post commenti
  • In mostra sessant'anni di Trota e Polenta

    Ancora un viaggio nella memoria, ancora una mostra fotografica, quest’anno per raccontare il mondo della Sagra della Trota. Un omaggio a coloro che sono stati gli ideatori e poi i protagonisti di molte edizioni: friggitori, impanatori, menatori di polenta, bellissime cameriere, ma anche quelli che si trovano in piazza a degustare quanto ordinato in quella terza domenica d’Agosto.
    Le immagini che ho selezionato vanno dal 1954 alla fine degli anni ’70, testimonianze che rappresentano una preziosa "fonte" storica, rappresentazioni che fissano nella memoria volti e attività legate alla Sagra, nonché quei gesti dovuti all’esperienza e tramandati, per sessant’anni, fino ad oggi.
    Un ruolo decisivo lo ebbero i commercianti del centro storico e in particolare i dipendenti comunali di quel tempo, impegnati in un ruolo attivo e determinante per la riuscita della festa.
     
    La mostra è stata allestita lungo la via del centro storico e sarà visibile fino al 31 Agosto 2014, un’iniziativa finanziata dal Comune di Bedonia e dal Comitato Sagra della Trota, ma resa poi possibile grazie alle molte persone che mi hanno aiutato durante l’inverno a realizzarla donandomi le loro fotografie e raccontandomi nel contempo alcuni simpatici aneddoti, tra questi: Bruno Cavalli, Paolo Salini, Lusardi Peppino, Guido e Carla Sghia, Lino Barozzi, Franco Danzi, Giovanna e Renata Fiduciosi, Franca Rossi-Taburoni, Camilla Tedaldi, Wilma e Alberto Chiappari, Mariella e Giuliana Serventi, Giorgio Mocellin e infine, ma non per ultima, Virginia Biasotti, al cui padre, Carletto Biasotti, va la dedica di questa mostra, fu lui nel 1954 a ideare e coordinare questo evento di grande interesse turistico e tradizionale per il paese di Bedonia e per tutta la Valtaro.

11 Commenti

  • Vittoria

    10/07/2014

    Ormai aspetto di anno in anno questa mostra fotografica
    complimenti a chi la organizza e coloro che la rendono possibile

  • Enrica S.

    10/07/2014

    E' vero, e' sempre attesa con ansia per vedere cosa ci riservi di nuovo ogni anno. A Bedonia potro' venire solo ad Agosto ma ho gia' trovato molte persone conosciute e che ammiravo molto, un rispetto vivo ancora oggi. Un saluto al caro Carletto, Elmare, Medioli, Siro, u Bacu e tanti altri che sono sicura che si staranno godendo lo spettacolo. Da Enrica

  • Alberto Squeri

    10/07/2014

    CLAP,CLAP,CLAP............... un caloroso ringraziamento ed applauso !!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Virgy

    10/07/2014

    Grazie Gigi! Anche quest'anno sei riuscito a farci stupire con la tua mostra fotografica, nel centro del nostro piccolo paese! Stupende le foto, meravigliosi i ricordi di tutti i nostri cari che non ci sono più. Tanti ricordi che tramite te rivivono ancora. Questa volta hai voluto ricordare la festa della trota e grazie x averla dedicata a mio papà, sono convinta che u Carletto sia veramente contento ...... Sono veramente emozionata.

  • Beppe

    10/07/2014

    Ogni realtà della nostra Valle, ha oggi la grande mancanza di annoverare fra i suoi abitanti, figure tipiche ed indimenticabile, in grado di creare dal nulla e con nulla, eventi folkloristici e turistici unici ed indimenticabili...
    Oggi il presenzialismo domina mentre scarseggia l'intraprendenza, ed ancora, dopo 50 che sono al mondo, sento parlare dai vari amministratori di zona turistica..
    Un abbraccio simbolico a Carletto, figura integerrima e spiritosa, tipica dei Biasotti...un bravo a tutti gli altri !!

  • A. S.

    10/07/2014

    Questa mattina li avevo tutti davanti, erano i bedoniesi che non ci sono più. Sono andato con mia moglie, camminando tra la gente abbiamo avuto modo di percepire gli umori, i ricordi, lo stupore, i sorrisi e forse anche qualche lacrima. L’idea di festeggiare così l'anniversario della festa della trota non poteva essere migliore. Noi le abbiamo osservate in silenzio, una dopo l’altra e poi alla fine abbiamo ringraziato per il dono fatto. Chapeau!

  • Barbara Cavalli

    11/07/2014

    Dai tanti volti ripresi in queste bellissime fotografie traspare molto forte l'orgoglio, la soddisfazione, la fierezza, quel senso di appartenenza che oggi, purtroppo, non esistono quasi più. Tu, Gigi, sei uno dei pochi che racchiude in sè questi sentimenti e proprio per questo cerchi, anche attraverso queste iniziative, di stimolarli e/o farli nascere in tanti di noi. Per questo dobbiamo ringraziarti, unico e ultimo pubblico baluardo dei nostri ricordi...

  • Marco Biasotti

    11/07/2014

    Una sola parola.... GRAZIE!

  • Brontolo

    11/07/2014

    Complimenti a tutti

  • Angela P.

    12/07/2014

    Il mondo ha bisogno di far riaffiorare le proprie radici, fatte di sentimenti semplici e di valori insostituibili mentre oggi ci si perde nel limbo dell'invidia, disonestà, opportunismo e consumismo.
    Grazie Gigi, perché rispolverando le vecchie foto e rendendole pubbliche ritorniamo alle nostre radici, grande patrimonio culturale e personale da difendere gelosamente e da cui tutti dovremmo trarre esempio.
    Grazie, perché come avrebbero detto quelle persone protagoniste di quelle foto e non più viventi: "Che Dio t'in renda meritu e u te cunserva a salutte per pudeilu cuntinue' a fe' ancomo' per multu tempu"

  • Remo Ponzini

    14/07/2014

    E' una festa che per sessant'anni è stata il perno di tutte le attività estive Bedoniesi. Quella più conosciuta da tutti coloro che hanno praticato la nostra valle. E' la prima domanda che ti fanno quando incontri dei forestieri. E' quella che identifica il nostro paese e che ha coinvolto, nella sua realizzazione, una fronda numerosa di volontari che si sono sempre sentiti onorati di servire la loro comunità.

    Ma non dimentichiamoci mai di colui che, con grande intuizione e preveggenza, l'ha ideata e realizzata. L'indimenticabile CARLETTO BIASOTTI che ha avuto anche la capacità di coinvolgere nel suo progetto l'intera Amministrazione Comunale e buona parte dei nostri concittadini. Con i maschietti a svolgere le mansioni manualmente più dispendiose ed un manipolo di splendide ragazze, rigorosamente in costume, a servire le prelibatezze ai tutti i convenuti.

    Le foto storiche appese nelle vie principali ci documentano nel migliore dei modi che cosa hanno significato questi 60 anni per i nostri concittadini. Penso che se ne parlerà anche nei secoli a venire. Bisogna dare atto che i principali fautori della storia di Bedonia sono due componenti della famiglia Cavalli. Il nostro Esvasante Gigi e lo zio Bruno che possiede migliaia di foto che sono autentici referti storici della nostra comunità.

    Un caloroso grazie a tutti coloro che si sono sempre prestati. Sono troppi per citarli tutti ma siamo orgogliosi del loro attivismo perchè significa che amano veramente il loro paese.
    W Bedonia, W la Sagra della Trota ed evviva al socio fondatore a cui è dedicata.

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 9 + 1 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com