post commenti
  • Troppa grazia Sindacato

    Lo anticipo subito, se non volete rovinarvi la giornata, non guardate il video qui a fianco.
    Ancora una volta c’è da vergognarsi e ancora una volta c’è di che arrabbiarsi per i soliti privilegi, di concessioni incredibili, in questo caso rilasciate ai sindacalisti, proprio per mezzo di una Legge, la 564 del 1996… a farla breve basta essere assunti con una carica sindacale, anche per pochi mesi soltanto e la pensione integrativa sarà calcolata sull’ultima mensilità, come fosse stata percepita per l’intera attività lavorativa pregressa.
    Nel caso specifico dell’inchiesta si tratta di un’insegnante che nell’ultimo anno di lavoro è stata assunta dal sindacato Snals a 2.000 Euro al mese (a dir loro senza recarsi mai al lavoro), così percepirà una pensione integrativa come se quello stipendio fosse stato ottenuto per un’intera carriera (avrà un’integrazione di 1.500 Euro/mese oltre alla pensione di insegnante di ulteriori 1.500 Euro a vita), oltre ad altri dirigenti dello Snals che usano questo escamotage per ottenere integrazioni di 60-80 mila euro l’anno.
    Alla facciaccia di tutti noi che versiamo i tributi con il metodo contributivo. E poi ci chiediamo come fa l’INPS a tirare avanti? Finché ci saranno in giro questi parassiti è inutile porsi domande! Ho sempre più la certezza che questa gente parla bene e razzola male.
    Ma a noi cittadini, ai loro lavoratori iscritti, è mai stato detto che esiste questa Legge? In un periodo di “Tagli quotidiani” nessuno se n’è mai accorto o si fa sempre finta di niente? È mai possibile che questi benefici debbano uscire allo scoperto solo perché a farlo è un’inchiesta della giornalista Nadia Toffa delle Iene? E i quotidiani e i telegiornali? Sì certo, prima c’è il vestito “nude look” di Belen.

14 Commenti

  • Il Geom.

    19/09/2014

    Ma i ns. sindacati non erano tutti lindi e puri come la "Madonna" mentre a sentire loro i padroni schiavisti sono sempre stati accostati metaforicamente al “ Diavolo " ???
    Invece di fare il servizio alle Iene dovrebbero andare a Zelig in quanto almeno lì, quasi ogni membro di tutte ns. sigle sindacali, un posto da comico lo avrebbe assicurato !!!

  • Dario Temperino

    19/09/2014

    Questa poi... Io credo che ci siano tutti gli estremi per un esposto alla Procura della Repubblica. E questi mascalzoni parlano di tagliare la pensione a chi, come me, ha versato 42 anni di contributi

  • #hammer

    19/09/2014

    L' ho visto mercoledi e non mi ha fatto dormire dal nervoso..
    sono anche in mobilita' e io la pensione non la vedro mai
    porci maiali

  • Franca

    19/09/2014

    Sono schifata. Ho visto questo servizio e la tentazione è stata quella di entrare nella tv e prenderlo a schiaffi. Sono questi i motivi per cui noi non prenderemo mai la pensione. Facciamo qualcosa, facciamogli revocare la pensione, chiediamo l'abolizione di questa regola di merda, annulliamo anche le pensioni già erogate e chiediamone la restituzione immediata, anche degli arretrati.
    Lo so che sto scrivendo cose che non si realizzeranno mai perchè si proteggono tra di loro e noi cittadini veniamo sempre fregati, ma nella sede di questo sindacato deve andare la guardia di finanza e deve fare i dovuti accertamenti. Comunque sono contenta di non essere più iscritta ad un sindacato. Vorrei sapere cosa ne pensa Matteo Renzi di questo servizio, fateglielo vedere!!!!!

  • Marino

    20/09/2014

    Io mi sono cancellato dai sindacati da tempo, tutelavano solo chi volevano loro e non erano democratici nelle decisioni, sicuramente hanno contribuito allo sfascio del nostro stato, come d'altro canto molti imprenditori "geni" che abbiamo in italia, solo capaci di succhiare soldi alle aziende, farle fallire e poi riaprirne altre con prestanome.
    l'italia è uno stato completamente privo di ogni forma di giustizia, chi ruba molto è tutelato, chi ruba un uovo finisce in galera, le caste governano e i cittadini subiscono, ma se ti trovano senza uno scontrino ti fanno un c... tanto.
    soluzioni non ne esistono, anche il caro renzino che ha dichiarato guerra ai sindacati sta provocando più danni che utile, forse i contratti a tutele crescenti non sarebbero un male assoluto, bisogna vedere che uso ne fanno gli imprenditori, speriamo di non creare una classe di eterni precari che non avrà mai una sicurezza lavorativa.
    per me siamo finiti, non vedo futuro e sono molto pessimista, non c'è stato alcun miglioramento con renzi al potere

  • Piero Rizzi Bianchi

    20/09/2014

    Ci sorprendiamo di qualcosa, scusate?
    Questa non è nient'altro che l'applicazione del verbo evangelizzato a piene mani dagli Anni Sessanta in avanti: "quello che è di tutti, è mio" (ma quello che è mio resta mio, ovviamente).
    La vecchia teoria comunista (certo sbagliata, ma che poteva avere motivazioni ideali) è stata intesa e applicata in questo bel modino, in questo Paese di dementi irresponsabili!
    Siamo allo sfascio? E' giusto giusto quel che ci meritiamo...

  • GINO DEL SASSO

    20/09/2014

    Ma non avete ancora capito che non c'e' più niente da fare? Che anche il sindacato fa parte di quella casta che, al potere da anni, altro non ha pensato che a riempirsi di privilegi di vitalizi o meglio di soldi.
    Ma da dove proviene il grosso del debito pubblico se non dalle Centinaia di Miliardi che questi " onorevoli " hanno rubato mettendo insieme e poi portando all'estero dei capitali enormi?
    Cosa costa all' Inps pagare tutti i mesi miliardi di pensioni fasulle di cui non sono stati versati i contributi, pagare liquidazioni miliardarie, invalidita' inesistenti e accompagnamenti non dovuti?
    E cosa dire delle centinaia e centinaia di miliardi rubati alla sanita'?
    Chi ne fara' le spese saranno i giovani per i quali non ci saranno soldi per le pensioni, perche'non ci sara' nessuno che abolira', tutte queste ingiustizie.
    Depenalizzeranno i reati, aboliranno il falso in bilancio, accorceranno i tempi di prescrizione, mentre sosteranno che questi sono diritti acquisiti e quelli dei lavoratori no.
    L'INPS sta affondando nei debiti? E allora fuori tutti i controllori per cercare di rovinare il datore di lavoro che ha omesso una virgola, o il meschinetto che non segnando il numero dei colli venduti si e' fregato da solo.
    O i giovani scendono in piazza e fanno capire ai ladri che devono restituire il bottino e andarsene a casa o non la pezza piu' neanche Braga.

  • Virgy

    20/09/2014

    Niente di nuovo, si sapeva già... pure nel nostro piccolo ci sono stati casi simili e ci sono ancora niente e nessuno fa qualche cosa, anzi se ti permetti di dir qualche cosa oltre che essere deriso ti schivano come la peste! E noi paghiamo..........
    Ho detto troppe volte che il governo dovrebbe dare via libera ai comuni di controllare, e i comuni dovrebbero ascoltare i cittadini che denunciano i fatti non legali, forse solo in questo modo si potrebbe rimettere a posto qualche cosa.......... campa cavallo che l'erba cresce

  • Rodolfo

    20/09/2014

    Quando ho visto il servizio delle Iene mi è venuta l'orticaria per tanta arroganza e ingiustizia. Temo che questi privilegi siano molto diffusi: politica, sindacato, magistratura, imprenditori, giornalisti. Chi si salva nella nostra povera Italia?

  • Fiorella

    20/09/2014

    Cosa ne pensa Renzi..? ma per favore. Se Renzi fosse un galantuomo dovrebbe abrogare la legge con effetto retroattivo ma trattandosi di una legge del socio Berlusconi si girerà dall' altra parte

  • Remo Ponzini

    22/09/2014

    Sono due giorni che voglio scrivere due righe su questo argomento ma il solo pensiero mi faceva salire la pressione alle stelle. Per non farmi del male da solo ho aspettato che il mio sistema nervoso si stabilizzasse un pochino.

    Siamo tutti esausti, angosciati, inorriditi per dover, ancora una volta, assistere a questi spettacoli di sperpero di pubblico denaro che, oltre a non conosce confini, va bel oltre l'immaginario delle mente più fervida e diabolica.

    I politici ed i sindacalisti. Quelli che, per comportamento e posizione, dovrebbero essere di esempio al popolo sono di fatto dei filibustieri della peggior risma che, nell'esercizio delle loro funzioni, pensano solo ai loro sordidi interessi personali.

    Nello specifico ci sono implicati un po' tutti. Chi approvò quella legge e tutti gli "altri" che, anzichè denunciare questa oscenità, se ne stettero buoni e zitti a blaterare sulle carnevalate notturne del Berlusca che interessano a nessuno.
    Ed il nuovo parlamento che fece per eliminare questa ed altre brutture ? NULLA.
    Eppure a Roma ne abbiamo quasi mille divisi tra camera e senato. Di ogni colore politico ma anche di ogni "assenza" politica. Un opposizione finta, che fa finta di bisticciare per lasciare le cose come sono.

    Memo male che esiste la trasmissione televisiva " LE IENE " che fa da vedetta contro il malaffare della politica e che da anni si batte su ogni fronte per smascherare imbrogli e nefandezze.
    Ma questo "compito" non dovrebbe essere demandato ai nostri pubblici rappresentanti ?
    Non dovrebbe essere denunciato da tutti gli organi di informazione ?

    Parlando con una amico dissi che l'Italia è tutta da rifondare. Mi corresse dicendo: "prima si azzera tutto e poi si rifonda".
    Ma dobbiamo augurarci una dittatura per sistemare le cose ?

  • Alberto Squeri

    23/09/2014

    Quando si è in difficoltà, la prima cosa da fare è ridurre le spese ed azzerare tutti i benefit ignobilmente assegnati; ma purtroppo, nel nostro paese, è molto più comodo sparare nel mucchio, alzare le tasse e ridurre i servizi.
    Ridiamo amaramente delle notizie di "striscia la notiza" e dei servizi delle "iene", ma CHIUNQUE è stato al governo, volendo o non volendo, non è mai riuscito a toccare la "casta" ed i fiumi di parole vomitati in campagna elettorale non hanno mai trovato un logico riscontro...... una tristissima realtà risolvibile ESCLUSIVAMENTE con una onestà sociale che non appartiene alla classe politica passata e presente.... SIGH!SIGH!

  • Luciana

    30/09/2014

    Sono stata, per anni, dirigente del Patronato Sindacale ITAL/UIL di Genova. Sono andata in pensione quando la legge n° 564 del 1996 non era ancora stata varata, ma era pur sempre possibile, in virtù di una legge precedente, sanare posizioni assicurative irregolari, legge che dava la possibilità di alterare le cifre degli stipendi per poi avere una pensione piu' alta.
    A nessuno è venuto in mente, che io sappia, di fare imbrogli del genere. Con il tempo abbiamo assistito ad una evoluzione degenerativa e molto spesso illegale, della politica e dei riflessi che questa ha sul sindacato.
    Troppi i sindacalisti che si danno alla politica attiva, troppe le leggi ad hoc per favorire questo o quel settore. L'ultima " indecenza " è la legge sui vitalizi. L'ultimissima è quella del " vitalizi " di 3OOO euro mensili al compimento dei 5O anni. Per quello che mi riguarda, sono felice di avere fatto il mio lavoro nel campo dell'Assistenza Sociale, in generale, e in quello dell'Assistenza Sindacale, quando le ideologie erano integre e non manipolate da interessi privati.

  • Veronica

    03/10/2014

    Una vita che esiste questa schifezza ed è una vita che viene detto, ma nessuno ha mai fatto nulla e i vecchi hanno in mano il paese. Poi oggi vogliono distogliere cervelli con gossip ed altre storie da romanzo perchè in Italia c'è gente rimbecillita e non capisce.
    Il pubblico impiego TUTTO è una cloaca, andrebbe ripulito e mandare questi personaggi ai lavori forzati.

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 9 + 14 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com