Arcipelago La Maddalena

post commenti

Luglio 2013 - Spargi, Budelli, Santa Maria, la Maddalena, Caprera. Palau.


Avevo in mente di visitarle, conoscerle più a fondo e questa è stata la volta buona. Sono alcune isole che compongono l’arcipelago La Maddalena, vere e proprie oasi naturalistiche da far invidia al mondo: Spargi, Budelli, Santa Maria, Caprera.
Un mare turchese contornato da calette che formano sinuose figure di granito, spiagge favolose e baie trasparenti, sono queste le caratteristiche che appagano i sensi una volta approdati. Lingue di sabbia bianca e fine che permettono all’acqua di assumere colori stupendi, alle spalle profumate pinete incastonate nella macchia mediterranea… a vedere quei contrasti si direbbero i Caraibi di casa nostra.
Solo che dopo, oltrepassato il promontorio, ritorni alla realtà e ti accorgi che sei in Italia, basta raggiungere La Maddalena e passare davanti agli scheletri del G8, a quei 327 milioni di Euro che ristagnano desolati tra opere faraoniche incompiute e già cadenti nonostante siano passati pochi anni. Adesso, su quel lungo mare che doveva rappresentare il rilancio dell’intero arcipelago, regna l'abbandono, il degrado e la rabbia degli abitanti locali e dei contribuenti italiani. Quello che doveva essere un aiuto è diventato un calcio in culo!