post commenti
  • Piazza pulita

    Superbi, opportunisti, arroganti, privilegiati, sfrontati, esosi, vergognosi e pure ladri. Sono questi gli aggettivi con cui sono identificati oggi i nostri governanti, ma nonostante ne siamo tutti consapevoli ce ne restiamo lì a guardare, impassibili, con la convinzione che tanto passerà, che tutto migliorerà.
    Sarà… ma così in basso non ci siamo mai caduti, nemmeno ai tempi della prima repubblica. 

    Alla luce dei nuovi scandali sembra persino di rivivere gli ultimi anni della caduta dell’impero romano, dove tutto era permesso e il lassismo era all’ordine del giorno. Ad ascoltare un TG in questi momenti si ha l’impressione di essere tornati all’epoca di Romolo Augusto, anche se, ne sono convinto, il livello di corruzione e disonestà, di sollazzi e sperpero di denaro pubblico da parte di questa gentucola farebbe impallidire persino quei signori dell’antica Roma.
    Poi ci furono le invasioni barbariche e la storia cambiò e di brutto. 

    È questo che auspico, la calata verso la capitale del popolo italiano, incazzato come un drago che sputa fuoco, per segnare la fine di questa classe politica. La misura è ormai colma, hanno superato ogni lecita scusante, sono persino arrivati a taroccare le cifre delle fatture, robe da miserabili.  

    A questo punto se ci sarà da imbastire una rivoluzione per fare piazza pulita facciamola e se c’è da partire io vengo, sarò il primo a brandire in aria un bastone poiché la nostra remissività non la meritano più. 

    Stasera avrò esagerato?

14 Commenti

  • Remo Ponzini

    27/09/2012

    ESAGERATO ??? Per carità. Non riuscirai mai a descrivere con una certa approssimazione le invereconde troiate che continuano imperterriti a propinarci.
    La loro capacità di saccheggio del pubblico denaro ha una potenza di fuoco così famelica che, quando pensi di aver detto il peggio del peggio, "loro" sono già oltre.

    DILAPIDARE. Questo è l'unico verbo che sanno coniugare con una maestria incommensurabile. Ogni giorno giornali e tv non fanno che propinarci le loro piratesche prodezze. Dalla Vetta d'Italia alla punta più a sud della Trinacria; ogni regione ha il proprio lerciume, in bella vista, da mostrarci.
    Si ha l'impressione che facciano a gara a chi magna di più e lo fanno con una fantasia che nemmeno la mente più fervida e più diabolica riuscirebbe a concepire.

    E questa sarebbe una nazione democratica e civile ??? A me sembra una porcilaia, una cloaca, un vermaio.
    Tanto per citare l'ultima la Regione Lazio con tre delibere ed in soli tre anni hanno fatto esplodere i rimborsi elettorali da 1 a 14 milioni(+1.400%).
    Nel contempo al popolo venivano poste delle tassazioni da lacrime e sangue. Ecco dove vanno a finire i nostri soldi. Noi, anzichè i partiti, finanziamo i ladri.
    Una autentica ma tragica commedia dell'assurdo.

    E' un pezzo che scrivo che è giunta l'ora dei forconi. Andare a Roma ??? Andrei anche all'inferno per poter infilare un palo rovente nel c... di costoro.
    L'Italia, secondo l'agenzia Transparecy International, è uno dei paesi più corrotti del mondo.
    Questo ci tocca, questo ci meritiamo.

  • Arturo Curà

    28/09/2012

    Caro Remistico indignatissimo.
    Prima di tutto quello che un tempo sarebbe stato l'atto che tu con perfida voluttà gradiresti mettere in esecuzione ( l'atto più violentemente vergognoso cioè di infilzare pali roventi su per le cavità intestinali a destrorsi-centristi-sinistresi non dimenticando off cours "Noi Dell'Italia Dei Valori"), ha scarso significato: scordiamoci la sanguinolenta Rivoluzione che tutti oggi invocano al bar ma che nessuno sarebbe capace di mettere in scena... nemmeno a teatro, perchè siamo così...privi di spina dorsale, profondamente indolenti e, alla fin fine, più dediti alle cene da basso impero, ai carnasciali spudorati e ai finti campionati di calcio supermiliardari per una suburra che sopravvive a funghi quando ci sono e a goals già in prevendita e puntualmente mercanteggiati.
    Ha voglia Crozza a portare in TV la sfilata dei forconi Dolce e Gabbana cercando di invogliare la gente con la voce dell'imbonitore!
    Anche volendo non saremmo capaci di usarli.
    Qui si continua a fare maialate e chi ruba meglio e di più diventa un Divo ambìto dai giornalai di turno con il vizio dell'approfondimento finto. E questi Divi, spavaldi e disgustosi, manco si vergognano, anzi,diventano personaggi di spicco, alla Lelemora, tanto per sguazzare nella melma di casa che continua a piacere tanto.
    Da quanti secoli l'Italia produce queste meraviglie? Da sempre viene da dire, perchè il nostro belpaese ha un pregio inimitabile: la furberia.
    Ma ora è certo che abbiamo oltrepassato ogni sozzura.
    Diciamo che i caroselli dei politici(?) alla Corte del Bettino fuggito e morto ad Hamamet siano stati i precursori della politica da bordello con sciami di donnine prone e omìni in mutande imbottite di mazzette.
    Da lì è scaturita l'infatuazione di un popolo festante che inneggiava a Colui che si vantava di non essere un politico ( e infatti ce ne siamo accorti in parecchi ) ma un mirabolante imprenditore non proprio del paese ma di se stesso sì.
    Ai disastri, alle promesse vanagloriose mai realizzate, alle ruberie diventate pane quotidiano, perfino all'istigazione a non pagare le tasse cioè frodare lo Stato per giungere alle calorose notti bunghére ( e mi fermo qui ) è seguita l'ondata inarrestabile di una consorteria da politicanti col vizietto che ha steso al suolo un paese che forse si sta accorgendo ora degli scatenati ladroni del tempio fatti passare come "i nuovi politici" che avrebbero arricchito l'Italia e portato il paese al benessere di un bengodi mai visto.
    Ora nuove ondate di indignati italici ci vengono a dire che bisogna fare pulizia etnica basandoci sull'età e rottamando. Mi pare l'ennesima finta rivoluzione all'italiana che sa tanto di operazione nazifascista in quanto si vorrebbe sostenere che chi ha vent'anni rappresenta la forza della novità e della purezza e chi ne ha 60 è un vecchio politicamente impotente. Temo che se si parte con queste "genialate" con o senza forconi, questa italietta non solo non farà la rivoluzione... ma non farà nemmeno un passetto in avanti.
    Vorrei non avere ragione, caro Remistico in corsa verso la Bastiglia. E se l'assalto lo si farà, io, affranto e debilitato, questa volta starò a vedere, credo, dal balcone di casa.

  • PK

    28/09/2012

    perché fino a Roma? Sarebbe sufficiente Piazza Manara, ma ne varrebbe la pena?
    Devo chiedere all'amica avv. se una discussione su FB può essere pubblicata in chiaro, così capisci meglio.

  • BC

    28/09/2012

    Oggi in Spagna e domani in Italia? Non avremo mai il coraggio come dice il signor Curà.
    Dal mio punto di vista potrebbe bastare un cerino e la piazza si accenderebbe anche qui perchè siamo stufi e presi per i fondelli da troppo tempo. Siamo alla fame, le aziende falliscono se ne rendono conto?

  • Remo Ponzini

    28/09/2012

    Caro Gran Maestro Arturo,

    E' evidente che non riuscirei mai ad impalare alcuno, ma il rancore che i "nostri" ti fanno acculare con i loro comportamenti triviali, ci induce a manifestare anche quei pensieri che di solito stazionano in un angolo recondito del nostro cervelletto.
    E' senz'altro vero che per scuotere la pigrizia e l'ignavia degli italiani(io compreso) ci vorrebbe un caterpillar, ma ormai tante famiglie sono alla fame e questo potrebbe fare scatenare anche il cittadino più indolente. Spagna e Grecia hanno già iniziato questo percorso anche se in casa loro la massa dei farabutti è più contenuta. Già, il record mondiale dei furfanti ci appartiene e nessuno riuscirà mai a scalzarci.

    Sul ricambio generazionale tu non sei ottimista ed in questo divergo da te. Costoro (Berlusca, Cicchitto, D'Alema, Giovanardi, Rosi Bindi, Di Pietro ecc. ecc.) hanno avuto tutto il tempo di mostrare le loro competenze. Sono decenni che siedono sugli scranni del parlamento ed i risultati fallimentari sono sotto gli occhi di tutti. Può essere che i giovani di cui si parla, Renzi in primis, siano dei flop ma almeno mettiamoli alla prova.
    Può andare peggio di così ??? Non riesco a concepirlo. Per mettere una toppa all'Italia il presidente Napolitano ha dovuto, di fatto, azzerare il parlamento (ne abbiamo quasi mille) ed andare a cercare un tecnico altrove. Che ce ne facciamo di questa massa informe che combina solo disastri ???

    Ma se mai occorresse scendere in piazza (ci siamo vicini) non permetterò che tu stia inerte alla finestra ma andremo assieme alla presa della Bastiglia.

  • Gabriella Bertoli

    28/09/2012

    Credo che anche a livello locale si potrebbe fare qualcosa per dare dimostrazione del malcontento che si respira tra i comuni mortali senza fare tanta strada !
    Abbiamo raggiunto ormai il limite di sopportazione oltre il quale non si può più andare !!!
    Siamo ad un punto di non ritorno ......... O NOI O LORO!!!
    I NOSTRI POLITICI NON HANNO ANCORA CAPITO (o fanno finta) CHE QUESTA VOLTA E' ARRIVATO VERAMENTE IN MOMENTO DELLA RESA DEI CONTI ...... a meno chè ......anche stavolta non decidiamo di prenderlo nuovamente nel fondo schiena con relativo ringraziamento ed inchino (per agevolarli).........!
    Se ne devono andare a casa tuttiiiiiiiiiiiiiiii !!!!!!!!!!!! Dal primo all'ultimo !
    SENZA SE ! E SENZA MA !!!

  • Vita

    28/09/2012

    No, macchè esagerato...
    Qua si campa con gli spiccioli, tartassati dalle tasse per rimpolpare le casse che loro svuotano per condurre le loro belle vite dorate; mortificati dalla lentezza della pubblica amministrazione che non da impulso alla crescita (vedi uffici tecnici); scavalcati da parassiti inetti che non hanno alcuna capacità se non quella di fregare il prossimo e presi per i fondelli con le chiacchiere imbonitrici che i sacrifici sono necessari...
    Ma sono necessari solo i MIEI di sacrifici? E a chi?
    Altro che bastoni, qua bisognerebbe portarli alla ghigliottina di corsa e senza processi.
    Ah,quella rivoluzione francese...

  • Claudio Agazzi

    28/09/2012

    Buonasera

    I primi politici siamo noi e non mi pare di ravvedere nella popolazione dei comportamenti che possano fra presagire ad un futuro migliore. Fino a quando non siamo toccati direttamente nel portafoglio siamo insensibili e addirittura da quel che vedo anche dopo.

    Gigi, come puoi pensare che la comunità abbia voglia di portare con sè dei pesanti forconi quando non hanno neppure la voglia/coraggio di usare la parola e la scrittura che pur sono così leggere?

    Siamo sempre in attesa che qualcuno faccia qualche cosa per noi. Io ce l'ho ma è solo un concetto. Dovremmo iniziare davvero a fare le selezioni per il Dittatore Illuminato.

    Claudio Agazzi
    Dittatura Illuminata

    PS. Prima o poi anche i più scettici capiranno che non c'è alternativa...



  • Ruggero

    28/09/2012

    Mi scusi Capitan Esvaso ma sono entrato davvero in confusione nel cercare di seguire i suoi ordini al timone di questa nave Italia in questo mare agitato d'autunno!!!
    Prima mi consiglia di svoltare a sinistra e di tenermi pronto ad armarmi di matita per indicare in Renzi il nuovo rinnovatore del pensiero sociale.... poi ora mi indica la direzione opposta e mi dice di passare ad arma sempre in legno, ma ben più pesante e bellicosa!!!
    Tutto sembra scorrere felicemente a bordo, l'orchestra che ci accompagna, chi pasteggia ad ostriche e caviale, ma Lei Capitano invece no.... la vedo agitata.... forse ha avvertito un urto??? Stiamo forse imbarcando acqua??? Non deve preoccuparsi più di tanto perchè tutti sanno che ci vantiamo di essere.... l'Inaffondabile!!
    Ma scusi, la prima classe quanto costa?? Sempre 1000 Lire?? La seconda 100 e la terza.....

    http://www.youtube.com/watch?v=TTDQLbWMIhs

  • Gabriele

    29/09/2012

    Ce la meritiamo tutta perchè siamo un gregge di pecore!
    In Spagna le piazze sono gremite per protestare contro il governo e lo stato di crisi qui in Italia siamo in fila davanti ai megastore per comprare l'iphone 5. Capito???

  • Luciana

    29/09/2012

    Ho sentito ora, nel TG, le parole del Colle in difesa delle Regioni " Bisogna saper vedere gli aspetti positivi di queste istituzioni e non cogliere solo gli aspetti negativi".
    No Presidente, non riesco a cogliere gli aspetti positivi, non ci sono perche' disonesto é chi ruba e chi gli tiene mano, chi non fa il suo dovere di controllo, chi fa finta di non vedere ecc.
    Caro Gigi, hai perfettamente ragione esiste solo disonesta', corruzione e nel migliore dei casi negligenza. Non lasciamo passare troppo tempo...pulizia integrale nei partiti, restituzione del bottino e galera.....ma quale galera...si parla gia' di amnistia!!! Allora ben venga la piazza.

  • Luca

    30/09/2012

    Capito?????
    Capito poco o niente Sig. Gabriele su quanto la circonda perchè le file chilometriche per la corsa a chi primo arrivava al nuovo iPhone 5 erano ovunque compresa Madrid e le altre città spagnole!
    La sitazione in terra iberica è ben più articolata rispetto a quella italiana dove esistono ancora risparmi famigliari anche se erosi e ridotti al limite da tassazione eccessiva!
    L'indebitamento procapite italiano è ancora tra i più bassi.... quello che fa ribrezzo è invece la capacità di rubare del "politico" e del "politicante" in Italia!!!!
    Si informi meglio su giornali di colori diversi e senza fermarsi alla prima pagina!

  • Doro G.

    30/09/2012

    Unica protesta credibile, per me, sarebbe l'astensione totale al voto.
    Non m'interessa che mi si apostrofi "qualunquista". Il marcio è generalizzato e i politicanti sono tutti assimilati a certi esseri marini provvisti di tentacoli. Troppi sono gli intrallazzi tra di loro per sperare di veder rosa. Non può esistere un politicante di un certo peso senza macchia e prova ne è che nessuno è stato eliminato. Sono anni che io cito il "popolo" Italiano come una massa informe belante.
    Certo è che questa classe politica va azzerata e tutto va ricostruito. Bisogna ripartire non da ideologie ma pensando alla comunità.
    Buttare nel cestino le formazioni politiche come sono concepite. Buttare nel cestino per come sono concepite confindustria e sindacati. Pensare a una fatturazione totale e che il cittadino qualunque può scalare (non solo certe categorie). Un rapido sblocco delle pastoie burocratiche e di giustizia. Una suddivisione del territorio di un max 4 regioni. Le regioni "autonome" devono essere autosufficienti pena la perdita dell'autonomia. Eliminazione della e dei politici dalla sanità e dalla scuola. Unificazione dei comuni al di sotto dei 5000 abitanti. Ritorno al Sindaco fiero di rappresentare la città e onorato di servirla senza bisogno di pagarlo (vale anche per gli assessori). Eliminazione totale delle province. Aggiornamento della costituzione. Città metropolitane? In Italia non ne esiste una. Premio al merito e non per carriera sia nel pubblico che nel privato. Elezione dei deputati in percentuale alla popolazione (1 ogni 500.000 persone). Elezioni tipo: ogni centro abitato una scelta (quello che prende più voti tra chi si presenta) gli eletti a loro volta.....
    Stipendio euro 10.000,00 tutte le altre spese tipo portaborse, banchetti, ecc... a carico loro.
    Ora mi fermo, premo stop, la nausea mi assale... quasi mi vien da vomitare!
    Chiedo scusa alle signore di tal linguaggio e tutti quanti vi saluto. Viva l'onestà.

  • Remo Ponzini

    01/10/2012

    "Tutti i trucchi dei furbetti del rimborso"
    Questo è il titolo di un articolino del Corriere della sera di oggi.
    Penso che tutti abbiano già capito di chi stiamo parlando. Una vera "Banda Bassotti"

    Ecco il link: http://goo.gl/gqhmg

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 4 + 1 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com