post commenti
  • 2015: tutti insieme appassionatamente

    Si sa, dall’ultima cena dell’anno non si può pretendere molto, la strada è già segnata da baci e abbracci, brindisi, lenticchie, auguri per l’anno nuovo… sempre con il sorriso sulle labbra e la speranza che la previsione si avveri.
    La serata l’ho trascorsa a Bedonia, con gli amici di sempre, già questo potrebbe bastare, poi il ristorante La Pergola ha fatto il resto: lucine (tante), cristalli (altrettanti), fiori (un’infinità di composizioni), candele (ovunque si posava lo sguardo).
    Nulla di nuovo, per Betta e Angela è la consuetudine, ma questa volta ho respirato un’atmosfera diversa, c’era sempre qualcosa in più, un’aria d’altri tempi, di casa, “bedoniese”. Mi sono ricordato di feste passate, ho rivissuto quelle che mi hanno sempre raccontato, organizzate negli anni 60/70, con tanti amici, bicchierate, musica, balli, serenità.
    Nulla di predefinito e preconfezionato, la serata è nata da sola, spontaneamente, ci conoscevamo tutti, anche tra persone di Compiano e Borgotaro. A mescolare e unire i presenti ci ha pensato Michele, il DJ più in voga in valle, che con i suoi mezzi musicali, anzi “spaziali”, ha portato nuova linfa al locale, trascinando di fatto la festa dalla mezzanotte alle tre, con allegria e senza intoppi.
    Le prime ore dell’anno sono iniziate bene, ma oggi è un altro giorno e la realtà è quella che tutti ben conosciamo, ma a scanso di equivoci mi ripeterò: “Buon anno e serenità”, con il desiderio che questa sana espressione non rimanga solo di rito.

4 Commenti

  • Alessandra

    03/01/2015

    Un locale fiabesco da annotare e provarlo al più presto. Bedonia cuput mundi

  • Remo Ponzini

    03/01/2015

    Quanti ricordi vedendo e rivedendo il video che porta la firma del nostro Esvasante.
    Mi ha fatto sovvenire tutte le frequentazioni giovanili degli anni 60, quando, in piena espansione economica, si andava alla Pergola da mezzanotte in poi a compiere il rito dell'ultima cena (della giornata). C'era l'Anna gran maestra di cucina, la giovanissima Angela che iniziava ad apprenderne l'arte e la piccolissima Betta che spesso trovavamo addormentata su un divano angolare con il libro della scuola che penzolava esausto accanto a Lei.

    Ma ora faccio un balzo di 40/50 anni per fare un cenno alla bellissima serata di fine 2014. Se ne parlava da circa un mese e la grande novità era rappresentata dell'ormai famoso DJ locale Michele Carpani. Io non ero presente ma sapevo che alla consolle c'era questo talentuoso ragazzo che ha la capacità, con la musica che dispensa, di inserire i brani musicali più confacenti sia a scatenare allegria che ad appagare le sensibilità dei convenuti. Mi ha impressionato la dotazione elettronica di cui è fornito. Ha più strumenti lui che la Samantha Cristoforetti che naviga lassù nello spazio infinito.
    Non è tipo che improvvisa con quello che ha. Non conosce l'approssimazione ma anzi si dota del meglio che il mercato gli offre e poi ci mette passione e capacità infinite.

    Un'altra cosa che il video ci ha mostrato sono stati gli arredi e gli addobbi cuciti su misura per la grande serata. Io penso che se ne vedano ben pochi di locali di così alto livello. Si parla spesso di "architetti da interno" ma la Betta potrebbe salire su qualsiasi cattedra ed insegnare l'arte anche ai professoroni delle nostre università. Lo stupore assale appena si imbocca la scala; si resta di stucco quando si entra nel ristorante e poi il servizio interno fatto con una attenzione maniacale. L'aspetto culinario, per suddivisione dei compiti, spetta all'Angela che ha ereditato le capacità e le ricette di mamma Anna che ci ha lasciato da qualche anno.
    Io dico sempre che se La Pergola fosse locata nel raggio di una ventina di km. da una grande città acquisirebbe una notorietà ed una frequentazione ben superiore a quella attuale.

  • Berta filava

    04/01/2015

    Siamo stati benissimo, le titolari gentilissime e un posto incantevole (le pietanze riscaldate lasciavano un pò a desiderare) ma nel complesso un ultimo dell’ anno all' insegna del buon gusto

  • Sabina

    05/01/2015

    Locale di gran nome ma nonostante tutto mai provato.. presto faremo conoscenza ;)

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 2 + 12 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com