post commenti
  • Greta e Vanessa

    Mi schiero come la maggior parte degli italiani, la penso esattamente come la massa, sono demagogico: le ingenue Greta e Vanessa dovevano starsene a casa e se proprio volevano andare in Siria avrebbero dovuto annunciare prima che sarebbero partite a loro rischio e pericolo, senza interferire con la politica estera dell’Italia e soprattutto senza dover chieder conto alle nostre già fracassate finanze pubbliche.
    Quello che il Ministro riferisce, ovvero che l’Italia non paga riscatti, è una balla grossa come una casa, sarà senz’altro una giustificazione di facciata, ma che non pretenda che gli italiani se la bevano come l'Aperol al tavolino del bar.
    Troppo facile scendere dall'aereo con il viso “attapirato”, magari nutrendo il pentimento di quella loro leggerezza e ingenuità iniziale, tipica di due ragazze ventenni che desiderano cambiare il mondo, senza immaginare che non sempre gli ideali si sposano con la cruda realtà.
    Grazie alle due temerarie ragazzine abbiamo finanziato, si parla di 12 milioni di Dollari, un mucchio di soldi nostri, verosimilmente organizzazioni terroristiche.
    Si dice che è “bene ciò che finisce bene”, però adesso basta: dai prossimi eroici, valorosi e spericolati ragazzi che decideranno di partire per il fronte (beninteso, dalla parte della "bontà"), la musica deve cambiare, anche perché di volontariato da fare in Italia ce n’è da stancarsi.
    Per ora, dico per ora, Greta e Vanessa hanno segnato un punto a loro favore, quello di non aver aperto bocca su quanto accaduto. I ricordi della Sgrena e di tanti altri spavaldi rimpatriati sono ancora ben chiari.

44 Commenti

  • Micol

    16/01/2015

    Schietto Gigi. Pane al pane, vino al vino

  • Remo Ponzini

    16/01/2015

    Non hanno aperto bocca perchè avranno avuto ordini precisi dal nostro governo ma vedrai che queste due sprovvedute saranno ospitate in tutte le trasmissioni tv, intervistate da tutta la carta stampata e, per finire, scriveranno un libro sulle loro "imprese" valorose (?).

    Caro Esvasante, visto che sei un frequentatore di facebook, saprai già come la penso. Per ora mi contengo anche perchè attendo che queste due farfalline, povere di spirito e d'intelletto, ci diano qualche notizia veritiera sul loro operato squinternato. Ma temo seriamente che sentiremo delle gran frottole da queste due sconsiderate che hanno messo in difficoltà l'intera nazione

    Mi ha lasciato basito l'affermazione del ministro Gentiloni (allego link) che, rivolto al parlamento, ha detto che " l'Italia ha bisogno di queste cooperanti e volontarie". Ha persino negato che sia stato pagato un riscatto. Temo che consideri gli italiani dei creduloni o dei grulli.
    La chiudo qui velocemente con una espressione non mia ma che condivido:
    " Le oche son tornate a casa ed i ...Polli pagano ".


    http://goo.gl/ufHKhP
  • Il Geom.

    16/01/2015

    Ed ecco subito la risposta del ministro Gentiloni " Sul riscatto solo illazioni". Allora mi sembra di capire che le hanno liberate solo ed esclusivamente con opera di mediazione politica internazionale ??? Bene !!! Allora il ministro pensa proprio che gli italiani sia composto solo una massa di ignoranti che crede che esiste Babbo Natale ????

  • Rota Roberto

    16/01/2015

    Sono chiaramente felice che le due ragazze siano tornate a casa sane e salve. A gioco fermo è da non credere che delle ragazzine totalmente inesperte si improvvisino cooperatori internazionali andando allo sbaraglio in Siria, in una zona di guerra. Nonostante ciò non si capisce bene a fare cosa e a favore di chi. E non si conosce perché queste scelte sconsiderate debbano poi diventare un problema per lo Stato Italiano.

  • Noemi M.

    16/01/2015

    Concordo pienamente su CIO Che dici ..... Ma al giorno d'oggi mi sembrava giusto che queste due dovevano dare atto della loro """intelliegenza""" e dimostrarlo a ""Fatti"""" !!!!

  • Daniele Draghi

    16/01/2015

    Beh! che dire Gigi. Perfettamente in sintonia con le tue parole. Chissà chi avrà il coraggio di controbattere; certamente qualche falso moralista!!

  • Miramonti

    16/01/2015

    Ecco chi sono IN REALTA’ Greta Ramelli e Vanessa Marzullo e su' dai!!!!!!!


    http://www.imolaoggi.it/2015/01/02/ecco-chi-sono-in-realta-greta-ramelli-e-vanessa-marzullo/
  • Giovanni Doro

    16/01/2015

    Il rischio e il pericolo, se si cerca, va fatto a proprie spese. Non si può imputare ad altri quella che può essere sventatezza personale o voglia di esibirsi. Uno stato, non può assoggettarsi a ricatti. Se ciò avvenisse, diventerebbe una catena di S. Antonio senza fine. Chi osa e vuol rischiare deve sapere che è solo a suo rischio e pericolo. La vita umana è preziosa se si ha rispetto di quella altrui. Chi scala una montagna lo fa a suo rischio e pericolo, ecc...La serietà è nelle proprie azioni e responsabilità. Chi parte missionario per certi stati, sa quello che rischia, se è cosciente. Cosa centrano gli altri? Populismo? Penso proprio di no! Populismo, qualunquismo, che roba è?

  • Daniele Leonardi

    16/01/2015

    Ciò che mi disgusta di più è il fatto che ci sono altri italiani sotto sequestro e tutta l'attenzione è stata dedicata a queste due ragazze (salve per fortuna, non lo si può biasimare). Ma oramai siamo stati portati a sospettare di tutto.. fanno di tutto per salvare due ragazze? Allora si sospetta un doppio fine.. intanto gli altri sequestrati aspettano di essere strumentalizzati, un po' come i due marò

  • Gianluca Bonazzi

    16/01/2015

    Per me neanche un solo italiano dovrebbe stare la', da quelle parti..a portare cosa' ? La democrazia ? Ah, certo..quella che c'e' in Italia..come no !

  • Paolo Macario

    16/01/2015

    L' idea sarebbe quella di proporre ai rapitori un accordo, rapire anche me, poi ci si vede in Turchia e si dividono i soldi del. Sembra sia diventato un businnes fare soldi con i riscatti pagati degli italiani. Disoccupati di tutta Italia facciamoci avanti tanto peggio di così

  • Marcella Lomboni

    16/01/2015

    Concordo pienamente. Impediamo proprio che partano questi benefattori. Poi il pensiero è andato subito ai due marò... Proprio una bella politica estera la nostra.

  • Fed.ro

    16/01/2015

    ...la mamma delle sprovvedute è sempre incinta.
    Ma hanno solo avuto un'opportunità di lavoro (in realtà, un sentito interesse) eticamente ineccepibile in una terra lontana, dove, a differenza delle terre a noi vicine, gli ideali di solidarietà e carità sono ancora rinvigoriti dal bisogno.
    Chez nous, invece, la freddezza del nostro cieco procedere non dà spazio all'umana scoperta di nuove emozioni e motivazioni per il futuro.
    È un lavoro lento...

  • Bosi M.

    16/01/2015

    Così si creano precedenti. Due ragazzine sciocche e magari anche innamorate di qualche giovincello siriano, spacciandosi per volontarie partono da sole e allo sbaraglio per poi finire rapite ma sapendo che il loro governo pagherà. In questo modo si va a finanziare la causa dei terroristi (chissà se complici?).
    Lo Stato dovrebbe tutelare solo chi parte a capo di una organizzazione riconosciuta, Onlus, Medici senza Frontiere o similari. Se domani parto e mi faccio rapire dividiamo il malloppo?

  • Enrica

    16/01/2015

    Bravo Gigi! Mi associo: hai proprio espresso quello che la maggioranza delle persone pensa!!! speriamo a questo punto che non decidano di fare come le due Simone, che dopo tutte le mediazioni internazionali furono rilasciate e dopo essere rientrate in Italia, aver salutato parenti ed amici e ringraziato, ignorando tutto lo scompiglio che avevano causato, ripartirono come se nulla fosse per i medesimi luoghi nei quali avevano deciso di trascorrere la loro vita. Come dice un vecchio, detto "a fare del bene agli asini, si prendono solo calci" e in questo caso, come disse Totò... "e io pago"

  • Serendippo Nel Cespuglio

    17/01/2015

    Concordo in pieno con quello che dici. La cosa peggiore è cosa ci faranno di quei soldi e quanti altri verranno stimolati a provare a rapire altri cooperanti perche "paga". In Italia abbiamo una legge che vieta di pagare i riscatti e blocca i fondi alle famiglie e il Governo fa il contrario quando l'italiano viene rapito all'Estero (e poi dichiarano pure di essere orgogliosi di quello che hanno fatto) In Inghilterra se vuoi metter su un'associazione di cooperazione ti finanziano pure, ma come prima cosa devi dimostrargli di sapere cosa stai facendo, il tuo piano di sicurezza, le tue strategie per cavartela laggiù, se sei uno sprovveduto non parti

  • Remo Ponzini

    17/01/2015

    Il ministro Gentiloni ed il pagamento del riscatto.
    Ieri sera ho seguito otto e mezzo e l'argomento era inerente a queste due improvvide ragazze. Guardate l'imbarazzo, le risposte non date e l'atteggiamento equivoco (con tanti "non so") nel video che allego.

    Dal minuto 8,35 in poi.


    http://goo.gl/xWua0i
  • Laura

    17/01/2015

    Per favore dispensateci dai festeggiamenti del ritorno delle "due ragazze". Per la loro liberazione sono stati spesi 12.000.000 di dollari, quanto bene si poteva fare a chi ne aveva veramente bisogno??? Invece sono stati spese per due che un giorno decidono di partire, non sapevano neanche loro cosa andavano a fare: Il Ministro che è andato loro incontro poteva risparmiarselo, non sono due eroine.
    SONO MOLTO DISGUSTATA E AMAREGGIATA, perchè per chi ha veramente bisogno non ci sono soldi per i colpi di testa si... mi auguro solo che altre teste vuote non ripetano lo stesso errore.

  • Alberto Squeri

    17/01/2015

    Difficile dire chi ha torto o ragione, ma la logica mi schiera vicino al buon Gigi, anche perchè, ora, tutti gli italiani all'estero sono sicuramente merce pregiata e il terrorismo arricchito dalle nostre povere casse (difficile non pensare ad un esborso di denaro sentite le parole del ministro-saponetta)

  • Carlo Delnevo

    17/01/2015

    Non vogliamo più soccorrere e spendere soldi per chi si è messo nei guai da solo? Perfetto, cominciamo a lasciar morire per strada chi ha avuto un incidente perché ha alzato il gomito, e dovremmo anche evitare di andare a cercare alpinisti ed escursionisti imprudenti. Queste due ragazze hanno sicuramente sbagliato, ma hanno sbagliato per generosità , altruismo e perché sono molto giovani. Hanno la mia simpatia e la mia solidarietà.

  • Gigi Cavalli

    17/01/2015

    Carlo, capisco, ma davvero, la tua posizione e quella di coloro che la pensano diversamente da me. Il mio pensiero era però un altro, quello di evidenziare la leggerezza delle due sciagurate fanciulle, partite per un paese in guerra senza pensare minimamente alle conseguenze… loro personali e quelle del loro paese d’origine, costretto poi a tirarle fuori dai guai, ma con un metodo che alla fine ha finanziato gli stessi sequestratori.
    Ti faccio io una domanda e per farla prendo in prestito il film uscito ora nelle sale “American Sniper”… se tu fossi stato quel cecchino, avresti sparato o no al bambino imbottito di esplosivo… “Mors tua vita mea” ?

  • Daniele Draghi

    17/01/2015

    Ma scusate, serve andare in Siria o in qualsiasi altro paese per fare volontariato ?
    Per favore basta avere idee ridicole!!

  • Gigi Moglia

    17/01/2015

    Va bene, vi hanno liberate. Il popolo ha pagato per una vostra scelta. Sono contento siate illese. Ma far del bene qui no?? Cè tanto bisogno di aiuto anche di fianco a casa vostra, ne sono certo. Dovevate per forza sentirvi appartenenti a qualcosa di "grandioso" per essere appagate??? Che poi, diciamolo, l'aiuto lo si da quando qualcuno lo gradisce. Altrimenti è solo imposizione. Di pensiero, di modi. È di fatto un'intrusione fastidiosa in casa di qualcuno che da sempre non ci vuole. Siamo tutti contenti che siete in buona salute. Ma "chi è causa del suo mal pianga se stesso", vale per voi e per loro, vale per tutti e tutto. Spero ora non ci massacrino i maroni con servizi giornalistici in stile Barbara D'Urso. Non siete eroine o sopravvisute, siete solo due sciocchine pagate a peso d'oro.

  • Amechi

    17/01/2015

    Vi racconto una ipotesi da fumetto. Una delle due o entrambe si invaghiscono, durante le loro frequentazioni a manifestazioni ecc., di qualcuno che ha agganci con i gruppi terroristici siriani. Allora le due stupide, con gli ormoni che ballano, partono alla volta di Aleppo dove, amara sorpresa, vengono rapite. Rimangono pertanto prigioniere con il cuore infranto e creano tanti tanti problemi al loro paese di origine! O forse il loro cuore non é infranto per niente e tutta la faccenda é una messinscena per riempire di 12 milioni di euro le tasche dei fanatici??!!!
    Ipotesi non totalmente da scartare, visto che tra le loro amicizie su facebook figuravano alcuni tra i peggiori tagliagole e assassini di organizzazioni terroristiche

  • Sante

    18/01/2015

    I soldi del pagamento del riscatto li devono sborsare loro...due figlie viziate che non sapevano cosa fare e pure filo islamiche. ...

  • Ruggero

    18/01/2015

    Cominciano ad uscire tanti dubbi sulle due eroiche bambine........ma davvero tanti........Facebook lascia tante tracce e l'elenco delle loro frequentazioni è saltato subito all'occhio!!
    Ma tu guarda queste sprovvedute ed innocenti ragazzine........partite bionde e tornate more!!!

  • Miramonti

    18/01/2015

    Secondo quanto si legge nelle informative riservate dei Ros, le due cooperanti sarebbero state tradite dagli stessi rivoluzionari che volevano sostenere. Spuntano intercettazioni con siriani, residenti nel bolognese, considerati vicini a gruppi jihadisti.

    “Sesso consenziente con guerriglieri”

    Si devono vergognare a vita....e riscattare tutti i soldi che sarebbero serviti per aiutare malati cronici , anziani, famiglie senza reddito, medicine per chi non riesce a comprarle. Vergogna a vita.


    http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/01/18/greta-vanessa-libere-gasparri-twitter-sesso-consenziente-guerriglieri/1348344/
  • Giusy

    18/01/2015

    Se una persona va sulle Dolomiti in infradito e si perde paga l’elicottero perché non l’ abbiamo mandata lì noi.

    Per chi va a proprio rischio e pericolo in qui Paesi, è bene che i costi siano a suo carico. Quindi, nei confronti di queste ragazze si faccia una confisca a vita fino a che si ‘cuberanno’ 12 mln di euro, sempre se è vero che è stata pagata questa cifra”.
    Il modello da seguire sarebbe già applicato in Veneto da Zaia: “Questo modo di comportarsi non è né più né meno di quello che facciamo in Veneto quando una persona va sulla Marmolada o sulle Dolomiti in infradito: se si perde, paga l’elicottero, perché non lo abbiamo mandato noi lì”.

  • Dolores

    18/01/2015

    Avete detto tutto voi e concordo pienamente, tranne che con Carlo, naturalmente!
    I miei nonni direbbero a quelle ragazze che con tutto quello che hanno combinato, fanno un frettoloso saluto alle telecamere, e vorrebbero essere lasciate in pace.........poverine!:- ve ghe vurèiva una bèla pessà in tu dedrè quandu vurèivu partì! Ma forse la meriterebbero di più i loro genitori, ma, ci sarebbe troppo da dire............Intanto è fatta ormai!Servisse almeno da lezione! Ma ci credete voi?

  • Claudio Agazzi

    18/01/2015

    Buonasera

    Io ho fatto parte per poco tempo di un gruppo che organizza aiuti per bambini in difficoltà. Tra i vari territori c'è anche la Siria. Devo dire che in tutto quello che ho visto non ho mai notato commistioni con religioni, bandiere o altro. Quello che traspare dall'atteggiamento di queste due regazze è proprio il senso di appartenenza politica verso un gruppo di persone per le quali la religione, il fondamentalismo è ragione di vita o perlomeno molto importante. Le foto con le bandiere, con cartelli e altro ancora.

    Detto questo io a due ragazze di poco più di vent'anni non mi sento di mandare improperi solo perché alla fine sono tornate anche grazie ai miei soldi contribuente. Se mio figlio un domani facesse un errore sarei grato se la collettività si facesse carico del suo recupero. Viviamo in una società proprio per quello.

    Quello che non mi piacerebbe è il reitero di un'azione che con grande evidenza non ha portato benefici a nessuno se non a coloro che eventualmente avessero incassato un riscatto.

    Quello che non mi piace è il non ringraziare e il non chiedere scusa alla stessa collettività che prima ho invocato. Mi pare però che loro l'abbiano fatto o lo stiano facendo e questo a me basta.

    Apprezzo sempre chi riconosce i propri errori o perlomeno chiede scusa se le proprie azioni hanno arrecato danni ad altri.

    Cordialmente

    Claudio Agazzi

  • Barbuti G

    19/01/2015

    Le prime sequestrate che ingrassano 10 kili invece di dimagrire! Che le abbiamo pagate a peso d 'oro?

  • Piero Rizzi Bianchi

    20/01/2015

    L'intervento dell'amico Claudio, civile come sempre, mi dà motivo a dare anch'io il mio piccolo contributo a questa che letteralmente è stata una valanga critica di pareri che, pur con gli ovvi distinguo personali, hanno avuto quale comune caratteristica di essere pressoché all'unanimità dalla parte del buon senso, e non da quella del fintume.
    Già, perché in questo primo assaggio di 2015, anno in cui pur dovremo sorbirci l'Expo, ossia la finta efficienza, abbiamo già potuto assistere al finto martirio (i fanatici di Parigi) ed ora, appunto, al finto umanitarismo: ed è molto chiaro che a tutto questo diabolico sconquasso si potrà dare un rimedio solo attingendo a veri valori (quindi, con tutto il rispetto per quei poveri morti, non rispondo "IO SONO CHARLIE", ma "IO SONO CRISTIANO").
    Venendo al caso specifico, certo che bisogna rallegrarsi che le due sventate e indottrinate protagoniste non abbiano dovuto pagare con la vita la loro fumosa temerarietà; però, visto che, per (assai relativa) fortuna, abbiamo potuto pagare noi cittadini di tasca nostra, sarebbe almeno il caso di chiedere qualcosa -anzi di pretenderlo, vista la situazione che di tutto aveva bisogno meno che di altri esborsi (andati A CHI, poi!).
    Io dico che un prossimo Governo (da quello attuale, del tutto delegittimato, non mi aspetto nient'altro che la sua rovinosa caduta), un vero Governo, quindi, dovrà porre in chiaro il grave problema di questa finta "cooperazione", avviando severissimi controlli e non esitando, quando sia il caso, a vietare l'espatrio, o a permetterlo solo in cambio della preventiva rinuncia alla cittadinanza italiana, a bello scanso di equivoci...
    In conclusione, si tratta -né più né meno- di un lato di quella medaglia che, sull'altra faccia, vede effigiati gli aspiranti eroi islamici, ugualmente partiti dalle terre d'Occidente, italici lidi compresi: una medaglia da gettare nel tombino.

  • Miramonti

    20/01/2015

    Lo 007 in pensione ricorda i sequestri dei quattro contractor in Iraq, di Daniele Mastrogiacomo, di Enzo Baldoni e di Giuliana Sgrena: "Impossibile riportare a casa i rapiti se non si danno tanti soldi a miliziani e informatori. La guerra è un business"
    La verità è che abbiamo sempre pagato. S.E.M.P.R.E. Te lo dico a caratteri cubitali, così lo capisci e la finiamo qui”.

    Questa è l' Italia con le pezze al culo


    http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/01/19/greta-vanessa-ex-dei-servizi-segreti-ostaggi-litalia-sempre-pagato/1352334/
  • Angelina

    20/01/2015

    O sei con me o contro di me. Lo dicono anche gli americani dopo l’11 settembre:
    in tal modo, evidentemente, non si lascia nessuno spazio ad alcuna analisi diversa, o alternativa, e addirittura si elimina la possibilità stessa di poter criticare le proposte fatte in quanto, in questo modo, si passa dalla parte del "nemico".

    Rapiscono ingegneri, giornalisti, geometri, medici, turisti, militari ecc. tutti ben ar(ruolati) in questa società, aventi ruolo riconosciuto, e per loro si possono pagare molti soldi o scambiarli con super-prigionieri: chi fa qualcosa d’altro, che un tipo di economia non riconosce, allora deve essere “massacrato”.

    Chi ha voluto provare ad uscire di casa e creare un mondo che non esiste su basi differenti viene insultato da chi con il suo privato resta a casa a guardare la tv e a leggere i giornali.

    Per la loro incoscienza, perché portano bende, medicinali (se non fossero riusciti a portarle a casa) avrebbero pagato con la vita.

    E questo basta se ci pensate bene.


  • Marino

    20/01/2015

    Io avrei la cura per le due tipette, visto che hanno una predisposizione per certi luoghi le sottoporrei ad un trattamento di 4 mesi ininterrotto alle cure di zenza raggi, mitico pornoattore turco.
    il vecchio zenza saprebbe magari soddisfare la loro voglia di aiutare il prossimo, col ricavato del lungometraggio si potrebbero recuperare alcuni soldi di noi contribuenti spesi per riscattare le pulzelle.
    a parte gli scherzi visto la supponenza ed arroganza che hanno io le avrei lasciate ancora volentieri a godersi il velo nero presso i loro amati siriani. fuck

  • Esule

    21/01/2015

    @Angelina:

    E' dura la nostra lotta con la realtà nevvero?!!!


    https://www.youtube.com/watch?v=1Y7Se_MjpZs
  • TEMPESTA

    21/01/2015

    Sci fuori pista, ti perdi, procuri una valanga e ti trovano....paghi le spese di soccorso.( PUNTO )

  • Esule

    21/01/2015

    @Angelina:

    E' un tuo amico?

  • Marino

    21/01/2015

    Il commento nel link messo da angelina sugli insulti alle due dementi liberate è, a mio parere, una delle più grandi porcate che io abbia mai letto, con paragoni assurdi e una massa di cazzate inripetibili.
    bisogna far firmare due righe a chi vuole andare all'estero a fare il buono nelle quali assume ogni responsabilità per le sue scelte, un conto è andarci per lavoro o a fare informazione come giornalista, un conto è andarci per fare la fighetta di sinistra che poi di sinistra non ha niente.
    non è che il paese ha toccato il fondo, come si legge nel link è che si è rotto le palle di buttare soldi per niente, visto che ormai molte famiglie italiane sono sull'orlo della povertà.

  • Angelina

    22/01/2015

    @esule

    se... è un tuo amico = tutti i predicatori di pace con idee concrete, si

  • Esule

    23/01/2015

    @Angelina:

    Non esistono "idee concrete" (già l'espressione che usi è un ossimoro) semmai sono le azioni ad esserlo, ma lo sono se si agganciano alla realtà ("Rtà") ovvero sono appropriate.

  • Angelina

    27/01/2015

    Giusto!
    Le azioni fatte coi piedi producono una realtà puzzolente (se non lavati spesso).

    Le persone sono incapaci di uscire dall'insieme dei concetti ammessi e continuano a girarci introrno in modo grottesco (Albert).

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 12 + 3 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com