post commenti
  • La Madonna di San Marco

    Ho visto un ragazzo girare sull'autopista: sigaretta da "bullo", seduto sullo schienale, con una gamba fuori, una mano sul volante e l'altra aggrappata al palo; ho visto atteggiamenti soddisfatti ed orgogliosi per essersi fatti amici 'quelli del calcinculo'; ho visto il cartello 'sempre si vince'; ho visto un bambino ritornare a casa con il sacchettino del pesce rosso in mano; ho visto un gruppetto di ragazzi a contare i soldi per comprare altri cinque gettoni; ho visto due ragazzini girare tra la gente abbracciati, da veri morosini; ho visto mogli 'tirare' per un braccio il marito e poi entrare insieme in chiesa per una visita alla Madonna; ho visto signore sedute sulle panchine a 'guardare chi passa' mentre odorano il tiglio in fiore; ho visto gareggiare al 'pugno' e raggiungere punteggi da 'poppante' o 'forzuto'; ho visto sparare per mezz'ora al 'tiro a segno' e dopo chiedere lo sconto in ginocchio; ho visto un bambino strappare il codino mentre guidava sorridente la carrozza del far west; ho visto visi affondati dentro a una nuvola bianca di zucchero filato; ho visto persone sostare giorno e notte al banchetto dei 'chiodi' per non piegarsi mai; ho visto uomini brontolare per aver vinto alla lotteria uno scampolo di stoffa nonostante avessero estratto un 'numero'; ho visto bancarelle con attorno decine di persone e comprare dal venditore 'all'ultimo urlo' altrettanti taglia-verdure; ho visto una mamma tenere per mano la figlia sulla 'giostra dei piccoli'; ho visto il figlio del vigile girare con una manciata di gettoni: 'che figli fortunati'; ho visto una bambina piangere perchè gli è 'scappato' il palloncino; ho visto veri 'lanciatori' far prendere la 'coda' dopo un solo giro di 'calcinculo'; ho visto la durata del giro in giostra: nelle prime sere cortissimo, alle ultime 'infinito'; ho visto applausi prolungati dopo i brani della banda del paese e sbuffate durante i discorsi dei politici; ho visto visi rivolti al cupolone ed esclamare un 'ohhh' di stupore ad ogni fuoco d'artificio; ho visto le giostre nell'ultima sera, prima della partenza, mezze smontate ma funzionanti; ho sentito il figlio di un mio amico dire al suo compagno 'quando ero bambino mi piaceva andare sugli aerei'.
    Alla fine ho considerato che in trent'anni non è cambiato niente, ma proprio niente. A parte me.

22 Commenti

  • tatagi

    16/07/2008

    e' proprio vero! caro Evaso anche oltre cinquant'anni fa! non e' cambiato niente.Ma questa e' la sagra.Io da tanti anni non vado alla festa della Madonna di San Marco ma, ho chiesto se c'erano ancora i venditori di collane di nocciole, ''una mia coetanea'', mi ha risposto di non averne visto. Tu che sei un attento e fine osservatore li hai notati o a te le collane di nocciole non interessano? complimenti per il tuo blog arrivederci a presto

  • Amelia

    16/07/2008

    è da qualche anno che porto a san marco i miei figli e quando mi chiedono "mamma posso fare un altro giro" non riesco a dirgli di no

  • Annalisa

    16/07/2008

    Io trovo che sia un'opportunità e una fortuna ritrovare alcune cose o alcuni luoghi ancora come tempo fa: potresti provare a fare qualcosa che allora non avevi fatto o ripetere qualcosa che ti era piaciuta, oppure potresti avere le stesse occasioni e decidere con più esperienza e discernimento.
    però, questa volta, non bisogna lasciarsi scappare nulla ...!

    (Anch'io mi ricordo le collane di nocciole: bellissime!)

  • Esvaso

    16/07/2008

    Tatagi... intanto benvenuta e grazie.
    Le collane di nocciole le ricordo benissimo, era un "trofeo" da riportare a casa immancabilmente ogni anno.
    In effetti è già da un po' di tempo che non vedo più le "zerasche" stendere il loro fazzoletto blu a quadri bianchi, il "mandillo" appunto, per vendere verdure di stagione e collane di nocciole.
    Per fortuna che ci sono i ricordi a non tramontare mai....
    Torna pure a trovarci quando vuoi.

  • max

    16/07/2008

    ... quest'anno sono lontano da Bedonia, non ho potuto accompagnare i miei bimbi sulle giostre: è così bello cedere alle loro inistenze e fargli comprare altri gettoni, vedere la gioia nei loro occhi quando capiscono che stai per cedere e in cuor tuo sai già che probabilmente cederai ancora.
    Ma passeggiando in un viale ho sentito l'inconfondibile profumo dei tigli che per me è legato indissolubilmente alla festa della Madonna di San Marco e per un attimo ho visto le mille luci delle giostre, i colori delle bancarelle, ed il profumo dello zucchero filato, e sullo sfondo le note di una banda...

    max

  • Claudio

    16/07/2008

    Quando le luminarie di via Monsignor Checchi si accendono diventiamo tutti nuovamente bambini. Quando lungo la strada iniziamo a sentire che la musica si fa sempre più vicina il passo si affretta. Il luna park è a due passi. Gli occhi si spalancano, vogliono seguire quelli migliaia di luci che si accendono e si spengono, quasi a voler fluttuare con loro a mezz'aria. La festa della Madonna di San Marco non ha età per essere vissuta, la si sente dentro con quell'energia che la contraddistingue da ogni altra festa, nemmeno se possedesse la forza di trasformarci ancora tutti in eterni bambini.

  • da Arianna

    17/07/2008

    ...ma non hai visto mia figlia "rubare" il codino in mano alla cuginetta!!! baci a te Gigi

  • paolino

    17/07/2008

    ma questa volta ho visto rubare merce nei negozi!!! slavi brava gente...

  • fiascotti

    17/07/2008

    ....questa è la Madonna di San Marco......

    bella perchè è così, sempre uguale a se stessa.

    P.S. le collane di nocciole c'erano, non dalle zerasce ma in un banco "moderno" io ovviamente l'ho presa .........come da copione.

  • Luciano

    17/07/2008

    Veramente c'erano ancora le collane di nocciole???? mamma mia allora non è proprio cambiata!!! E' da qualche anno che manco e mi avete fatto venire il nodo alla gola
    Ringrazio tutti per questi bei momenti

  • tatagi

    18/07/2008

    sai fiascotti, come mi hai fatto felice! sapere che le collane di nocciole....c'erano !! per me e' anche questo la Madonna di San Marco anche se da tanto non vado ma,nei miei ricordi c'e' sempre e questo basta! Grazie per avermi dato questa notizia! Si per me e' emozionante . Mi vedo felice con la collana al collo,ma non durava tanto..........

  • hugoconte

    18/07/2008

    Saranno stati quei due kosovari che giravano in bicicletta i giorni scorsi a tutte le ore a rubare nei negozi...quei kosovari che aspettano gli aiuti umanitari...comunque un oggetto è stato riconsegnato in un vaso di fiori...

  • tempesta

    18/07/2008

    anticipa MARONI...alla prox prima che entrano le rilevo le impronte...slavi brava gente.

  • Stellina

    18/07/2008

    Ma cosa racconti sulla Madonna....
    di la verità che hai sognato tutto.... eri a letto con la scimmia!!
    Baci

  • Serena

    19/07/2008

    la sagra di Bedonia "sempre la ricordo" come la fiera degli oggetti inutili.... però ogni anno torno a casa con qualcosa nella borsetta, forse l'aspetto curioso è proprio quello di esserne consapevoli

  • tatagi

    20/07/2008

    caro luciano, ci sono fatti, cose e persone che non cambiano mai! sai perche' ? perche' vivono nel cuore e danno emozioni che segnano la vita di ognuno di noi. gli evasisti sanno cogliere ed apprezzare attimi, sensazioni , gesti che sono nel profondo di ognuno di noi e comuni in ogni epoca....... il segreto è sapersi fermare e godere di tutto cio' che non costa niente,ma rende felici e ricchi!

  • luciano

    20/07/2008

    Vi ringrazio tutti di cuore, mi sembra di sentirmi a casa

  • patty

    21/07/2008

    La festa in paese ..................un modo per tornare bambini e "non"!
    Vecchi ricordi che affiorano alla mente con molta piacevolezza, ma anche un momento d'incontro con vecchi amici, conoscenti persi di vista da tempo; incontri inattesi, piccoli momenti di piacere che accendono nel cuore scintille di gioia che durano un anno intero!

  • Pippi70

    21/07/2008

    ...ti è forse sfuggita la fontanella del cocco? Sempre nello stesso posto e sempre pronta a schizzarti d'acqua appena la avvicini... Ah, cara Madonna di San Marco, sempre attraente, sia per grandi che per piccoli. Quanti ricordi legati ai profumi, agli odori, ai rumori, alle luci; anche se la fontanella di sasso illuminata un po' mi manca, chi se la ricorda? Chissà che fine avrà fatto! E un altro anno è passato, e forse questa festa rimane la più attesa... Un bacio e alla prossima!

  • Fiora du curado

    02/12/2014

    ......ma ve le ricordate le bambole della pesca di beneficienza? (mai vinta una)
    erano là a fare da sfondo con i loro immensi abiti colorati e i capelli raccolti a ciuffo con le manine protese e chi le vinceva le sedeva in bella mostra sul letto o in mezzo al tavolo dellla sala buona

  • Anna Maria

    10/07/2016

    Mi emoziono sempre a sentire parlare di questa festa. Che belli questi ricordi che fan tornare bambini

  • Lucia Tagliavini

    10/07/2016

    Oggi a Bedonia è festa grande, lassù al Santuario immagino un piazzale pieno di gente... le giostre, la lotteria come un giorno di tanti anni fa, quando la c'ero anch'io e lo scultore e architetto Aldo Tagliavini, mio papà, lavorava per rendere bella la chiesa della Madonna di S. Marco. Voglio regalare a Bedonia un mio scritto: prendiamolo come una bozza di qualcosa di piu ampliato che un giorno scriverò.
    Un volo col pensiero a Bedonia lo faccio volentieri, tra delle carte cercate da tempo dove sotto forma di progetti è chiara la presenza della mano di Aldo e c'è una Valtaro tutta da scoprire, ho trovato la cripta del Santuario della Madonna di S. Marco. Ora: che Tagliavini avesse lavorato all'esterno di quella chiesa non avevo dubbi.... ma che avesse lavorato all'interno questo non lo sapevo... c'è un segnale lassù, dove il cupolone si staglia verso il cielo: la Pigna di Tagliavini tanto amata in Valtaro, significato simbolico di quel verde e di quella frescura che ci offrono i nostri boschi. A questo punto vorrei sfidare chiunque a sapermi dire il numero di tutte quelle colonnine costituenti le balaustre che ornano la chiesa e che troviamo anche intorno al cupolone. Allora pensiamo che a valle, presso la ditta Tagliavini a Borgotaro, in tanti lavoravano per noi e per rendere bella la nostra valle.
    Un pensiero di riconoscenza a tutti quanti!!!

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 10 + 8 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com