post commenti
  • Una telefonata allunga la vita?

    È il terzo giorno che il segnale della rete cellulare di Vodafone è discontinuo o assente in valle. Non è la prima volta, durante l’inverno è successo più volte, quindi sta diventando una routine.
    Lo sappiamo tutti, ormai il cellulare fa parte del quotidiano, non è solo scambio di messaggi o di telefonate amichevoli, quindi non indispensabili nell’immediato, ma con il telefono ormai si lavora, è una parte importante della giornata, dell’economia, per molti rappresenta anche il collegamento a internet... non può essere quindi considerato un servizio o un'esigenza di pubblica utilità?
    Stessa sorte l’abbiamo con il segnale del digitale terrestre, da quando è in vigore, la televisione si guarda a singhiozzo, oggi c’è domani non si sa, specialmente il segnale RAI e La7.
    Se guardiamo nella sfera degli anziani, questi due servizi possono essere considerati vitali, chi ha rinunciato al telefono fisso per abbattere i costi si ritrova isolato dal mondo, mentre la mancanza della TV è per molti una “Compagna” insostituibile.
    Fatta la premessa vengo al nocciolo della questione con una domanda semplice: i nostri amministratori, nello specifico i sindaci, si sono attivati presso il gestore telefonico o televisivo per segnalare, almeno moralmente, i disservizi?
    Persino un vecchio spot recitava: “Una telefonata allunga la vita”, solo che allora l'interrogativo non c'era.

12 Commenti

  • Informataro

    23/02/2013

    Tranquilli i sindaci hanno altri interessi, stanno puntando molto più in alto, viste le ultime di cronaca con i parchi eolici, si compiacciono di aver contatti con ditte come Fera srl.. e via dicendo...

    Le loro belle parole di conforto:
    va tutto bene, stiamo lavgorando per voi, tranquilli che tutto sta procedendo...

    Siamo solo soli.. soli e soli.. speriamo ancora per poco...

    Una persona in questo momento tristissima..

  • Fede

    23/02/2013

    Tranquilli solo finite le elezioni se ne accorgeranno, tanto ieri sono passata a wind

  • Informataro

    23/02/2013

    Si ma dopo le elezioni, avremo il coraggio di offenderli pubblicamente invece di continuare ad offrirgli caffè nei bar?
    mumble mumble...conosco solo due o tre casi di questo tipo... vedremo..

  • ValeBD

    23/02/2013

    Non che la wind sia meglio..... certo prende ma ovunque, ma se per quello nemmeno la vodafone... pero' ad esempio a parma dove sto io sia la vodafone che la wind hanno problemi di interferenze... non da giorni da anni!!!!il punto è che tra cellulari, tv, e anche linee internet in italia siamo indietro di secoli!!!!

  • Paolo Veronelli

    23/02/2013

    Forse era una *telefontana* ?
    Comunque , a parte il titolo del post , non metterei sullo stesso piano il telefono e la televisione. Nessuno ha bisogno della televisione, è un passatempo che ultimamente ci ha reso irresponsabili, cinici e individualisti.
    Per quanto riguarda il telefono, che invece è un servizio che può essere vitale c'è da chiedersi se la soluzione operatore-cliente sia l'unica percorribile.
    Una soluzione distribuita su antenne wifi/wimax sarebbe più solida e non farebbe guadagnare gli operatori che considerano l'importanza del disservizio direttamente proporzionale al volume di affari relativo e inversamente proporzionale alle antenne coinvolte: ovvero per loro

  • Paolo Veronelli

    23/02/2013

    ..... le zone isolate e impervie sono solo problemi.
    Una buona dose di indipendenza locale per quanto riguarda le reti di comunicazione sarebbe un obbiettivo alto per le amministrazioni dei comuni montani.
    Le megapale del Santadonna sono purtroppo l'evidenza dell'incapacità totale di questa amministrazione di condurre la popolazione verso la resilienza, le reti distribuite e il lavoro sul territorio che tanto ci renderebbe responsabili, consapevoli e forti.

    paolino

  • Gigi Cavalli

    23/02/2013

    Paolo, ti ringrazio per avermi segnalato il refuso nel titolo, mentre per quanto riguarda la televisione il problema da me sollevato era diretto solo agli anziani, per gli altri so bene che non è sempre una buona "compagna".

  • Beppe

    23/02/2013

    GG finalmente lo hai scritto!
    Erano mesi che ne parlavo in giro e tutti a riderci sopra, parlo dell'isolamento a cui ci stanno conducendo... aggiungiamo la ferrovia ed il dissesto della fondovalle ed il quadro futuristico della valle rischia la tragedia...

    Come non guardare ai figli, ai nipoti a chi un domani vorrà rimanere qui, perchè un posto pubblico o pseudo tale trincera gli amministratori nel menefreghismo assoluto? Spariranno anche i loro posti di lavoro, magari dopo, ma ne saranno un conseguenza inevitabile.
    Andate in giro per i paesini della valle, luoghi abitati quasi sempre e solo da anziani, oppure anche nei centri delle metropoli di Borgotaro, Bedonia, Albareto, Compiano, Tornolo, Tarsogno, S.Maria del Taro, Bardi etc.. Girate per le case di Riposo e per le stanze dell'Ospedale, vi renderete conto che le comunicazioni SONO SOPRAVVIVENZA

    Sono la compagnia nelle lunghe e buie giornate d'inverno, specie quando fuori nevica a rotta di collo come oggi, talvolta sono anche l'unico via per un soccorso o un aiuto.
    Quello che maggiormente mi rammarica è l'egocentrismo ed il menefreghismo che caratterizza gli attuali amministratori, non si chiede la luna, ma almeno una lettera di protesta possono farla, congiunta con le firme di tutti, il territorio ove giacciono gli impianti fa parte del comune ove amministrano; la comunità montana prima di sparire e con lei i responsabili delle future disgrazie derivanti dalla discarica possono sbattersi almeno un poco per i loro concittadini??

    Ma vedrai caro GG che il MURO DI GOMMA ancora una volta avrà la sua parte da leone e noi tutti fra qualche tempo ci ritroveremo qui a scrivere ancora di questi problemi...

    P.S. io ho TIM, SKY e WI-FI ma m'incxxxo per tutto ciò come e più di chi non li ha

  • Katia

    23/02/2013

    Anche questi sono i nostri problemi della montagna e che meritano attenzione
    piccoli per molti e grandi per altri

  • Marika B

    23/02/2013

    Si, da qualche giorno la vodafone ha smesso di "respirare", ma come hai detto tu non è la prima volta, era già successo ed io stessa ho chiamato per sapere il problema visto che eravamo isolati e mi è stato risposto che era un problema temporaneo e che avrebbero risolto perchè già in molti li avevano contattati, ed hanno aggiunto che il problema è che ci sono pochi ripetitori.......
    Io con questa compagnia mi sono stufata e passo ad un altro gestore.. !!!!!!!
    Speremma ben!!!! Mal che vada potremmo ricominciare ad usare i piccioni viaggiatori! ;)

  • Brontolo Né

    25/02/2013

    C'era una volta un venditore di giocattoli e dalla sua bancarella in piazza gridava il suo slogan : " Piangete bambini che la mamma ve lo compra !" Lo sentivo oramai più di mezzo secolo fa questo grande precursore del sistema di vendita che da anni imperversa : si deve creare prima una "necessità indotta" e successivamente negare il servizio e/o l'oggetto del desiderio, in tal modo tutti saranno disposti a comprare subito ed a qualsiasi prezzo, non solo! saranno tutti disposti a dire che è giusto, che essendo un servizio necessario è giusto pagarlo, che deve arrivare in ogni luogo ecc. ecc.
    La chiamano la rete, ma non è una rete telematica quella a cui si riferiscono è una rete ancor più invisibile ma concreta, è la rete in cui tutti noi, volenti o meno siamo costretti a cadere e LORO non attendono altro che il momento propizio per tirare su la rete ...
    Avete visto che promettono 7 mega di velicità oppure 14 oppure 20 oppure 42 ! io qua ora in Firenze centro con linea cablata fino al pc ho una velocità di 70 Kb/sec. quando va bene altro che 7 mega o più ! un fatore 100 mi divide dal taglio minimo, ma in effetti hanno ragione loro, NON garantiscono un minimo, ma garantiscono che oltre quello non si va . Dovete sapere che tutto il comune di Firenze è stato cablato con le fibre ottiche che corrono sotto tutte le strade con tanto di cabine per i nodi ad ogni condominio e queste fibre ottiche arrivano su per le scale fino alla porta di ogni appartamento. Tutte le scale di ogni condominio furono tracciate ed inserite forassiti poi richiuso e rimbiancato, così per tutte le strade! forse migliaia di km, nessuno lo sa! miliardi spesi! la domanda è: tutto questo gran lavoro è servitop a qualcosa ? risposta : NO! poi ci hanno detto che hanno inventato una nuova tecnologia che va bene anche col doppino di rame ... ci prendono in giro! e siamo a 70 kb! funziona ? non sempre! Ora parlano della telefonia 4G ! con velocità fino a 140 MB! e giù altri miliardi ! Ma voi ci credete ? Io non più ! io continuo ad andare col mio vecchio cellulare! mia figlia col suo Iphone 5 sta sempre arrabbiata ed è pronta a sostituirlo appena la tecnologia 4G sarà disponibile e loro guadagnano ... no scusate ! RUBANO ! Nelle altre nazioni vanno meglio ? dice di si ! ed allora siamo proprio dei pesci che abboccano facilmente alle false promesse . Cosa dobbiamo fare ? c'è poco da fare ... loro buttano le loro reti (che poi è la falsa pubblicità , sono le false promesse) e noi non dobbiamo crederci , dobbiamo solo essere coscienti che se paghiamo NON è per avere un servizio certo e sicuro sul quale possiamo fare affidamento (questo nei contratti non lo dicono MAI e non lo promettono MAI, ma solo per avere LA PROBABILITA' , NON LA CERTEZZA, di averlo. Solo in condizioni di assenza di traffico (cosa che evidentemente non si verifica mai, solo in vicinanza del ripetitore della cella in cui ci troviamo, solo se le condizioni perfino meteo sono perfette, solo in linea teorica si potrebbero raggiungere le velocità promesse come massime. Figuriamoci ila certezza del segnale! manco a pensarci. e questo ragionamento è valido sia per le linee cablate sia per il WIFI. Semplicemente non dobbiamo credere a quello che dicono perchè non è altro che, in chiave moderna del : PIANGETE BAMBINI LA MAMMA VE LO COMPRA !
    Allora non si deve protestare ? Si certo ! ma pienamente coscienti e consapevoli che siamo caduti nelle maglie della loro rete .
    Un poco come la faccenda delle pale eoliche : prima ci fanno votare contro l'energia pericolosa (giusto !) per poi metterci più o meno di forza, quello che vogliono loro, ed allora si protesta , ma oramai siamo già caduti nella loro rete ! Basta esserne coscienti, poi protestiamo pure quanto ci pare come tanti pesciolini fuor d'acqua.
    Stefano

  • PK

    26/02/2013

    Scusate ma per questo problema aspettate la soluzione da un politico?

    vi dimenticate come è finita questa discussione:
    http://www.forumvaltaro.it/post.php?idforum=15701 .

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 9 + 3 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com