post commenti
  • Ottocento in Valtaro

    Ho letto questo ultimo libro di Giuliano Mortali con piacere e quasi d’un fiato. Mi è piaciuto perché probabilmente cercavo altri tasselli da aggiungere alla mia continua curiosità storica e devo dire che li ho trovati.
    “Ottocento in Valtaro” è composto di otto ricerche storiche che hanno caratterizzato quel secolo e tutte, a loro modo, ti conducono attraverso la storia dei nostri paesi, compresa quella rilevante dell’emigrazione. 

    Degno di nota è infatti il capitolo dedicato ai girovaghi bedoniesi. L’analisi del “Libro dei permessi” di Giuseppe Dallara ha consentito di ricostruire il lungo girovagare di quella famiglia attraverso l’intera Europa e il nord Africa, ma non solo, pagina dopo pagina si possono anche percepire alcuni aspetti di quella vita “grama”, facendo soprattutto emergere tutte quelle problematiche quotidiane legate all’attività di “Suonatore e conduttore di animali”.
    Bellissimo e curioso anche l’argomento dedicato al mercato settimanale di Bedonia, ho infatti scoperto che si svolge dal lontano 1565 (e chi lo sapeva?), mentre i restanti capitoli sono dedicati ai duecento anni del Comune di Bedonia; al libro dei morti collegato alla comunità di Baselica; al terribile uragano del 1815; alle controversie tra anagrafi comunali e parroci; all’Unità d’Italia vissuta localmente; all’attività del CAI sul Monte Penna.

    Insomma, leggerlo ne vale la pena ed è quasi necessario se amate la storia, la nostra storia.

9 Commenti

  • Dada

    28/03/2012

    Bello GG! Anche a me piace tanto la storia delle vostre vallate e ho comprato e letto tutto quello che ho trovato, soprattutto inerente al periodo della seconda guerra e della resistenza (che mi hanno ispirato il racconto "ciuffo"); ma questo libro si trova in vendita? E dove?

  • Sandy NY

    28/03/2012

    Caro Gigi

    dove posso aquisire questo libro

    grazie

  • Giuliano Mortali

    28/03/2012

    Grazie, Gigi, per la bellissima recensione a questo mio libro. Penso proprio anch'io che valga la pena leggerne i vari capitoli. Riguardano vari aspetti della vita dei nostri antenati durante l'Ottocento, con il susseguirsi di novità e di cambiamenti istituzionali che ne hanno caratterizzato lo scorrimento.

    P.s.
    Il Libro è in vendita presso le librerie e le edicole locali (per ora solo Bedonia), ma è possibile un invio postale a chi lo richiedesse, nel caso scrivetemi: g.mortali@tin.it

  • Claudio M.

    28/03/2012

    Libro molto imteressante, specie sul "Quarantotto" e sul libro dei commenti autografi
    degli escursionisti al Monte Penna. Grazie a Giuliano e agli altri "Dissidatori" di documenti messi a disposizione dell'autore e della comunita'.

  • Sfaraja

    28/03/2012

    Complimenti a Giuliano per l'ennesima stupenda opera su Bedonia, l'ho letto in un baleno, devo dire che se ne interessato anche mio figlio...... che solitamente......

  • Claudio Agazzi

    28/03/2012

    Buonasera

    Purtroppo non l'ho ancora letto. Lo farò.
    Volevo approfittarne per fare i complimenti a Giuliano. Instancabile ricercatore che ha dedicato tantissimo tempo a qualche cosa che appartiene a tutti.
    Se un domani rimarrà traccia della nostra storia, della nostra cultura lo dobbiamo anche a lui.

    Grazie.
    Claudio Agazzi

  • Marco Biasotti

    29/03/2012

    Complimenti a Giuliano...la prima volta che vengo a Bedonia lo compro sicuramente.

  • Brontolo Ne

    30/03/2012

    come Gigi in parte sa ed in parte certamente s'immagina, sono un appassionato delle "origini" e queste si trovano vive e vere nelle ricerche che vengono fatte sulle popolazioni delle nostre italiche vallate, molto più della storia narrata circa i grandi eventi

  • Serpagli Luigi

    30/03/2012

    Non l'ho ancora letto, però fà piacere che ci siano delle persone che dedicano il loro tempo alla cultura e alla storia del nostro paese. bravo Giuliano.

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 3 + 4 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com