post commenti
  • Orgoglio e turbamento

    È prematuro parlarne, lo so bene, cosa accadrà lo vedremo solo alla presentazione della nuova compagine comunale, per ora c’è solo lo stupore di interpretare alcuni risultati elettorali.
    Uno scompiglio tra il vecchio e nuovo assetto sulla composizione della giunta c’è stato, è innegabile, che parlano ci sono i risultati di Beatrice Rossi (256 preferenze) e Patrizia Brignole (156), ma non solo, anche i 104 voti di Serena Previ, pur essendo la prima dei non eletti, hanno sconquassato l’assetto dei futuri Assessori e Vice Sindaco, probabilmente perché una scontata continuità era prevista.
    Anche da parte mia, come innumerevoli altri bedoniesi, c’è stato stupore a leggere i risultati ottenuti dai nuovi eletti, vuoi per il successo di Beatrice Rossi, giovane e conosciuta ragazza bedoniese che si è senz'altro data da fare per conquistarseli, ma soprattutto per Patrizia Brignole, nei giorni precedenti le elezioni era un nome che non risultava conosciuto, eppure è stata la seconda più votata, è probabile che abbia raccolto l’"eredità elettorale" lasciata dal consigliere Alfredo Camisa, recentemente scomparso, e magari anche spalleggiata da più parti.
    Ma cosa accadrà adesso? Gli assessorati in un comune come quello di Bedonia sono pochi, quindi verranno premiati ugualmente coloro che hanno dato il proprio impegno nella passata amministrazione o coloro che hanno ottenuto brillanti risultati ? Non so, aspettiamo, vedremo cosa tirerà fuori dal cilindro il Sindaco nuovamente eletto Carlo Berni, nel frattempo non ci resta che confidare nel motto latino presente nello stemma del Comune: "Concordia parvae res crescunt"… nell'armonia anche le piccole cose crescono.

21 Commenti

  • Gerry

    28/05/2014

    In paese ormai non si parla d'altro... Chi saranno I 4 Cavalieri dell'Apocalisse??? secondo tutti rimarrà questo, uscirà quella o addirittura il comune secondo alcuni cadrà ancora prima di essere costituito ecc....
    A mio parere stiamo tutti facendo i conti senza l'Oste!

  • Giulia

    28/05/2014

    La Patrizia è la moglie di Ivano Delnevo di Montarsiccio ma adesso abita a Bedonia, persona in gamba che aiutera' questo comune

  • Lucio

    28/05/2014

    E intanto Oppici Giuseppe se ne va sbattendo la porta!!! Tu chiamale se vuoi emozioni

  • Bedoniese DOC

    28/05/2014

    Nessuno sbatte le porte e nessuno uscirà, lasciate fare al GRAN MAESTRO che a tutto c' è rimedio

  • Massimiliano74

    28/05/2014

    Penso che i 4 sono in realtà 8!! È vero che i nomi saranno 4 ma tutti i discorsi di squadra sono già spariti??
    Se si parla di squadra credo che sia molto ben assortita perché assieme a chi ha fatto bene nell'amministrazione precedente (il vecchio) sono entrate persone giovani, capaci, sembra con voglia di fare, e speriamo con tante idee (il nuovo).
    Ora tutto starà alla bravura del sindaco ma soprattutto all'intelligenza dei consiglieri che per l'interesse del paese dovrebbero scegliere una linea e portarla avanti assieme, chi con l'esperienza chi con le novità e le idee nuove, perché solo così si può riuscire a dare continuità a un paese ma soprattutto a farlo vivere e non sopravvivere!!
    I problemi sono tanti all'interno di un comune queste persone sono state votate e quindi scelte per cercare di risolverli e non per crearne ulteriori!!!
    Forse sto sognando!!!!! chissà !!!! aspettiamo e poi valuteremo!!!

  • Alberto Chiappari

    28/05/2014

    Come al solito come Kronos Bedonia si mangia i suoi figli.
    Forse questa volta il giocattolino è sfuggito di mano...

  • Perplessità

    28/05/2014

    Cosa succederà ora? SE il voto è una libera espressione e scelta del Cittadino, se i "nuovi eletti" prendono più voti di chi "si è impegnato negli anni passati", forse vuol dire che i cittadini non erano poi cosi' tanto contenti dei vecchi eletti o sbaglio? Sceglierà il Sindaco certo, ma per coerenza con la scelta degli elettori andrebbe premiato chi è stato votato, altrimenti a che serve andare a votare?

  • Alberto Squeri

    28/05/2014

    L'esito delle comunali era così scritto che non si accettavano neanche le scommesse; a pensar male, la seconda lista sembrava essere pilotata per non lasciare il sindaco Berni in solitudine concorrenza. Sono proprio curioso di vedere l'opposizione all'opera.
    Sui risultati post-elettorali, invece, due fatti risaltano in maniera eclatante:
    la rinuncia di Giuseppe Oppici e l'exploit della "piccola" Beatrice Rossi........
    Stupore e dispiacere per il primo. Stupore ed entusiasmo per la seconda!!!!!!!

  • Remo Ponzini

    28/05/2014

    Gli esiti elettorali provocano sempre discussioni, diatribe e scambi di vedute molto rumorose. Quando poi si tratta di quelle comunali, dove tutti conoscono tutti, va da se che, oltre il chiacchiericcio solito, dobbiamo mettere in conto anche i pettegolezzi più maligni impregnati, spesso, da elevati dosaggi di invidia e gelosia.. Si paventano trame oscure, favoritismi, sgarberie di ogni genere di cui è quasi impossibile verificarne l'obbiettività e la veridicità. Ma bisogna sempre considerare che l'uomo è un essere egoistico e che quindi è utopistico pretendere comportamenti irreprensibili.
    Oltretutto il risultato complessivo era largamente scontato e quindi, non essendoci un "nemico" politico con cui contrapporsi, le accese schermaglie sono state, di fatto, consumate all'interno della lista vincente.

    Ma penso e spero che, quando le scorie verranno smaltite, si riesca a ritrovare, nell'interesse della nostra comunità, quella concordia tanto auspicata. Ora si apre il dilemma se privilegiare chi ha ottenuto più voti o chi si è distinto per impegno nella passata amministrazione. Prescindendo dal fatto che è un compitino che dovrà svolgere il Sindaco, personalmente ritengo che bisognerà trovare il giusto amalgama senza fare rigide classifiche numeriche. Io mi sono sempre espresso a favore dei giovani ma ci sono assessorati che richiedono esperienza e competenze.

    Congratulazioni a Beatrice per il successo ottenuto e complimenti a Maria Pia Cattaneo per il lavoro svolto sperando che.... venga riconfermata nel suo incarico. Mi risulta che la sign. Patrizia Brignole, sconosciuta ai più, goda di ottima reputazione per il lavoro c.o i Comuni di Chiavari e Mezzanego dove si occupava, fra l'altro, di Tesoreria.

    Un pensierino gentile a Serena che all'ultimo istante, per le dimissioni di Giuseppe Oppici, entra anche Lei in consiglio comunale. Però temo che ci sia molta maretta in Comune. La situazione appare più grave di quanto pensassi.
    Tempeste in arrivo?
    Per ora chiudo così ma occorrono chiarimenti. Anzi, ritengo che sia doveroso fornirli.
    Comunque buon lavoro e W Bedonia.

  • Daunbailò

    28/05/2014

    ...ho l'impressione che su Rossi siano caduti voti da ogni parte...i giochetti sottobanco hanno purtroppo sempre successo, specialmente se vanno a coprire carenze politiche più che evidenti.
    Penso che si troverà la giusta amalgama solo ricreando l'abile e armoniosa atmosfera che ha dato vita agli ultimi cinque anni di amministrazione.
    Nell'immaginario, va da sè che chi ha fatto bene debba continuare a farlo, senza caricare giovini fanciulle con fardelli insopportabili.

    Detto questo, in bocca al lupo ad un'amministrazione comunale che si deve sobbarcare i ruoli di maggioranza ed opposizione, in un presente storico che suggerirebbe collaborazione invece di contrapposizione.

  • Cri

    28/05/2014

    E' ufficile la notizia..... un consigliere è già dimesso. è riportata anche dal sito di Video Taro.... Le elezioni comunali d Bedonia producono il primo terremoto: il consigliere uscente Giuseppe Oppici, riconfermato nelle elezioni di domenica scorsa, ha presentato questa mattina, in Comune, la sua rinuncia. "Non farò parte di questo consiglio", ci ha detto. Ma bocca cucita sulle motivazioni. "Parlerò a tempo debito".

  • KB

    29/05/2014

    Tipico caso del giocattolino che si rompe e ti rimangono i pezzi in mano

  • Marino

    29/05/2014

    Solidarietà per oppici, per me ottima persona, e poi ricordiamo il motto:" dai nemici mi guardo io dagli amici mi guardi Dio".

  • Piero Rizzi Bianchi

    30/05/2014

    Alla luce dell'85% dei voti ricevuto, e della situazione che sembra emergere da alcuni dei commenti espressi, sarà bene ricordare per intero il passo di Sallustio: "Con la concordia le cose piccole crescono, con la discordia le più grandi svaniscono".

  • E. Mazzadi

    30/05/2014

    Ho riflettuto un po' su quanto successo in queste elezioni a Bedonia. Doveva essere una "festa" per l' amministrazione attuale, invece a momenti veniva "fatta la festa" ad alcuni degli amministratori che più si sono impegnati in questi anni. Mi riferisco a Gianpaolo Serpagli, Maria Pia Cattaneo, Lodovico Molinari e Giuseppe Oppici. Del loro impegno in questi cinque anni sono certo. Se in cinque anni il paese ha cambiato marcia e si sono potute fare tante cose (nonostante il periodo di crisi) è merito loro e del nostro sindaco. Le persone attualmente più votate hanno senz'altro delle capacità e dei meriti, però è un peccato vedere così svilito l'impegno di cinque anni di lavoro delle persone che ho nominato (che si sono dimostrate capaci e affidabili).
    Se queste persone non saranno impegnate in prima linea nella prossima amministrazione, rivaluterò anche io il mio impegno su alcuni fronti (escursioni, sentieristica, ecc.). In ogni caso in bocca al lupo a tutti: l'amministrazione dei piccoli comuni è di fatto volontariato e quindi è ammirevole l'impegno di tutti quelli che decidono di impegnarsi per il proprio paese!

  • Kasparov

    30/05/2014

    Per i conoscitori del gioco degli scacchi questa mossa si chiama Scacco Matto e la partita finale e' stata assegnata al bravo Geom Rossipov !!! Complimenti

  • Camila Parada Raineri

    30/05/2014

    Ricordo quando cinque anni fa si diceva che si voleva portare in consiglio comunale del paese una classe di giovani da preparare per trovare in futuro una leva consolidata, capace ed efficiente nell'amministrazione di Bedonia.
    Maria Pia Cattaneo, Lodovico Molinari e Gian Paolo Serpagli hanno fatto la gavetta con risultati che sono negli occhi di tutti noi: un ottimo lavoro svolto con professionalità e lealtà. Fondamentale nel gruppo in preparazione è stato inoltre Giuseppe Oppici impegnato con successo in diverse attività.
    Mi chiedo a cosa serva formare queste leve del buon governo per poi gettare via la buona esperienza che hanno maturato. Non capisco questo voto.
    Si parlava fino a pochi giorni fa di una necessaria continuità. Di proseguire il buon cammino intrapreso. Di progetti da portare avanti. Secondo me non si deve prescindere da questi assessori. Non trovo positiva per il paese, in questo momento, una discontinuità. Per questo motivo e viste le voci che girano, a loro chiedo di perseverare nei progetti comuni e li ringrazio per il tempo che dedicano a noi. Anche se capisco che viene da chiedersi se valga la pena darsi da fare così tanto.

    Faccio gli auguri ai nuovi arrivati che nulla c'entrano in questo sconcerto, ovviamente, ma in questo momento mi preme soprattutto esprimere due parole d'incoraggiamento e di ringraziamento a coloro che, fra altre cose, hanno contribuito fattivamente alla riapertura della biblioteca del paese dopo anni di chiusura.

  • Piero Rizzi Bianchi

    31/05/2014

    Di Giuseppe Oppici, ora che ho capito chi è, posso dire che lo conosco come persona seria: m'immagino dunque che il suo gesto avrà serie motivazioni...

  • Luca

    31/05/2014

    Io invece ho capito benissimo che la realtà dei voti ha potuto dimostrare che è stato premiato il solo Molinari dall'urna elettorale, mentre Cattaneo e Serpagli hanno perso qualche d'uno per strada rispetto a 5 anni fa!! Non sono così empatici con la gente ed un esame approfondito dovranno farselo per la prossima elezione!!!

  • E. Mazzadi

    01/06/2014

    Luca, secondo me non sei molto informato. Se non sbaglio cinque anni fa la Maria Pia aveva avuto 122 voti (che ha sostanzialmente tenuto a 120), mentre Gianpaolo ha incrementato (da 84 a 112). Quindi non hanno perso delle preferenze per strada, ma semplicemente hanno condotto una campagna elettorale più "soft". Forse si sono concentrati di più sul loro lavoro e sull'amministrazione, piuttosto che sulla campagna elettorale.

  • Daunbailò

    02/06/2014

    Tra il serio e il faceto, trovo sostanzialmente incomprensibile una diatriba che nasce da un eccesso di voti. Le elezioni sono state anomale nella misura in cui non c'è stata, praticamente non teoricamente, una lista concorrente.
    Di conseguenza, il numero di preferenze conseguite dai singoli candidati non è direttamente riconducibile all'effettivo operato degli ultimi cinque anni.
    E' un voto sporco, poco attendibile.
    La continuità nell'Amministrazione, almeno sentendo le voci sul territorio, è l'ispirazione del voto espresso alla lista.

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 13 + 5 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com