post commenti
  • Wallach il Brutto

    - Non si può mandare alla forca un pover'uomo che non hai mai fatto del male a nessuno!
    - Già ricercato in 14 Contee di questo Stato e da questa Corte riconosciuto colpevole dei seguenti reati: omicidio, rapina a mano armata contro privati, banche e servizi postali, stupro di una fanciulla vergine di razza bianca, deragliamento di un convoglio ferroviario a scopo di assalto e rapina, evasione da 4 prigioni di stato con ferimento di 7 guardie, traffico illecito di armi ed esplosivi di proprietà dell’esercito, furto di oggetti sacri, incendio doloso di una prigione di stato, falsa testimonianza, bigamia, abbandono del tetto coniugale ed incitamento alla prostituzione, rapimento a scopo di estorsione, ricettazione, spaccio di monete false, uso di carte da gioco e dadi truccati, aggressione e lesioni a danno di privati, oltraggio a pubblici ufficiali di contea distretto e stato; pertanto secondo le facoltà a noi concesse condanniamo il qui presente Tuco Benedicto Pacifico Juan Maria Ramirèz alla pena di morte tramite impiccagione, che il Signore possa avere pietà dell’anima sua... "Procedere".

    Bastano queste due battute cinematografiche, tratte dal memorabile e intramontabile film di Sergio Leone: "Il buono, il brutto e il cattivo", per ricordare e rendere indimenticabile Eli Wallach, il "Brutto", morto ieri a 98 anni.
    Eh sì Tuco, questa volta per non c’era il "Biondo" a sparare alla corda tesa intorno al collo e salvarti la pelle per l’ennesima volta.

9 Commenti

  • Paolo M

    25/06/2014

    Quando si spara si spara non si parla
    RIP TUCO

  • Mirko F.

    25/06/2014

    Mi piace pensare quando gli si è presentata la morte sul cavallo bianco dotata di falce, lui di rimando gli avrà urlato: "Lo sai di chi sei figlio tu? Di una grandissima pu.....naaa"

  • Nicola

    25/06/2014

    Grazie Gigi...ti ho segnalato la "triste" notizia(be'...98 anni...), in quanto confermata da più fonti...perchè altrimenti mi sarei aspettato, come nei vari film di cui è stato protagonista, che poi arrivasse proprio il Biondo, o qualcun altro a tirarlo fuori dai guai anche questa volta.
    A questo punto, grazie anche a Balo, Prandelli e c. direi che possiamo agevolmente predisporre un Cineforum estivo riguardandoci la serie intera, magari in superHD...
    (mi scuso per aver mischiato i Grandi del Cinema con i piccoli del calcio, ma in fondo ormai recitano più i calciatori degli attori...)

  • Il Geom.

    25/06/2014

    Certo che leggendo la lunga lista di capi di imputazione del "Tuco" mi è subito venuto in mente la classe politica italiana condita da un’infinità di faccendieri, dalla prima alla terza repubblica !! Tanti sono stati accusati di una serie infinita di reati e poi è sempre arrivato un "Biondo" a toglierli dai guai e così imperterriti hanno continuato a perpetrare i loro reati come se niente fosse !!! Peccato che nessuno abbia mai provato il brivido della corda intorno al collo .. . Caro Eli Wallch riposa in pace .

  • ARTURO CURA'

    25/06/2014

    Il cinema è un prodotto speciale e ci sono (stati) autori che il cinema l'hanno fatto usando sopratutto i volti. E'il caso specifico di Sergo Leone che sulle facce in mezzo ad un'America di pura invenzione ha inventato favole che mescolavano la violenza più efferrata ai risvolti divertenti.
    Eli Wallach, partendo dall'efferato personaggio de "I magnifici sette", è stato uno dei volti più interessanti di questo cinema e si può dire che il "Brutto" nel terzo western di Leone ha dato la stura al personaggio cinico e scellerato ma sempre mescolato alle situazioni davvero esilaranti.
    Eli Wallach ha interpretato decine di film made in Italy al tempo degli western in gran voga dopo l'esplosione della celebre "trilogia del dollaro" di Leone: registi come Sergio Corbucci,Carlo Lizzani, Duccio Tessari, Maurizio Lucidi, spesso sotto nomi di pura invenzione americana, hanno usato questo attore di straordinaria esplosività facciale.
    Bella una delle sue prime interpretazioni serie ne "Gli spostati" diretto da John Huston in compagnia di Marilyn Monroe, Clark Gable e Montgomery Clift. E poi il "Padrino 1 e due", una serie infinita di personaggi e quindi, vista l'età, alcune piccole partecipazioni sempre folgoranti come in "Mistyc River" diretto dal suo amico Clint Eastvood che lo salvava dall'impiccagione ne "Il Buono,il brutto, il cattivo"... Indimenticabile!

  • #Hammer

    25/06/2014

    Ma state parlando di Berlusconi o dell' attore ????

  • Marco

    25/06/2014

    Chi frega Tuco e non lo uccide, vuol dire che di Tuco non ha capito niente.

    Pero' quante altre ne ha dette di battute ?

    RIP Eli


    http://www.mymovies.it/film/1966/ilbuonoilbruttoeilcattivo/frasi/
  • Giovanni D.

    25/06/2014

    Un saluto è doveroso. Usato in diversi film come una cornice, quasi sempre risultava di valore superiore alla tela che racchiudeva

  • Gian Carlo

    26/06/2014

    Qui sta' tutto il suo personaggio:
    sto cercando un mezzo sigaro con dietro la faccia di un gran figlio di cagna, alto, biondo e che parla poco!

    Eli Wallach a John Wayne gli fa' na pippa!

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 14 + 10 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com