post commenti
  • Chi è Ciccio Cordoba?

    Da qualche giorno in molti si chiedono chi si può nascondere dietro al profilo Facebook a nome di Ciccio Cordoba. Le amicizie sono tutte della Valtaro e pure qualche centinaio.
    Ad alcune persone, specialmente tra le ragazze, visto che gli condivide le foto, meglio se in costume, stanno saltando i nervi, sì perché gli scrivono di cancellarle, ma lui ribatte che sono pubbliche e quindi può farlo. Provoca.
    Ecco, il fine di creare un profilo anonimo è questo, provocare senza metterci la faccia.
    Non è il primo e tanto meno sarà l’ultimo, ma se vuole indurre intenzionalmente a far trasparire che dietro a “Ciccio” ci sia io o due miei amici (Fausto e Mauro), per mezzo di nostri link condivisi e foto, allora il gioco si fa più serio.
    Oggi ho analizzato un po’ la sua pagina e tutte le strade sembrano portare a una persona.
    Vediamo come... ... ...
    Caro "Ciccio Corboba" qui mi fermo intenzionalmente, ti concedo l'onore delle armi, ma i casi sono due, o la smetti di importunare e provocare le persone o mi costringerai a pubblicare quanto emerso.
    Ricordati: "Chi di web ferisce, di web perisce".

40 Commenti

  • Remo Ponzini

    17/12/2013

    Sono su Facebook da 14 mesi e quindi non posseggo le conoscenze tecniche di fascia alta. Mi basta conversare in armonia senza farmi troppe seghe mentali. Quello che ho letto però mi ha lasciato interdetto. Significa non avere alcun rispetto degli altri giocando e raggirando le tecnologie.
    La cosa più riprovevole è quella, come tu hai rimarcato, di nascondersi dietro ad un nome fasullo per viltà e codardia.
    Ma non è possibile interessare Facebook Italia affinchè provveda ad eliminare questo trucido ?

  • Francesca T.

    17/12/2013

    Io ancor prima di ricevere una (eventuale) richiesta di amicizia sono stata bloccata. Senza motivo (apparente)
    Anche questo è un indizio. Bello e buono

  • Fausto

    17/12/2013

    E' tanto che non scrivo perchè avevo preso una decisione e non volevo più tornare sui miei passi... ma qui non posso esimermi.

    La cosa più spregevole che si possa fare è prendersela con i famigliari di una persona.

    Che pena.

    Ovviamente credo che sarebbe cosa buona e giusta esporre una segnalazione agli amministratori di Facebook il quale non consente un utilizzo dei profili con queste finalità.

    Metto il primo link che ho trovato sulla materia.

    Io lo farò.


    http://www.infooggi.it/articolo/e-reato-usare-false-identita-sul-web/41377/
  • Fausto

    17/12/2013

    Il link per procedere alla segnalazione è questo:


    https://www.facebook.com/help/www/167722253287296
  • NDM

    17/12/2013

    Se ti importuno anch'io mi dedichi un articolo su Esvaso??? Non è che è proprio questo che il caro ''Ciccio'' vuole ottener? Visibilità.... attenzione... come un bimbo capriccioso che nessuno calcola? M8 nu so veh fiœ!?!

  • Fiorella

    17/12/2013

    Ragazzi si fa presto.. TOGLIAMOCI TUTTI L 'AMICIZIA

  • Esvaso

    17/12/2013

    Per chi invece desidera segnalare in caso sia bloccato, questo è il link:


    https://www.facebook.com/help/contact/274459462613911
  • Fausto

    17/12/2013

    NDM, credimi uno che è così fine... non si duplica le pagine del proprio sito con gli stessi contenuti. Lo sanno anche i sassi che è controproducente per la visibilità nei motori di ricerca.

    Uno così fine, non è costretto a copiare i domini delle altre aziende o le pagine facebook con il solo fine di creare confusione.

    Amici siamo arrivati alla frutta.

    La recidiva è una brutta cosa, negare l'evidenza è anche peggio, incolpare gli altri che non c'entrano nulla a quale pro?

    Ma ormai ne ho viste di ogni e sentite di peggio, so dove può arrivare la distorsione della realtà.

    Spero che questo episodio si concluda qui, uno dovrebbe avere la maturità di capire quando è ora di smetterla.

    E qui la chiudo.

  • Lorella Aviano

    18/12/2013

    Mah, la scorrettezza imperversa... comunque sulle foto non credo proprio che uno possa appropriarsene solo per il fatto che se sono pubbliche. Facebook permette di segnalare le foto "rubate". Andate sulla foto, scegliete opzioni/segnala e spuntate la voce più appropriata (compresa eventualmente la segnalazione che è di proprietà intellettuale diversa dal pubblicante).

  • Non sono Ciccio

    18/12/2013

    Moralmente ha torto marcio però;
    Legalmente il Ciccio è ok, infatti nella sua pagina fb non ha pubblicato niente ma condiviso foto e link già posati da altri che con la privacy disattivata acconsentono a far circolare i post tramite la condivisione.
    Domanda, perché queste giovani fanciulle che posano spesso in mutante se ci tengono così tanto alla privacy non prendono precauzioni semplici come limitare ai soli conoscenti la visione delle fotografie?

  • Mauro

    18/12/2013

    Leggo ora, ho saputo della cosa durante un viaggio in auto condiviso, questa mattina. Molto interessante, tutto molto interessante. Potrebbe essere un buon modo per far tornare una comunità virtuale un po' meno virtuale e un po' più reale. Perchè non organizziamo un incontro pubblico e "smascheriamo" il soggetto?
    Magari anche in maniera un po' goliardica? Ben difficilmente si presenterebbe, ma sarebbe un'ottima idea per far parlare della Valtaro in senso positivo, a livello mondiale. Pensate il tam-tam mediatico positivo, pensate ai titoli: "i montanari sputtanano l'impiccione". "La terra dove "amicizia vuol dire amicizia"", "vediamo chi sei veramente".
    Solo noi, con tutti i nostri "pregi-difetti" possiamo fare questo: nel bene o nel male siamo ancora una comunità, alla fine vera, dove un profilo FB ha dietro un profilo umano.
    Un gruppo di conoscenti che condividono spazi e tradizioni (amici è una parola troppo grossa) che pur nelle varie distinzioni e, perchè no, antipatie personali non perdono mai uno stile di fondo, che si chiama educazione e rispetto delle persone, regola basilare per una minima e decente convivenza.
    Cosa ne dite? Io mi metto a disposizione (PS: grazie Gigi).

  • Fiammetta

    18/12/2013

    Posso permettermi di dire che certe cose non capitano se ci si prende un attimo per riflettere prima di cliccare CONFERMA sulla richiesta di amicizia?

  • Fausto

    18/12/2013

    E' vero, ma questo ha il vizio di copiare (molto) ed incollare anche contenuti (testuali o immagini) con la pretesa di essere nella ragione.

    Se io pubblico qualcosa (foto o testi) in una cerchia (perchè ho deciso che la possono vedere solo quelli che io ho autorizzato riconoscendogli l'amicizia), un mio amico, se prova a condividere riceverà un messaggio... (non tutti gli utenti potranno visualizzare le immagini/testi) in quanto solo chi rientra nella mia cerchia di amici può vederli.

    Questo soggetto, in altre circostanze, ha scaricato l'immagine o il teso cui ha avuto accesso (in quanto amico) e "ripubblicato" aprendo al mondo quello che io avevo deciso di condividere e limitare in una cerchia (tra l'altro un immagine o un testo decontestualizzati assumono sempre valori diversi da quelli per cui sono stati postati).

    Perciò se è vero che la "condivisione", con tutti i limiti del caso è OK..... la "ripubblicazione" è perseguibile.

    Dal momento che quelle ragazze gli hanno tolto l'amicizia ed hanno reso quelle immagini private... lui non avrebbe più accesso alle stesse... salvo che non le abbia "ripubblicate" facendole come proprie.

    L'unica cessione, per l'utilizzo, che si fa pubblicando è a favore di Facebook, non a chiunque.

    Insomma come direbbe Ciccio Cordoba da Bedonia... l'importante è che quando ti beccano non ti inventi le cose, perchè oltre a fare delle figure di cacca passi sul piano della diffamazione.

  • Dolores

    18/12/2013

    Per me è solo una' piccola' persona che vuole creare un po' di scompiglio e suscitare curiosità: io non perderei tempo perché l'anonimato è la vigliaccheria di un paravento per nascondere la mancanza di coraggio ad affrontare a viso scoperto la vita: lasciamolo solo a riflettere.

  • Raffaello Fava

    18/12/2013

    Solo ora ho letto la tua segnalazione su Esvaso relativa all'amicizia di Ciccio Cordoba. Tale amicizia mi è stata richiesta dall'interessato e, di solito, dopo un'occhiata alle relative informazioni, la concedo. Ti ringrazio dell'avviso.

  • Le vie del Web

    18/12/2013

    Interessante scoprire che c'è anche il gemello, quello con la "S". CICCIOS...

    Ancora più interessante scoprire cosa posta...

    Basta cliccare su un link e Puff.

    E comunque mi ero sbagliato nonostante la figurassa, è stato messo un carico da 11.

    Ma chi ci avrebbe mai pensato... CICCIO LO HA FATTO PER EDUCARCI ad un uso più consapevole del socialnetwork.

    Beh che dire Grazie, ora siamo effettivamente più consapevoli.


    https://www.facebook.com/ciccios.cordoba
  • Marika B

    18/12/2013

    Bè, forse sto "Ciccio" voleva far parlare di sè, mettere tutti nel dubbio ma soprattutto stuzzicare gli amici. Personalmente ha postato due mie foto e mi ha dato fastidio...
    primo perchè le foto che metto sulla mia bacheca stanno sulla mia bacheca e lui non si deve permettere di copiarle; secondo perchè lo fa senza mostrare il suo vero nome e senza metterci la faccia? Facile!! Molto facile!!!!
    Poi, il giorno dopo ricontrollo la sua bacheca (non era mio amico) e non lo trovo, allora controllo il suo "AMICO" e caso strano non trovo nemmeno lui.... Ero stata bloccata da due persone nello stesso giorno... strana coincidenza o sono la stessa persona?

    Caro "Ciccio"..... CHE FIGURA DI M......!!!!

  • Remo Ponzini

    18/12/2013

    Che ci sia stato un uso improprio mi appare evidente. Il ragionamento fatto dal Fausto sull'utilizzo delle foto mi sembra pienamente condivisibile. Resta il fatto inconfutabile, già evidenziato da Dolores e da Marika, che costui ha cavalcato vigliaccamente l'anonimato rifuggendo da responsabilità che ognuno dovrebbe assumersi. E' questo che disturba principalmente tutti gli interlocutori. Ovvero non sapere con chi hai a che fare. Mostri le sue palle e la sua faccia ed abbandoni questi ambigui comportamenti che gli procurano solo disistima e disapprovazione.

  • Material girl

    19/12/2013

    Sia lodato il signore. Ciccio Cordoba ha rimosso le nostre foto. Cosa facciamo adesso? Santo Subito? A discolpa docet.....

    Felice di aver ottenuto attenzione mi spiace che in molti hanno voluto focalizzarsi su chi io sia e non cosa ho messo in luce: sapete che le vostre foto le possono vedere e condividere chi vuole? Controllate in alto a destra (l'ingranaggio) e regolate le impostazioni di privacy in modo che non vi dia fastidio essere viste o condivise da sconosciuti). Capisco che il modo non era il migliore ma fino a che condividevo gattini e paesaggi o mettevo dei like nessuno si chiedeva come io, sconosciuto, potessi farlo.

    P.s.: come potete vedere le condivisioni "forti" sono state da me rimosse ma rimangono pur sempre visibili e condivisibili da tutti gli utenti Facebook. Chi non vuole che altri, o sconosciuti, condividano troveranno qui dei video tutorial sul come impostare il proprio account.

  • Dolores

    19/12/2013

    Remo, ti 'conosco' leggendoti, da un po' e mi piace molto come scrivi, ma ...ne te scherserè mìga? ...Quando incoraggi il pirla a mostrare qualcosina-ina-ina....per carità, abbiamo perso anche troppo tempo....ciao

  • Francesca T.

    19/12/2013

    Caro Ciccio

    perdona la domanda ...

    Prima di farti Santo sarebbe cosa gradita sapere perchè tu abbia deciso di muoverti in anonimato.
    Considerando quanto tu ti stia lodando di essere riuscito a far capire a noi poveri umani il significato della parola "privacy", perchè c'era bisogno di creare un fake ?
    Perchè non hai avuto le palle di metterci nome, cognome e perchè no pure la foto ?
    Perchè quando messo alle strette hai avuto il cattivo gusto di incolpare altre persone ?
    E soprattutto perchè a priori hai pensato (bene) di bloccare certi nomi mi viene da pensare un po' scomodi ?

    A questo punto la domanda non è più una sola, sono troppe,
    a questo punto ti dirò ho anche poca necessità delle tue risposte (mi bastano le mie),
    a questo punto ti dirò due risate me le sono già fatte e ormai mi sto annoiando per cui ti dico : Santo no, ingenuo parecchio !

  • Fausto

    19/12/2013

    Girafrittate, a quale pro allora incolpare gli altri delle cazzate che il tuo buon tempo ti permette?

    Girafrittate, perchè pubblicare foto di gente che mangia? Cosa volevi insegnare a tenere in mano le posate?

    Girafrittate, trovati un lavoro serio che ti occupi il tempo così vedrai non ti dovrai preoccupare di cosa fanno le altre persone.

    Prova a riflettere su cosa fai tu, secondo me ne hai già abbastanza.

    Ricordati che si può perdonare chi ammette di aver sbagliato, ma questo tuo atteggiamento da Divino con me non attacca, perciò ricordati che la prossima volta se mi vorrai dire qualcosa lo potrai fare di persona.

    Ocio ben a quel che fai perché ormai ti si conosce.

  • Fausto

    19/12/2013

    E tanto per chiarire le finalità delle azioni dei vari CICCIO E CICCIOS spiegaci cosa volevi fare postando annunci immobiliari (strano è...) che rimandano tutti ad un unico main sponsor?

    Per chi non avesse cliccato sui post di CICCCIOS metto il link diretto ad uno dei tanti annunci immobiliari.

    In questo caso cosa volevi insegnare? Dove andare a comprar casa?

    Se pensi che questo sia il modo di farsi conoscere credo che tu abbia raggiunto il risultato... ormai ti si conosce...

    Cliccate sul link e trovate la vostra casa...


    http://digitalagency.altervista.org/nuovo-appartamento-in-vendita-via-anselmo-ronchetti-pogliano-milanese/?doing_wp_cron=1387449422.9932920932769775390625
  • Remo Ponzini

    19/12/2013

    Cara Dolores, è vero che abbiamo perso un po' di tempo a parlare di questo fantasmagorico Ciccio ma le rimostranze di tutti noi non sono cadute nel vuoto. Se non ho percepito male mi sembra che il guazzabuglio creato in Facebook si stia risolvendo.
    Il mio invito a mostrare gli attributi era assolutamente metaforico e questo lo hai perfettamente compreso mentre quello di identificarsi era ed è reale.

    Il punto centrale non è stabilire se abbia o no rispettato le leggi e le normative del social network che porterebbero a discussioni e sconclusioni infinite, ma il comportamento etico morale di questa anonima persona che si è "divertita" (oggi sono buono)a dileggiare ed infastidire tante persone senza mostrare alcun senso di rammarico e/o di rincrescimento.

    A presto risentirci. Anch'io non so chi sei ma se ti capita di incrociarmi fammi un fischio che prendiamo un caffè insieme.

  • Non sono Ciccio

    19/12/2013

    Rimane il fatto che se ci fosse più dignità nelle persone e si evitassero ridicole fotografie in posa da Moana Pozzi (in particolare per le minori) persone come Ciccio avrebbero poco da divertirsi (mi viene il dubbio che Ciccio e vittime siano in verità d’accordo). Ciccio comunque fa pena ma non più di quanto casalinghe, bariste e minorenni che con ogni mezzo non perdono occasione di mostrare il culo a tutti (magari le stesse che poi rompono le balle con la storia della dignità e uguaglianza di diritti delle donne).
    Di Facebook poi non ne parliamo che ha abbassato di fatto a 13 anni la maggior età tollerando foto osé di (poco più che) bambine.

  • Patrizio

    19/12/2013

    Scusate preventivamente l'intervento polemico, ho seguito la tiritera su questo blog e sulla pagina di Face del soggetto.

    Che dire ora dei 149 amici che il nostro buon Ciccio Cordoba mantiene con sè dopo quanto successo? Cosa sono costoro, 149 idioti tutti senza cervello? Non incolpate lui ma voi stessi. Può tornare utile averlo per amico, magari per leggere gli stati demenziali che adesso propina come il Doctor Web ?

    Se ne è parlato anche qui a Parma e il compatimento di questo ambiguo personaggio è fuori misura, l'argomento lo proporrò alle Lettere al Direttore della Gazzetta di Parma quanto prima.

    Valligiani, scusate lo sfogo ma era necessario.

  • Fausto

    19/12/2013

    No, non lo accetto, ma davvero c'è qualche rimbambito che crede alla cazzata che lo ha fatto per insegnare qualcosa?

    Costui non ha titolo di studio, competenze o qualità morali per insegnare nulla a nessuno.

    Andatevi a vedere quanti cm di minigonna pubblica nelle sue foto al di fuori del suo falso nick!!! E sono tutte pubblicate senza il consenso e sono per lo più minori.

    Ricordatevi che quello che ha fatto è penalmente perseguibile e non previsto proprio dalle stesse regole dei social che lui vorrebbe denigrare:

    Una volta "tanato" ha rivolto il dito verso persone che non c'entravano nulla, ben consapevole che quello che stava facendo era propinare una MENZOGNA.

    Sarebbe come uscire di casa e prendere a bastonate le persone per dimostrare che uscire di casa è pericoloso e che bisogna stare attenti.

    Ha ribaltato la frittata, il suo solo ed unico intento era quello di addossare responsabilità sulle persone per le quali prova rancore o invidia.

    E' ovvio che si deve stare attenti a ciò che si pubblica, ma è altrettanto ovvio che prima di dare l'amicizia a qualcuno un minimo di verifica vada fatta. E nonostante questo, essendo impossibile avere la certezza al 100% resta sempre da dire che comunque chi si cela dietro una falsa identità compie un reato e la legge stessa ti tutela contro questi immondi guardoni.

    Digli di andare davanti ad un giudice a dire che lo ha fatto per Docere al mondo... vedrai cosa gli risponde.

    E il reato consiste già nell'apertura dell'account molto prima della condivisione di foto o testi.

    E anche li va visto caso per caso perchè se condivido ipotetici post in quest'ordine :

    - NON SONO CICCIO
    - MA SONO UN COGLIONE

    sto comunque comunicando un insulto.

    CICCIO QUESTO NON LO VUOLE CAPIRE MA LA LEGGE E' CHIARA....

    E chi lo giustifica dando addosso alla libertà di espressione (anche una minigonna la è) è al suo livello, non vorremo mica inseguire le donne truccate dandole delle zoccole istigatrici meritevoli di biasimo, ma in che mondo vivete!

    NON SBAGLIATEVI SIAMO DI FRONTE A QUALCUNO CHE E' FRUSTRATO PERCHE' NELLE ATTIVITA' CHE SVOLGE NON TROVA SBOCCO.

    Ps. e se volete entrare nei dettagli sappiate che si tratta di account datato perciò questa sua "presunta volontà di denuncia" non risale certo al periodo attuale. Ci si è attaccato solo per pezzare la colossale figura di mmmm.

    E' proprio della credulità delle persone che questi si cibano, c'è da stare in guardia si, da loro!

    E visto che fa il fenomeno ora vedo di far partire una bella denuncia per diffamazione.

    E SI VERGOGNI CHI CREDE ALLA BALLA CHE HA RACCONTATO è solo arrampicarsi sugli specchi. L'attività svolta attualmente da quell'account ha finalità chiare ed evidenti e destinatari altrettanto chiari. La storia delle Ragazze è storia antica... Attivate il cervello anche voi... e non parlate se non sapete.


    http://www.infooggi.it/articolo/e-reato-usare-false-identita-sul-web/41377/
  • Mauro

    19/12/2013

    Sono perplesso, e anche molto. Ho appena finito una telefonata con Gigi... la vicenda di questo/questi fantomatici Ciccio/i Cordoba mi ha fatto riflettere, soprattutto sul tanto tempo perso nel dargli retta, sul disturbo arrecato, sullo sputtanamento ricevuto.
    Lui/loro si sono divertiti a fare del casino, secondo me al semplice scopo di aumentare la visibilità web di qualche sistema di webmkt. Stop.
    Sul lato soggetti coinvolti, o presunti tali, la faccenda invece mi si complica.
    Non è stato per niente edificante scoprire quanto uno, capace di intendere e di volere, preso dall'enfasi, dalla furia sputtanatoria, possa trasformarsi in un'altra persona, rispetto a quello che solitamente appare. Tanto odio, gratuito.

    Ieri sera, con alcuni semplici mezzi web che ho a disposizione per lavoro, chiedendo aiuto ad una serie di AMICI VERI, più che altro incuriositi dall'atteggiamento di certa gente, mi sono preso la briga di andare a leggere, di raccogliere e di farmi postare alcuni commenti su alcuni profili FB e Twitter di persone coinvolte (o che si sono volute coinvolgere) in questa vicenda. Personalmente, scoprire che qualcuno, con cui non si condivide nulla, che non si incrocia mai nella vita, o che, al contrario ti lusinga quando ti incontra al bar, si sia permesso di fare, gratis, allusioni e abbia sputato sentenze (sempre gratis) nei miei confronti, facendomi passare (se così si può dire) come il Ciccio Cordoba di turno, senza un briciolo di scrupolo, senza un briciolo di onestà intellettuale, mi ha fatto molto riflettere.
    Un paio di furboni, specializzati (o forse lo stesso Ciccio?), hanno caricato come una molla il primo toro meccanico di turno, spingendolo a caricare, a testa bassa, un muro. Sai le risate? Pessima figura, il poveretto è arrivato a minacciarmi, mettendoci di mezzo dei lontani (e ormai ovviamente compromessi, almeno da parte mia) legami familiari. Scoprendo poi che non era stato ma manco lui, quanto qualcuno che ha usato il suo profilo FB, come sempre senza problemi. Una vera pena.
    Individuata la mezza dozzina scarsa di soggetti più compromessi a livello di fegato nei miei confronti, ho fatto un paio di telefonate, come ho sempre fatto e penso si debba fare in questi casi (fossi stato in lui, nello pseudo-parente, avessi avuto un dubbio, avrei preso in mano il telefono, prima di sparare castronerie e minacce su FB): il copione è stato, confesso, molto penoso. Con voce a salivazione azzerate, dall'alto capo del telefono, dopo le solite frasi di circostanza, mi è arrivata come risposta, un “tranquillo, è tutto a posto, mi hanno poi detto che non eri tu,”. Scusate il francesismo: “Tranquillo un cazzo! Ho rischiato il linciaggio telematico” e comunque lo sputtanamento, o almeno il dubbio, resta tutto; proprio come le foto che ti hanno fatto tanto incazzare e di cui hai chiesto conto. Solo che le foto te le sei postate tu, per tuo volere. Io, invece, ci rimetto la faccia senza neanche saperlo, pezzo di genio del web; e, almeno in un caso, visto il legame familiare, le tue affermazioni hanno anche una certa autorevolezza.

    Passi quando le rogne comunicative uno se le va a cercare per professione (io faccio il giornalista, mi pagano anche!), ma divertirsi a diffamare e mettere alla berlina, anche per iscritto, a cuor leggero, il primo che passa, su dei “sentito dire”, mi sembra veramente preoccupante. Ne uccide più la penna del moschetto, ricordiamolo.

    PS: come ovvia parte lesa da questa tristissima vicenda, se qualcuno vuole dividere le spese dell'avvocato, come si suol dire in questi casi, per tutte le azioni del caso, sono disponibile. Ci sto pensando seriamente, almeno per dare un chiaro segnale di disagio. Eventuale ricavato, tutto in beneficenza, ovviamente.

  • Dolores

    21/12/2013

    Remo, ciao, io "dalle nostre parti" capito principalmente in estate, pertanto, quando avrò capito chi sei, se ti incrocerò ti farò sicuramente un fischio.... sperando di non perdere 'a dentèira'.. Scherzo: ACCETTO volentieri il caffè, ma intanto auguro a te e a tutti i lettori-scrittori del blog TANTI AUGURI DI BUON TUTTO. Arevèide-se

  • Marika B

    22/12/2013

    Scusa caro "Ciccio bello", ma più che far capire alle persone che le foto su fb possono essere condivise mi sa che hai fatto la figura dello sfigato e farti sgamare subito......!!!

  • Piero Rizzi Bianchi

    24/12/2013

    Molto bene: vista anche la data, propenderei per un sano ritorno alla REALTA': Gesù viene al mondo per salvarci: Buon Natale!

  • Fiorella

    30/12/2013

    Grande GG la notizia è finita questa sera su Videotaro

    Finti profili, foto rubate, identità celate: ecco la 'jungla' facebook, dove non tutto è come appare ed un controllo, soprattutto per i più giovani, deve esserci e deve essere constante. Servizio Tg 19.35


    http://www.youtube.com/watch?v=V9fobMVkCtw
  • Manu

    30/12/2013

    Ho visto il servizio su Video taro e vorrei dirvi che se di bedoniese si tratta basterebbe fare il suo nome una volta per tutte e per saperci regolare si chi abbiamo intorno. Grazie

  • Fausto

    31/12/2013

    Purtroppo sono costretto ad intervenire nuovamente per dissociarmi dal servizio andato in onda su RTA in merito a questo argomento.

    Mi sono preso la briga di trascrivere le parole riportate nel servizio per evitare che poi qualcuno potesse rigirare la frittata:

    Cito "Qualcuno che si è sentito offeso da questa diffusione di foto, ha cominciato a cercare l'autore, a capire chi era questo Ciccio Cordoba e allora si è scatenata la caccia all'Untore per Borgotaro su Facebook, bene il primo Untore dovevo essere poi Gigi Cavalli e poi fa riferimento ad un altro nome e cognome"… e prosegue poi in questo racconto distorto.

    SOLO IL PRESUNTO CICCIO CORDOBA HA INDICATO IL SOTTOSCRITTO (ovviamente per sviare da se) ma la gente ha fatto un nome ben preciso non 3 (non si sbagli il Serviziante).

    Io possiedo il mio account come miliardi di altre persone perciò se qualcuno va alla ricerca di qualche "nascosto" credo che passi prima da quelli che NON ESISTONO.

    Detto questo spero di non dover più tornare sull'argomento e specifico che, al contrario di quanto asserito nel servizio, sono ben consapevole che, oltre al presunto Ciccio Cordoba, nessuna ricerca all'Untore ha riguardato il sottoscritto, ed oggettivamente stento a credere che qualche folle possa anche aver additato Gigi.

    Fausto (e basta)

  • Gigi Cavalli

    05/01/2014

    Ora scopro che "Ciccio Cordoba" si era pure aperto un Gruppo su Facebook, guarda caso a nome "Bedonia", proprio come la mia Pagina "Bedonia"... ma che caso...
    Forse usare i link dell'immobiliare, foto di mie amiche/amici o link della pagina Bedonia, sempre inframezzati alle foto delle ragazze mezze nude che pubblicava, non era ancora abbastanza per riportare a me, ovvero a dare l'impressione a chi si nascondesse dietro a Ciccio Cordoba...

    Qualcuno vicino a te mi dice di stare attento, che sei vendicativo, che la farai pagare a me e a tutti.
    Per caso avevi già iniziato clonando il nome delll'agenzia dei miei amici?

    "Ciccio"... ormai sei solo da compatire. Parola di Gigi Cavalli, quello vero.

    P.s.
    Te lo scrivo anche qui visto che su Facebook mi hai bloccato e non potrai leggere!


    https://www.facebook.com/groups/1437911359757309/?fref=ts
  • Matteo

    06/01/2014

    Guarda che il tipo ha più profili che amici, guarda questo e chissa' quanti altri ancora


    https://www.facebook.com/ciccios.cordoba
  • La Francy

    09/01/2014

    Ma una bella rullata a mò di sigaretta col trinciato nooo ???

  • Brava

    27/01/2014

    Ho appena letto il 'Ciccio', scrive agli amici per condividere il suo profilo
    Il ragazzo chiede di essere ringraziato e per cosa ? Per tutte quelle porcherie che pubblica e che nessuno se le fila ? Ma che qualcuno glielo dica anzi lo faro' io

  • Ovrezzi

    29/01/2014

    E basta che state facendo il suo gioco!!! E' solamente in cerca di quella popolarità che non ha

  • #hammer

    15/07/2014

    Pensavate di aver ammazzato Ciccio ? Ma Ciccio è vivo !
    L' attivita' del nostro bedoniese 'Ciccio' e' sempre viva e attiva!! Gli amici crescono come il grano. Capiscila tu sta gente !!!

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 14 + 2 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com