post commenti
  • La neve e le sue forme

    È una mostra che doveva essere inaugurata il 4 dicembre, ma probabilmente è nata sotto una cattiva stella, tant’è che ad oggi è rimasta inaccessibile. Si trattava di un’esposizione dal titolo: “La neve e le sue forme”, manifestazione bedoniese collegata al “Natale ritrovato”. 

    Ne parlo perché, oltre ad averla fisicamente allestita (non ideata), tra i vari espositori c’ero anch'io e mi ero fatto altresì carico di coinvolgere gli iscritti del “Valtaro Foto Club” per incrementare il numero dei partecipanti. A quanto pare per nulla, ma per rispetto verso chi ha dedicato tempo e denaro a questa iniziativa, ho pensato di fare una mostra virtuale sul blog, perlomeno io salvo la faccia e qualche centinaio di persone potrà comunque vedere l’agognata mostra, anzi, si potranno anche osservare quelle fotografie che non hanno mai avuto la grazia di varcare la porta.
    E qui mi fermo, non aggiungo altro.

23 Commenti

  • Fausto

    28/12/2010

    Anno nuovo ... vita nuova... dopo averle viste mi sembrerebbe veramente uno spreco se non fossero messe in mostra dal vivo!

    Se serve io mi metto a disposizione per una giornata (o mezza, dipende dagli impegni familiari) e stare fisicamente in loco.

    Bravi davvero a tutti, io dalla neve non riesco a cavare un ragno dal buco... ci vedo tutto bianco!!!

    Ciao
    Fausto

  • Cri

    28/12/2010

    Sono veramente tutte molto belle!!! alcune mi invogliano proprio a provare ancora con la neve...in genere riesco a vedere solo il suo lato negativo, il disagio che crea... invece puo essere anche poetica!!!
    Mi associo a Fausto, anch'io sono a disposizione per rendere visibile la mostra!!! questo genere di iniziative non dovrebbero morire sul nascere....

  • Arturo Curà

    28/12/2010

    Per "varcare la porta", caro Gigi ( e non ti dico niente di nuovo ) non occorre essere eroici... basta bussare, far girare un lucchetto o una maniglia, chiedere permesso e sentirsi dire "avanti!". Questo in condizioni normali.
    Quando le condizioni non rientrano nella normalità ( sordità... disattenzione programmata... disinteresse per gli altri e per le belle cose.... superficialità e pressapochismo... gioco dello scaricabarili ed altro ancora... ) ci si mette il due per combinare pasticci incomprensibili.
    Ho visto questa "Mostra non Mostrata" nel tuo sito e, davanti ad una produzione di tutto rispetto ( alcuni scatti sono strepitosi ) mi sono ridomandato perchè si possa organizzare un evento artistico/culturale, suppongo costoso, e abbandonarlo in un luogo scelto per l'occasione senza, appunto, dare la possibilità ai cittadini di varcarne la soglia.
    Non è una bella conclusione di un'annata agli sgoccioli e non è nemmeno un augurio di speranza "per un anno che sta per cominciare quando un anno è appena terminato etc.", come direbbe il mitico Marzullo.

  • In'amiga

    28/12/2010

    Caro Gigi, ne ho sentito parlare di questa sconsolata mostra e ti dico che sei stato un signore, chi se la trova già "cotta" non conosce il senso della colpa ma solo la faciloneria.

  • Marika

    28/12/2010

    Mi piace questo post Gigi, mi piacciono le foto (complimenti a tutti i fotografi) e mi piace TANTISSIMO questa mostra!!!!!!!
    Sarebbe stato veramente grandioso poter entrare e ammirare le foto.....!!! Io preferisco non commentare l'accaduto, puntualizzo solo una cosa, cioè che le cose se si decide di farle si fanno bene, o almeno ci si prova!!!! Ovviamente so che la prima volta che si fa qualcosa non sempre riesce come ci si prospetta e col tempo si migliora, ma questa proprio non è stata neanche organizzata, è stata prima dimenticata e poi lasciata lì com'era, perchè a pochi realmente interessa, lo dimostrano i fatti!
    Quindi a malincuore dico che è la prima e l'ultima volta che metto a disposizione mie foto, non perchè le mie foto siano indispensabili o bellissime, anzi, ma ho trovato poco rispettoso quanto successo...

  • Il falconiere

    28/12/2010

    Foto bellissime, strepitose e avvolgenti, ma lasciatemelo dire la pacatezza con la quale si è trattato e si trattano i responsabili di questa vergognosa negligenza, che dimostra quanta irriverenza e mancanza di rispetto c'è nei confronti di chi si rende disponibile in termini gratuiti, è decisamente stucchevole. Ma... "così è se vi pare", disse Pirandello

  • nico

    28/12/2010

    ci sono anch'io, se serve qualcuno per poterla tenere aperta.... foto bellissime

  • Barbara Cavalli

    28/12/2010

    Finalmente, era ora poter vedere e ammirare queste bellissime foto. Complimenti a tutti coloro che hanno fotografato momenti diversi della tanto amata - odiata NEVE, complimenti per averle messe a disposizione della popolazione che avrebbe voluto vederle nella sede a loro destinata e complimenti a Gigi che, preso da vergogna a causa altrui e da buon senso, ha deciso di pubblicarle, così da dare una degna conclusione a questa discutibile iniziativa.
    Non per infierire ulteriormente, ma possibile che nemmeno dopo tante rimostranze nessuno si sia degnato di intervenire per porre rimedio ad una situazione che non fa certo fare bella figura a coloro che l'hanno organizzata? Se a muovere le cose non esiste più nemmeno un briciolo di amor proprio, bè, direi che stiamo andando davvero a rotoli!
    Speriamo bene per il futuro, ma io la vedo grigia!!! Ancora complimenti a tutti i fotografi!

  • Sandra

    29/12/2010

    Concordo, bellissime foto, purtroppo pure io ho cercato di visitare la mostra e come altri l'ho trovata tristemente chiusa. Peccato, davvero peccato.....

  • Luciano Squeri

    29/12/2010

    Volete spiegare? Non capisco c'è una mostra e non viene tenuta aperta? Dalle immagini che ho visto ( STUPENDE ) non si direbbe che siano vietate ai minori.

  • paolo

    29/12/2010

    le foto son molto molto belle.. È un peccato che solo ora ci siano persone che si offrano volontarie per aprirla.. Ma siccome avrebbe dovuto aprire solo sabato e domenica piuttosto che lasciarla sempre chiusa, gli espositori non riuscivano proprio a farsi due ore a testa come in estate con lo botteghe dell'arte?

  • Sergente Lo Russo

    29/12/2010

    Direi che il Sergente da che mondo è mondo urla... però ci vogliono i soldati che lavorano... e qui mi sa che è un gran esercito di generali senza soldati semplici... invece come sempre c'è bisogno di chi si mette materialmente a far le cose... la fabbrica delle idee (e non solo quella) è fallita da tempo... chi si prende certe responsabilità, senza essere obbligato, deve portare la croce... altrimenti, se non ha tempo o voglia, meglio si accontenti come me di chiacchierare sui Forum

  • Marika Camisa

    29/12/2010

    Concordo pienamente quanto detto dalla mia omonima... Un grazie di cuore a Gigi che ha dimostrato serieta'...
    Per l'accaduto, credo che sarebbe necessaria solo un po' di organizzazione, caso contrario, inutile proporre qualsiasi iniziativa a monte, se poi non si e' neanche in grado di portarla a termine...

  • Cri

    29/12/2010

    Cari amici, caro Gigi...
    anche chi nasce solo una cattiva stella spesso ha la possibilità di riscattarsi: la presidente del circolo fotografico Parmafotografica, di cui faccio parte, ha visto nella bacheca di facebook il link di Esvaso ed ha letto il post sulla mostra andata nel dimenticatoio. Ha guardato le foto e mi ha chiesto se siamo interessati ad esporle nel locale Gusto Più a Parma dal 01 febbraio al 21 febbraio.
    Questo circolo, oltre ad organizzare incontri settimanali in cui si guardano foto, organizza rassegne, videoproiezioni e mostre. Diversi locali a Parma ospitano le foto dei soci o loro invitati per alcune settimane, la sera dell' inaugurazione ci sono molti fotografi e appassionati e spesso ci si scambiano opinioni e consigli...
    Sinceramente sarei molto orgogliosa se anche gli altri fotografi che hanno scattato le foto della neve e le sue forme avessero voglia di esporre gli scatti: oltre ad essere un'occasione per mostrare le proprie foto, è un modo per far sapere che anche in montagna ci sono circoli, come il valtaro fotoclub, o singoli foto amatori di tutto rispetto!!!!

  • Fausto

    29/12/2010

    Caro Paolo, mi offro solo ora perchè solo ora ho tempo... anzi, posso permettermi di ritagliarmelo, prima proprio ero impossibilitato... per quanto riguarda la suddivisione dei compiti si tratta di una proposta vacua perchè è più difficile organizzare l'intervento di tante persone che di poche. Ed infine mi permetto di specificare che se una Amministrazione decide di promuovere un evento deve mettere anche in gioco le forze per renderlo realizzabile. Non si può sempre pensare di avere la pappa pronta al 99% e limitarsi a metterci il timbro. Gigi si è sbattuto a mille creando un evento dal nulla, coinvolgendo altre persone e mettendoci la propria faccia, e se l'unica cosa che mancava era chi doveva tenerla aperta allora avrebbe dovuto intervenire l'Amministrazione in qualche modo.
    Tu Paolo a che ora vieni? Una mezza giornata ce la dedichi? Grazie.

  • Remo Ponzini

    29/12/2010

    Avete espresso il vostro totale disdoro in tutte le forme ed in tutti i modi.
    Non ho altri biasimevoli aggettivi nel cassetto (li avete usati tutti) e quindi mi limito a stigmatizzare con voi quanto è accaduto.
    Non mi sono mai piaciute le critiche pretestuose dispensate a prescindere. Ma in questo caso penso che sia "doveroso", da parte di tutti, palesare il proprio sdegno sperando che in futuro ci si attivi per evitare che, queste riprovevoli inefficienze, non si verifichino più.
    Con un briciolo di amor proprio, come ha giustamente sottolineato la Barbara, si sarebbe potuto rimediare a quell'impasse che si era creato ma evidentemente nessuno ho voluto, incomprensibilmente, rattoppare quella falla.

    Comunque guardando al futuro se dovessero servire dei volontari per presidiare la sala della mostra penso che sarebbe sufficiente lanciare un appello su questo sito 2 o 3 settimane ante apertura. In molti hanno già manifestato la loro disponibilità ed io sarei tra quelli. Occorrerà un coordinatore che disponga dell'elenco delle persone e dei rispettivi cellulari; non vedo particolari difficoltà.

    Le foto sono indubbiamente molto belle e molto peculiari. Ne avevo individuate ed appuntate tre o quattro che mi avevano particolarmente accalappiato ma poi ho preferito non esternare giudizi e/o graduatorie che avrebbero potuto apparire improprie, inopportune e forse anche arbitrarie.
    Il paesaggio invernale farebbe pensare, di primo acchito, ad una visione monocorde; appiattita da quel manto bianco che rende tutto uniforme. Ma guardando i vostri scatti si deduce che le capacità dei singoli di captare atmosfere, dettagli, suggestioni, sfumature e quant'altro producono dei risultati così variegati e così intensamente policromi da caratterizzare ogni singola inquadratura.

    Un cordiale saluto a tutti.

  • paolo

    30/12/2010

    Fausto, spiacente, ma nn sono ne ideatore, ne organizzatore, ne espositore, quando mai sarò una di queste tre cose, sarò il primo a mettermi in turno!! Non vorrete mica chiedere la disponibilità anche al primo turista che viene a guardare le foto...

  • Fausto

    31/12/2010

    Spiacente Paolo ma nemmeno io sono ideatore, organizzatore o espositore e... se mi posso permettere tanto meno abitante di Bedonia!!! Perciò se mi metto a disposizione io lo puoi fare anche tu penso. Se tutti ragionano in questi termini allora saremo sempre i primi turisti spettatori del nulla.
    Ma sono conscio che il concetto sia errato in partenza. E' l'atteggiamento di chi ha "inventato" la mostra che è da rivedere... e non penso che nulla possa essere addebitato a tutti quelli che si sono prodigati per concorrerne alla realizzazione.
    Qui ha toppato alla grande l'amministrazione SENZA OMBRA DI DUBBIO, ma ciò non toglie che come cittadini abbiamo il dovere di metterci a disposizione.

    Ps. non volermene troppo, ma sono un pò stanco di chi fa il turista in casa propria. E' ora di muoversi.
    Fausto.

  • Cri

    31/12/2010

    Caro Paolo, direi che le persone come Lei di certo non aiutano... c'è stato un problema, creato da una fantomatica amministrazione che lancia l'idea e poi non si cura piu di seguirla.
    Ci sono persone come Gigi che hanno contattato fotografi per avere foto, ci sono fotografi che le hanno scattate e sicuramente se questa cosa fosse stata gestita direttamente da "noi" fotoamatori la mostra, sono certa, sarebbe stata aperta regolarmente.
    Ora è inutile accanirsi e continuare a stuzzicare chi già è amareggiato. mi sembra inopportuno, è Natale: si rilassi e la smetta di godere nel rigirare il dito nella piaga, non ha niente per cui essere buono? neanche il rispetto per una povera mostra ? sinceramente, se avessi dovuto sorbirmi la sua SIMPATIA, magari nel mio turno alla mostra. be... forse è meglio cosi.
    Buon Natale a tutti amici di esvaso... io al Gusto più vi aspetto!!!!!

  • claudio m.

    31/12/2010

    La bellezza delle foto su esvaso è avvolgente come la realtà rappresentata.
    Pixel o bianco e nero, o i colori indefinibili di natura? Generali o truppe, o "Generali" e "Truppe" ? Pubblico o privato, o privato e pubblico?
    Forse J. F.K., Kennedy, ci prendeva quando poneva i cittadini di fronte alla domanda da non chiedere mai per prima: "Cosa lo Stato può fare per me?" e la riformulava con: "Cosa posso fare per la mia comunità?".
    Comunque, la foto dall'archivio dello zio di "esvaso", Bruno, ci fa gustare tutta l'atmosfera di un inverno dal cuore antico.
    Ciao a tutti e alla prossima mostra "Reale" e "Virtuale". claudio m.

  • Remo Ponzini

    01/01/2011

    Caro Claudio,
    in sole sei righe ci hai mandato un messaggio che ha la valenza di una dotta lezione universitaria.
    Senza usare roboanti espressioni e aggettivi fragorosi (e qui recito il mea culpa) addossando colpe a destra ed a manca sei riuscito a farci comprendere con un duttile gioco di parole che, se stiamo qui a palleggiarci le negligenza e le responsabilità, non riusciremo mai a realizzare alcunchè di utile per la nostra comunità.
    Ed a supporto hai citato il celebre motto di J.F. Kennedy che dovrebbe indurre tutti a riflettere.

    Ma va anche rimarcato che chi organizza (pubblica amministrazione) DEVE farsi carico dell'evento e provvedere alla sua positiva realizzazione. Spetterà poi ai cittadini attivarsi rendendosi disponibili a svolgere quelle mansioni di volontariato atte a supportare con adeguatezza la manifestazione.

    Organizzazione, sensibilità e senso del dovere. E' quello che hanno rimarcato sia Fausto che tanti altri che sono intervenuti.
    Nessuno si deve illudere che la manna cada ancora dal cielo.

    Un caro saluto a tutti.

  • claudio m.

    02/01/2011

    Ciao Remo, buon anno.
    Il senso che Tu hai dato è proprio la corretta interpretazione:
    noi ragazzi dei "60" avevamo dei miti, tra cui J.F.K. .
    Scusate la citazione, non precisa ed involuta, ma il senso è proprio quello che ognuno deve fare la propria parte, amministrazione compresa.
    Non perdiamo la speranza: alla prossima mostra di Gigi e C., sono sicuro che noi due ed altri, in cuor loro hanno già domandato ("Presente?") e risposto ("Presente").
    claudio m.

  • silvia

    03/01/2011

    Ciao GG. auguri di buon anno.
    Complimenti a tutti i partecipanti per le belle e suggestive foto e per avere organizzato qualcosa di veramente interessante. E adesso aspetto la prossima mostra fotografica... Silvia

 

Commenta

Newsletter
Scrivi la somma dei due numeri e poi invia: 6 + 3 =
Invia