post commenti
  • Quota 600: la terra di mezzo

    Questo bel regalo di Natale che il Governo ha voluto offrire a tutta la gente dell’Appennino sta suscitando malumori, indignazione e anche una buona dose di incomprensione, il tutto nel silenzio più assordante dei mezzi d’informazione.
    Tassare i terreni agricoli, quelli posti sotto la quota di 600 metri (facendo però riferimento all'altezza della sede comunale), fino ad ora esenti per ovvie ragioni e buon senso, è l’ultima pensata dei nostri governanti. Lo scopo è quello di finanziare gli ormai famosi 80 Euro: “Con una mano ve li do e con l’altra me li riprendo”.
    Mi sembra di vederli a Roma, tutti attorno a un tavolo con il righello in mano, a tirare righe e inventarsi nuovi balzelli, sempre per trovare il modo di raschiare ulteriormente il fondo del barile Italia, ovviamente senza mai considerare i veri e considerevoli tagli che andrebbero attuati, proprio quelli che la gente aspetta da anni e considera la vera priorità.
    Tassare ulteriormente quel fragile mondo di mezzo che è l’Appennino italiano, un territorio che non gode dei vantaggi della pianura e tanto meno dei previlegi della vera montagna, è come dare un colpo basso alla gente che lo vive e lo costudisce per propria scelta. Abbandonarlo ulteriormente significherebbe farlo scomparire, tutti sanno che l’Appennino è il territorio più fragile dal punto di vista ambientale e ad alto rischio idrogeologico, per averne conferma basta valutare il numero attuale di frane e smottamenti nell’alta Valtaro/Valceno.

    Molti dei nostri Comuni montani stanno cercando di ribellarsi dal giogo dello “Stato padrone”, fornendo ai governanti motivazioni valide e credibili affinché questo Decreto Legge venga rivisto o ancor meglio cancellato. Per ora hanno deciso che la rata del 16 dicembre non si pagherà, ma è solo un rinvio, è stata infatti posticipata al 25 Gennaio 2015.
    Il consiglio comunale di Bedonia, proprio per questa ragione, ha lanciato la provocazione di spostare la sede comunale ad Anzola, a quota 780 metri, una giustificazione più che valida perché tutte le sue frazioni sono ben al di sopra dei 600 metri, ad esclusione del capoluogo/sede comunale che è a 525 metri, quindi all’interno della quota tassabile. Ma anche il Sindaco di Berceto Luigi Lucchi, pur avendo il suo Comune al di sopra dei famigerati 600 metri, sta facendo molto rumore per sensibilizzare opinione pubblica e media con lettere provocatorie e gesti plateali.
    Ora mi aspetterei che tutti i Comuni della Provincia di Parma, sopra e sotto “Quota 600”, si schierassero al fianco dei Comuni più sfortunati, sì perché è questa la vera chiave di lettura: saranno solo una manciata di metri a fare la differenza. È o non è questo uno dei tanti paradossi all’italiana? ------------------------------------
    E' di oggi, 23 gennaio 2015, la notizia che i nostri Comuni (Valmozzola, Albareto, Compiano, Borgotaro, Bedonia, Varsi, Terenzo) continueranno ad essere esenti dal pagamento dell'imposta IMU sui terreni agricoli.

42 Commenti

  • Arturo Curà

    15/12/2014

    Benissimo. Ci mancava anche questo regalo di Natale, non importa se a Dicembre o a Gennaio per far ridacchiare il popolo bue amante dei fratelli Vanzina e company.
    Il Renzi con la bottiglia di spumante in Vaticano ( un gesto tra i più ridicoli del secolo!!!) e con i suoi "addetti alle ruspe", tra una novità e l'altra, una cafoneria e l'altra ne sta combinando, come si dice oggi, di ogni.
    Benissimo fanno i nostri Comuni a ribellarsi trasferendosi altrove. E' un segnale? Speriamo di sì.
    Finora, che è Natale, la decisione ricorda appena l'arrivo dei Re Magi verso le colline dei nostri Comuni ma nell'aria, si spera, una bella Rivoluzione condotta da una Stella Cometa superincazzata dovrebbe seriamente far piazza pulita senza ( Dio ce ne liberi! ) il finto aiuto dei "forconi".
    Un bel regalo di Natale ai nostri Sindaci e per la Befana montagne di cacca ai nostri (?) meravigliosi politici.
    Auguri.

  • Giuseppe Toffanin

    15/12/2014

    Concordo con le argomentazioni contrarie a questa nuova tassa.
    Tra l'altro, nella nostra zona, i terreni sono già oggetto di tassazione dal Consorzio della bonifica parmense.

    Conosco il caso di una famiglia monoreddito che possiede un podere, ereditato dai genitori in una frazione, come seconda casa paga già 450 euro!

    É il prezzo per alimentare il potere clientelare dei partiti che non hanno ancora finito di rapinare l'Italia.

    Al prossimo Consiglio comunale la Lista civica per Borgotaro presenterà un Ordine del giorno contro questa nuova tassa.

    Giuseppe Toffanin

  • Rota Roberto

    15/12/2014

    A tutto avrei pensato tranne che un giorno mi facessero pagare le tasse su dei terreni con rendita zero. Ogni anno pago un agricoltore perché sfalci il campo e una cooperativa per tenere a posto il bosco. Non mi sento di vendere o lasciare andare questi terreni, li ho avuti in eredità e i sacrifici della mia famiglia sono sacri. Adesso mi informerò e comunque non intendo pagare un bel nulla e sono disposto a scendere a Roma per dimostrare le mie verità,, non perchè sono un cattivo contribuente ma perchè i miei terreni sono ubicati in una zona svantaggiata (800 metri c.a) e priva di ogni ritorno economico. Fino ad ora lo Stato è stato assente, il denaro per evitare in dissesto li ho cacciati io e non vedo perché ora debba bussare alla mia porta per colmare buchi di bilancio. Fan culo

  • Il Geom.

    15/12/2014

    Ma questo nuovo governo capitanato dal tanto osannato Matteo Renzi non è che tre/quattro mesi che ci continua tutti i santi giorni a martellare con dichiarazioni come "è l'unico governo che ha realmente abbassato le tasse ai cittadini italiani per ben 18 miliardi di Euro "????? ".
    Vorrei constatare non esiste un benché minimo segnale tangibile che il cittadino italiano può verificare sulla riduzione VERITIERA della tassazione. Proviamo a mandare Renzi & C. in Germania o Inghilterra a sparare queste grandi cazzate e vedremo quanto dura !!! Non arriverebbe a mangiare il panettone !!!!
    Mi sa che oltre al balzello dell'IMU sui terreni montani dovremo ancora ascoltare un sacco di balle, purtroppo aspettarci di molto peggio (esempio ulteriore aumento dell'IVA). E come al solito subire in silenzio..... tanto i giornali e le tv devono parlare di altro !!!!! E il ns. Matteo tanto se la ride ! Altro che salvare l'Italia !

  • Amedal

    15/12/2014

    Toffanin arrivi tardi anche qui. Il Comune di Borgotaro ha gia' emanato la seguente dichiarazione:

    Auspichiamo, quindi, che vengano attentamente valutati i criteri per definire quali Comuni siano "montani"‎, con le relative ricadute sulla fiscalità per i terreni. Se dovesse essere confermato il solo criterio altimetrico della sede municipale, il Comune di Borgo Val di Taro si riserva di adottare tutti gli strumenti per tutelare gli interessi dei propri cittadini, tra cui anche quello di trasferire la sede legale del Comune in un luogo altamente simbolico per tutta la nostra comunità : nella frazione di Belforte, presso i luoghi che, settanta anni fa durante la guerra di Liberazione, hanno ospitato la sede del Comando Unico Partigiano.

  • Martino

    15/12/2014

    E’ demenziale!!! Non abbiamo piu’ un Euro in cassa e non si posso permettere di cancellare nessuna tassa, la posizione del nostro Stato ormai è prossima all' insolvenza per chi ancora non lo sapesse. Li hai votati ??? Allora paga e taci !!!

  • Lucchi Sindaco

    15/12/2014

    Andremo tutti vestiti da mendicanti. E' la prima volta che un Sindaco promuove una manifestazione, non violenta, contro il Governo e che non riguarda il suo solo Comune ma tutta l'Italia, tutti i Comuni.
    I MIEI AMICI DI FACEBOOK, LE TANTE PERSONE CHE MI FANNO SAPERE CHE MI STIMANO, NE SONO CERTO, NON MI LASCIERANNO SOLO. DA OGGI, INFATTI, SI PRODIGHERANNO PER FARLO SAPERE A TANTI. PER FARE PROSELITISMO. IL PASSA PAROLA: DOMENICA 11 GENNAIO, ALLE ORE 11,30, IN PIAZZA DUOMO A PARMA STRAORDINARIA MANIFESTAZIONE CON LUIGI LUCCHI SINDACO DI BERCETO.

  • Benito

    15/12/2014

    Concordo pienamente il pensiero di Martino

  • Rino Ceronte

    15/12/2014

    In virtù del fatto che viviamo in uno stato "democratico" dove i cittadini hanno votato liberamente il Goldenboy adesso vi beccate le tasse, zitti e godete

  • Fabio Paterniti

    15/12/2014

    Non è possibile non capire come il complesso delle azioni di questo governo e di quelli che lo hanno preceduto risponda ad un disegno complessivo .... Bisognerebbe diffondersi in maniera più ampia, si potrebbe dimostrare come nella sostanza si voglia lo spopolamento del territorio e il conseguente inurbamento,ovvero si sta passando dagli allevamenti bradi a quelli intensivi ( parlo ovviamente di umani ). Più cemento nelle città, più dipendenza dalle catene industriali alimentari, territorio più facilmente aggredibile ecc. ecc.

  • Gilio

    15/12/2014

    Ho ereditato terreni che mio nonno ha messo insieme in 80 anni di vita, sui quali ci ha allevato, fatto lavorare e sfamato una famiglia con dieci figli. Io non so realmente dove sono tutti, ad esclusione di qualche prato intorno a casa, a catasto, posto in essere negli anni 50, figurano seminativi, vigneti, castagneto da frutto, pascolo e così via, oggi se ci fosse la categoria "macchioni" li sarebbero per il 90%, le rendite però son quelle di 70 anni fa e rivalutate.
    Buona parte sono posti sopra gli 800 mt., non sono serviti da strade comunali, in compenso sono inseriti in zona verde scuro secondo Galasso e più recentemente nei SIC della regione Emilia Romagna in quanto di interese naturalistico, io non entro nel merito ma mi limito ad osservare che qualunque intervento da farsi sia sulle case che sui terreni, come rifare un tetto o tagliare la legna per esempio, costa di più se non altro in tempo impiegato per ottenere permessi ed autorizzazioni,sono di fatto inalienabili, come fossero proprietà dello stato, perchè nessuno li vuole neanche come regalo, se capita di venderne un pezzo occorre dichiarare 5 o 6 volte tanto per non incorrrere in accertamenti dell'ufficio imposte.
    Sono in territorio libero per la raccolta dei funghi ed i soldi per i permessi venduti li prendeva prima la Comunità Montana, ora non so chi li prende, ma non i proprietari. Se nulla cambia io dovrei pagare circa 800 euro di IMU entro il 25 di gennaio perchè il mio comune ha la sede a 410 mt slm. In ogni caso il mio Comune prenderà dallo stato circa 150.000 Euro in meno perchè se li deve guadagnare con il pagamento dell'IMU sui terreni, che se per caso non si pagasse ne subiremmo comunque le conseguenze in servizi.
    Dal mattino alle 5 fino a mezzanotte in qualsiasi trasmissione dobbiamo subire le prediche di esperti su ogni settore, e per ogni settore lo stato e gli enti pagano esperti per gestire le varie situazioni. Evidentemente anche in materia di IMU sui terreni agricoli sarà intervenuto qualche esperto, ma chi ha deciso e scritto il decreto siamo sicuri che sappia di cosa stava decidendo, di cosa stava parlando. Io credo proprio di no. Chi è che glielo deve far sapere?
    Cosa stanno facendo le organizzazioni agricole, i Caf dei Sindacati, i Sindacati stessi? Probabilmente i calcoli per fare i pagamenti. In Italia abbiano solo il problema dell'art. 18 e del Job Act o c'è forse dell'altro, come c'era la riforma della Fornero sulle pensione dove non si è speso neanche un minuto e neanche una parola. Il famoso porcellum l'ha fatto saltare tal Aldo Bozzi sconosciuto avvocato che insieme ad altri ha fatto ricorso, altrimenti nessuno se ne sarebbe occupato. In questo caso se realmente nell'interesse dei cittadini si organizzassero le associazioni di categoria, i sindacati e facessero un'azione legale contro questa assurda tassazione sono convinto che il risultato sarebbe molto diverso. La cosa più facile però è quella di prendersela con i politici, magari non andare a votare, dire di avere vinto essendo maggioranza e poi pagare. L'unica cosa che non sopporterò e non so quale reazione potrei avere, è se qualcuno si azzardasse a dire che occorre mantenere l'uomo in montagna per evitare i problemi a valle ecc. ecc. ecc. Vi prego evitatelo.

  • Lorella Aviano

    15/12/2014

    Ma questi del governo sono pazzi! E' come dire che tutti devono pagare l'imu calcolata sul palazzo comunale anziché sulla propria abitazione. Evidentemente vogliono la rivolta, vogliono esasperare gli animi già esasperati ... ma possono fare leggi così prive di senso?

  • Mrm

    15/12/2014

    Oserei dire che il renzi non l'ha votato nessuno, come il monti peraltro, se non erro l'avevano votato come sindaco di firenze, ma la volontà degli elettori evidentemente non conta nulla.
    Per il resto, io bevo verso quest'ora di sera, loro evidentemente la mattina presto :(
    Temo comunque che non sia semplicemnte colpa del governo ladro (che ladro resta e che, direi, fa il gioco delle tre carte all'infinito), ma che ormai siamo governati tutti dalla bce, cosa un tantino più complessa.... brutti tempi...
    da parte mia, onore ai sindaci di queste valli.

  • Lanza

    15/12/2014

    Brutta notizia, ho letto l’articolo e mi è venuto un colpo. L'altitudine del comune dove sono situati i miei terreni è appena sopra ai 500 mt, Albareto .
    Detto questo; i miei terreni agricoli hanno in sostanza scarso valore poiché posti tra gli 800 e 1,000 mt, perciò improduttivi. Il valore di mercato territoriale riporta 1,000 Euro/Ettaro sempre se un acquirente si mostrasse interessato, ma se paragonati a quelli di pianura saremmo con un rapporto di produzione 20 a 1. Perché dovrei pagare l’IMU in qualità di una rendita venti volte minore ? La chiamate equità questa ?

  • Giuseppe Toffanin

    15/12/2014

    Rispondo ad Amedal.
    Il Consiglio comunale di Borgotaro non ha mai preso una posizione.
    Per questo non arrivo tardi.
    I comunicati della Maggioranza sono giochetti interni al PD; se non sono d'accordo con il loro Segretario perché non escono dal Partito?

    Giuseppe Toffanin

  • Dismo

    15/12/2014

    Io credo che un governo come questo che succhia il nostro sangue non esiste in nessuna parte al mondo. Tra poco ci metterà una macchinetta al naso che conterà i respiri che facciamo è così pagheremo anche l'aria che respiriamo, da pagare è rimasta solo quella. Bisognerebbe essere tutti uniti non pagare più tasse, finché non restituiscono tutti i soldi che ci hanno rubato, dopo di che se ne parlerà.
    Ladri.. ladri... ladri... ladri... vergognosi e senza dignità

  • Ricky

    16/12/2014

    Amedal scrive "Il Comune di Borgotaro ha gia' emanato la seguente dichiarazione".

    O il consiglio comunale può realizzare entro il 25 gennaio 2015 una effettiva dislocazione della sede comunale in quel di Belforte con tutto ciò che questo comporta (atti formali, infrastrutture, etc.) oppure è solo demagogia. Un po'di finto insurrezionalismo contro il "sistema" (di cui però fanno parte) tanto per buttare sabbia negli occhi del popolino bue.

  • Giovanni Capella

    16/12/2014

    Ma cosa vi aspettate da gente che quando chiude una Comunità Montana trasferisce alcuni dipendenti all'Asl invece che mandarli in mobilità come quelli privati?
    Oppure doveva chiudere il Senato? Oppure dovevano chiudere le Provincie? Oppure dovevano dimezzare le partecipate? Oppure vuole candidarsi alle Olimpiadi con spesa iniziale di 20 miliardi di euro e non trova i soldi per aiutare la gente in difficoltà?
    Ma veramente pensate che con modalità normali cambi qualcosa? Eppure molti di voi sono più sù di età di me (io 47) e ci credono ancora?
    Se in questa nazione ci sono ancora persone normali l'unica cosa che si può fare è che i Sindaci tutti in fila si rechino dai Prefetti a consegnare le fascie tricolori e rimettano il loro mandato.... il sistema è finito e non si riprenderà più.... purtroppo.

  • Giuseppe

    16/12/2014

    Siamo allo sfascio più totale, da una parte scandali spaventosi Mose, Monte Paschi, Expo, Roma, rimborsi consiglieri ecc.ecc, dall'altra la raccolta a tappeto delle monete rimaste nelle tasche del popolo; siamo nella cacca, altro che olimpiadi del 2024.

  • Trilussa

    16/12/2014

    I colletti bianchi romani illuminati di sapienza dovrebbero sapere che la nostra ex Comunita’ Montana è un tutt’ uno territoriale, con un Comune che si incastra dentro l’altro uniformemente.
    E’ una legge sconsiderata che fa acqua, a conferma è sufficiente leggere le singole altimetrie.
    Oltre i 600 metri sono i Comuni di Bardi 625 metri, Tornolo 620 metri, Berceto 808 metri, Bore 835 metri. Al di sotto dei 600 metri sono i Comuni di Valmozzola 565, Albareto 512 metri , Compiano 519, Borgotaro 411 metri, Bedonia 500 metri, Varsi 426 metri, Terenzo 541 metri.
    Perche’ certuni cittadini devono sottostare al balzello mentre altri no?

  • Davide

    16/12/2014

    Il ns Renzi è un vero genio. E secondo me gli aumenti di tasse non sono ancora finiti, in quanto la Corte dei Conti non si è ancora espressa sullo svincolo del patto di stabilità per lavori di manutenzione presso le scuole. Peccato che i cantieri sono già avviati. Di conseguenza se la Corte da parere negativo chi ci rimette? mmmmmmmmmmmmmmmmmm NOI.
    Comunque si sta avvicinando il momento in cui imbracceremo i fucili e andremo giù a Roma a far pulizia. Sono i politici gli animali nocivi, mica i daini e i cinghiali del parco di ravenna.

  • Piero Rizzi Bianchi

    16/12/2014

    Non sono assolutamente d'accordo con questa "genialata" di trasferire le sedi comunali in luoghi diversi dai centri consacrati dalla storia. Le sacrosante battaglie si devono combattere a viso aperto e con dignità, sul terreno della politica, per quanto limaccioso possa essere!
    Rispondere alle cafonate del Re dei Cafoni (alias Salvatore della Patria Matteo Renzi) con cafonate più alla buona, serve solo ad abbassare ulteriormente il livello, con il rischio di cadere poi in una depressione e disillusione tombali: che è esattamente quello che vuole il Nostro, per poi dominarci con la maggioranza dei voti espressi da UN TERZO(!) del corpo elettorale -nell'attesa degli ascari di rinforzo, ossia del voto agli EXTRACOMUNITARI...
    Insomma, l'avrete capita: la soluzione per RESPIRARE, per Comuni piccoli e grandi, cittadini di montagna, collina e pianura (dalle aree di crinale fino a quelle golenali...)non è quella di spostare sedi, ma di spostare Renzi dalla sua attuale (e illegittimamente occupata) sede di comando...
    Forza e coraggio! Anzi: ELEZIONI!!!

  • Angelina

    16/12/2014

    "...ovviamente senza mai considerare i veri e considerevoli tagli che andrebbero attuati, proprio quelli che la gente aspetta da anni e considera la vera priorità."

    concordo

    ...non nuove tasse ma spostamenti di capitali da una seziona all'altra dello Stato senza aumenti per i cittadini. Ci sono funzioni dello Stato che non hanno più ragione di esistere e che possono essere chiuse e i soldi per mantenerle spostati su altre priorità, con modifiche organizzative al seguito...questo è seguire la realtà ma il Governo non lo fa, così come i Sindaci in montagna...si va ad esaurimento dei privilegi non al cambiamento, piccole modifiche di copertura, tolta la qualifica di direttore generale ai segretari comunali è seguita anche la soppressione dell'indennità o si nasconde sotto un altro nome??

  • Franco

    16/12/2014

    Fino a quando il popolo italiano imita il sig. Tafazzi.....

  • Lupo solitario

    16/12/2014

    Consiglierei il sindaco di Borgo Val Di Taro di portare la sede comunale in Località Monte Piano di Caffaraccia 1100 m.s.l.m. dove ha autorizzato l'installazione di un parco eolico.
    La fornitura di energia elettrica è garantita

  • Luciana Bertorelli

    16/12/2014

    Anche a me è venuto un colpo quando ho letto la notizia della tassazione dei terreni che abbiamo a Liveglia,900 mt, praticamente " in culo ai lupi" !
    E dico "Bravo" al sindaco Berni che ha spostato il consiglio comunale ad Anzola! bisogna fare delle proteste eclatanti per farsi notare, se no a Roma s'inventano ancora qualcosa...

  • Ricky

    18/12/2014

    @Fabio Paterniti. quello che dici, non è una novità. La la civiltà rurale proprio perché SOSTANZIALMENTE AUTONOMA sotto tutti gli aspetti (cultura, sostentamento, gestione del territorio,etc.) è storicamente sempre stata un problema per gli stati moderni con tendenze accentratrici (guarda a caso le due rivoluzioni europee con chi se la sono presa: contadini vandeani e kulaki). In Italia il processo di distruzione di tale civiltà è stata portato avanti, dall'epoca industriale in poi (quando oramai era destino che la leadership economica passasse dalla agricoltura all'industria), da due soggetti: la Chiesa e le ideologie comuniste.

  • Remo Ponzini

    18/12/2014

    Ho letto tutti i commenti con grande interesse ma mi sono rimasti dei seri dubbi sulla praticabilità (o scappatoia) di spostare la sede del comune in località superiore ai 600 metri.
    Mi sono posto una domanda semplicissima : " ma è possibile che i luminari che sono al governo non abbiamo previsto questa via di fuga ? " Mi sembra che anche un bambino ci sarebbe arrivato senza troppe difficoltà.

    Quindi a questo punto, leggendo quà e là, mi è parso di capire che il governo abbia già pronto l'elenco dei comuni (dovrebbe uscire a breve) che saranno assoggettati a questa imposta.
    Cioè non vorrei che tutto fosse già deciso in base alle sedi storiche dei Comuni.
    Comunque questo conferma che avremmo bisogno di azzecca-garbugli di manzoniana memoria per capirci qualcosa.


    http://goo.gl/kpdrP7
  • Ricky

    18/12/2014

    Finalmente una buona occasione (al di là delle manfrine ideologiche) per vedere da che parte stanno gli apparati comunali e chi le governa.
    Le opzioni sono solo due.

  • Angelina

    18/12/2014

    "Le opzioni sono solo due."

    concordo: vedremo chi dopo aver dichiarato lo farà e chi no

  • Franco

    18/12/2014

    Quella specie di roditore ex sindaco di Firenze, ora primo ministro, non eletto, che ha regalato 80,00 € a quelli che già avevano una busta paga, 80,00 € che adesso deve recuperare tassando terreni improduttivi ! Terreni che già sono tassati ! Se non fosse drammatico ci sarebbe da ridere a crepapelle....Devono però stare molto attenti perchè come è già stato detto quando i mansueti si incazzano.....

  • Giuseppe Toffanin

    28/12/2014

    Come annunciato, la Lista Civica per Borgotaro ha presentato un proprio Ordine del giorno all'ultimo Consiglio, Protocollo n.8573 del 22/12/2014.

    "ORDINE DEL GIORNO
    IMU SUI TERRENI AGRICOLI

    La Lista Civica per Borgotaro pur condividendo le posizioni espresse dalla maggioranza osserva quanto segue:

    Non è ulteriormente sopportabile il giochetto dei partiti di lotta e di governo.

    Non era forse Sindaco il Presidente del Consiglio Renzi?

    Il decreto sui terreni in cantiere chi l'ha fatto?

    Se i Sindaci non sono d'accordo perché non escono dal PD?

    Il valore degli immobili, specie i terreni, non può essere collegato direttamente all'altitudine degli stessi o, peggio ancora,della sede istituzionale del Comune.

    Il collegamento diretto tra rendita dei terreni e tassazione é un anacronismo giuridico viziato da incostituzionalità in quanto non tiene conto delle differenti coltivazioni a livello locale.

    É noto che il valore per ettaro più alto si ha a differenti altitudini:
    La Val di Non per le mele, Valdobbiadene per il prosecco e la Piana di Albenga per i carciofi.

    Per quanto riguarda IMU, TARI e TASI si nota che qualsiasi tassazione basata sulle caratteristiche degli immobili é, di fatto, una Patrimoniale.

    Ciò premesso la nostra lista voterà contro l'Ordine del giorno della maggioranza e chiede ai Consiglieri, specie di minoranza, di votare il nostro ODG al fine di costringere il Governo a ritirare il Decreto in oggetto.

    Giuseppe Toffanin"


  • Ricky

    31/12/2014

    E complimenti per non aver pubblicato il mio post che segnalava che Fivizzano ha approvato lo spostamento della sede comunale.

    Finalmente si vede chi sta con chi.

    Auguri

  • Gigi Cavalli

    31/12/2014

    Ciao Ricky, ti assicuro che non è arrivato alcun commento in riferimento a Fivizzano (ho controllato nell'archivio anche ora), se vuoi rimandarlo siamo qui...

  • Ricky

    02/01/2015

    Va bene ci riprovo.

    Al di la del Molinatico, indipendentemente dal colore della giunta, qualcheduno fa gli interessi di chi lo ga eletto. Fivizzano sposta la sede comunale a Sassalbo per non pagare il pizzo.

    Fatti non pugnette.

    Vediamo se da noi sarà lo stesso.


    http://iltirreno.gelocal.it/massa/cronaca/2014/12/29/news/il-comune-di-fivizzano-sposta-la-sede-a-860-metri-per-non-pagare-l-imu-agricola-1.10577060
  • Ricky

    09/01/2015

    All'avvicinarsi della scadenza su sito del comune di Borgo Val di Taro è ancora presente la notifica del pizzo da pagare secondo la creatività governativa.

    Pieno allineamento, quindi, della giunta con chi gli garantisce la permanenza piuttosto che difendere gli interessi della popolazione.

    C.V.D.

  • Ricky

    09/01/2015

    Anche nel piacentino (Travo) c'è qualcuno che cerca di difendere i propri cittadini.


    http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/01/09/travo-sindaco-per-non-pagare-limu-sposta-comune-in-frazione/1325190/
  • Federico Rolleri

    11/01/2015

    Pericolo quasi scampato: il Tar del Lazio impugna la norma sull'IMU per i terreni agricoli.

  • Gigi Cavalli

    23/01/2015

    E' di oggi pomeriggio la notizia che i nostri Comuni (Valmozzola, Albareto, Compiano, Borgotaro, Bedonia, Varsi, Terenzo) continueranno ad essere esenti dal pagamento dell'imposta IMU sui terreni agricoli.


    http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2015-01-23/imu-agricola-cdm-fissa-nuovi-criteri-esenzione-totale-3456-comuni-155536.shtml?uuid=ABc8fziC
  • Belli A.

    25/01/2015

    Finalmente una buona notizia e grazie

  • Ricky

    28/01/2015

    Non certo perché al Comune qualcuno si è sbattuto.

    Finalmente si è visto chi sta con chi.

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 2 + 2 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com