post commenti
  • Valtaro & Valceno 2.0

    È stato il punto di partenza, non di arrivo. Sono stati tre giorni intensi e ricchi di eventi, il cui vero fine è stato quello di fare comprendere ai centotrenta soci, alla popolazione e agli amministratori locali (e non), la vera sostanza del percorso che si è prefisso il “Consorzio Lovetaro&ceno” con la sua costituzione.

    Una strada innovativa che si prefigge di combattere lo spopolamento del nostro territorio e, nello stesso tempo, di costruire un’offerta produttiva e turistica in grado di incidere in modo sempre più rilevante sull’economia dei nostri paesi.
    In questo senso, le parole del Presidente del Consorzio, Claudio Agazzi, sono state chiare: “Uno sforzo comune, un circolo virtuoso tra imprenditori privati, istituzioni pubbliche e società civile che remano tutti nella stessa direzione, ovvero: proteggere, agevolare e sostenere le nostre due vallate con tutti i mezzi possibili”.

    La testimonianza oggettiva di queste prerogative sono state la pubblicazione del nuovo portale di valle “lovetaroeceno.com”, l’App. “Loves” e la realizzazione di un video che valorizza i contenuti più attrattivi delle valli: dalla natura ai paesaggi, dalle tradizioni allo sport, all’atmosfera che si respira nella nostra parte di Appennino. Tutti investimenti importanti, non solo economici, poiché vanno a colmare un vuoto congenito locale, quello della promozione turistica digitale.

    Dall’appuntamento è uscito un altro efficace obiettivo, quello di istituire “La Borsa del Viver Bene in Montagna”, un indicatore che da una serie di parametri misurerà, tra gli altri, accoglienza, servizi, salute, comunità, lavoro e sviluppo, per arrivare a stilare una vera e propria classifica del benessere montano. Un progetto che vede collaborazioni fondamentali ed autorevoli come l’Istituto per la Certificazione Etica ed Ambientale (ICEA) e l’Università degli Studi di Parma.

    Al termine della mattinata c’è stata anche la presentazione del nuovo indirizzo “Agrario” assegnato alla sede di Bedonia dell’Istituto Zappa-Fermi, oltre alla premiazione per la miglior narrazione sul tema "Vivo il mio paese", conferita all’alunno Francesco Moglia.

3 Commenti

  • Camila Parada

    21/06/2016

    Come si può fare per avere una copia "della miglior narrazione sul tema "Vivo il mio paese", conferita all’alunno Francesco Moglia"?
    Grazie.

  • Lovetaro&ceno

    21/06/2016

    Ciao Camila

    Te la mandiamo direttamente per e-mail.

    Ciao

    Lovetaro&ceno

  • Daniele Uboldi

    22/06/2016

    Piacerebbe anche a me averla.
    Grazie, Daniele

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 1 + 1 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com