Ralph Malph ha i capelli rossi

post commenti
  • Ralph Malph ha i capelli rossi

    Da alcuni pomeriggi in TV fanno le prove tecniche di trasmissione a colori e continuano a mostrare una donna che sbuccia la frutta, barche con grandi vele a strisce che navigano indisturbate, immensi laghi con alle spalle alte vette innevate e bambini che corrono in un prato con l'aquilone portato dal vento.
    Per noi che abbiamo ancora il televisore in bianco e nero non c'è nessun motivo di restare lì davanti a guardare tutte quelle stupidaggini e per di più senza senso.
    L'amica della mamma invece è una delle prime fortunate a possederlo il televisore a colori. C'invita a casa sua per la merenda con lo scopo di mostrarci le 'PROVE COLORE', condotte dal tipo che ti guida dalla 'Svizzera' sul come sintonizzare al meglio il televisore, impresa neanche a dirlo complicatissima.
    - E ci credo... queste onde arrivano dalla Svizzera, figuriamoci farlo con quelle ancor più lontane di Koper Capodistria.. -
    Quindi cosa c'invita a fare?
    Restiamo da lei fino all'ora di cena, anche se sarà dura ritornare a casa dopo aver scoperto che il giubbetto di Ricky Canningam è blu anzichè grigio scuro, che Ralph ha i capelli rossi piuttosto che grigi e quel tipo che 'vive in soffitta' porta sempre i blujeans invece dei pantaloni scuri. Unica consolazione è che Furia "cavallo del west" rimane sempre quello: nerissimo.
    Messe le gambe sotto il tavolo, mangiando senza tante storie i fidelini già in un blocco unico, indifferentemente cerchiamo di scoprire cosa ne pensano in casa del 'colore'.
    - Non se ne parla nemmeno, la nostra televisione è ancora nuova e va benissimo, quando si romperà ne parleremo e poi dicono che quella lì faccia male agli occhi! -
    Non si erano mai visti così risoluti.
    così cerchiamo di arrangiarci con le nostre mani, specialmente dopo che in piazza girano certe notizie.
    - Vuoi vedere a colori anche il tuo televisore, senza bisogno di cambiarlo? Devi solo cercare il canale giusto. Io ce l'ho fatta! -
    così nella disperata e vana ricerca di tinteggiare anche le nostre immagini abbiamo passato intere giornate a smanettare tasti e manopole, a dargli pugni sopra, sotto e lateralmente, ma del colore neanche l'ombra, anzi, abbiamo peggiorato la situazione. Le immagini adesso girano rincorrendosi per lo schermo, per poi fermarsi di botto e lasciar posto alle 'righe', subito dopo trasformate in 'riso'. Si spegnerà definitivamente da lì a poco.
    Ora la soluzione è una sola: chiamare Lucchetti per farlo aggiustare immediatamente. Solo che i primi dieci giorni passeranno nel tentativo di recuperarlo, sempre in giro com'è.. e i restanti sette vissuti in casa con la speranza di vederlo spuntare da un momento all'altro.
    Nel frattempo si è anche tentato di dirlo a Neri, altro mago del restauro radio-televisivo.
    Peggio di andar di notte.
    Fatto sta che sono ormai trenta giorni che siamo allo sbando più totale, senza quella 'voce' e con quel piccolo puntino bianco centrale, lasciato acceso con l'illusione che si possa allargare da un momento all'altro. così viviamo come se avessimo il morto in casa.
    Finalmente il papà, pressato dalle continue richieste, riesce a convincere il primo'tecnico' che si presenta, armeggia, svita e avvita e poi sentenzia:
    - E' un vecchio PHILCO, non so se ci riuscirò. -
    E così chiama Lucchetti che si installa in casa e sta lì anche a pranzo e cena diventando parte integrante della famiglia. Ma i 'tecnici' TV sono preziosi, bisogna tenerseli cari!
    - E' sicuro, domani finirò. - esclama miracolosamente un pomeriggio - Ormai arriva tutto da Parma, valvola, transistor e circuito! -
    Dio sia lodato. Non avremmo mai pensato di aver combinato un danno simile. In fondo quel giorno maledetto abbiamo solamente cercato un canale..
    Fatto sta che il televisore è ritornato a funzionare, volume e immagini sono nuovamente forti e chiare, ma i colori bisogna inventarseli. Tutto tristemente in bianco e nero. Pazienza.
    verrà pure quel giorno...