post commenti
  • Varese Ligure: la valle del biologico

    Siamo alle spalle della riviera ligure che va da Chiavari, Levanto alle Cinque Terre. Il paesaggio si apre sulla piana del Magra, ma una volta giunti in Val di Vara la sorpresa è davvero stupefacente. La Val di Vara ha un’estesa superficie di boschi ben conservati, è considerata il polmone verde dalla Liguria. Le Cinque Terre sono il suo sbocco al mare.
    Se Brugnato apre la vallata, almeno per chi arriva dall’autostrada A12, Varese Ligure la chiude in cima.
    “Comune” significa campagna, perché il paese di Varese Ligure è minuscolo e di rara bellezza, racchiuso in una bomboniera di case porticate che fronteggiano un poderoso castello.
    Nella vallata circostante prevale la produzione biologica di carne, latte, yogurt, formaggi, ortaggi e frutta. L’intuizione è stata del sindaco di allora, Maurizio Caranza (fine anni ‘90), quella di fare di Varese Ligure il primo paese in Italia votato all’ecosostenibilità, attraverso la certificazione internazionale ISO 14001, che attesta una gestione attentissima ai parametri della protezione ambientale.
    Per quel che riguarda il cibo certificato biologico, oltre alle tante piccole produzioni, sono ben cento le aziende che fanno parte del “Consorzio Valle del Biologico”. La Val di Vara si sviluppa quaggiù a due pasi dal mare e lassù sull’Appennino, al confine con la Valtaro, in provincia di Parma... l’avanguardia della produzione agricola biologica.

0 Commenti

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 9 + 4 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com