostra vallata. Bellissimo sia il video che le foto firmate dal nostro Esvasante che pur di renderci compartecipi delle sue emozioni cento ne pensa e mille ne fa.
    Grazie.

  • Alberto Squeri

    07/10/2014

    Immagini belle, toccanti e soprattutto................ GIGI poeta !!!!!!!!!!!!!!!

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 2 + 3 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com