post commenti
  • Diego Rossi: una vittoria 'senza se e senza ma’

    Per noi comuni cittadini, a differenza dei politici che lo fanno di mestiere, l’affermazione di Diego Rossi alle primarie, per il candidato Sindaco al Comune di Borgotaro, non era poi un fatto così imprevedibile. Da alcune settimane, per le strade, nei bar o in internet, la parola ricorrente era una: Diego Rossi.
    Il suo nome era persino pronunciato con favore anche da una parte di quei cittadini che la pensano ideologicamente in altro modo (me compreso). Il risultato finale, di fatto, è stato notevole, intendo per la differenza voti tra lui e l’altro candidato, tanto da considerarlo un cataclisma elettorale nei confronti della “vecchia guardia”.
    Partire con questo vantaggio consensuale, a tre mesi dalle vere elezioni, non è cosa da poco, la vittoria, in pratica, ce l’ha già in tasca.
 Credo che questo suo successo vada ricercato in diversi fattori. Il primo è senz’altro quello di rappresentare il "nuovo" ed essere giovane (33 anni), comunicativo e capace; non essere un politico di mestiere, è un dipendente bancario e non proviene nemmeno dal “pubblico”; rappresenta senza dubbio la discontinuità con la vecchia ideologia politica, in sostanza a tirare le fila da quarant’anni c’erano sempre i soliti burattinai; è moderato e si esprime in maniera chiara inducendo a riflettere su come la politica è letta dai cittadini. Infine, ma non per questo meno importante, sa usare le tecnologie di oggi, Facebook e You Tube in prima battuta, centinaia sono stati infatti i suoi giovani sostenitori.

    Così, se a primavera sarà eletto Sindaco, dovrà anche pensare a una valida e nuova squadra di governo per mettere in pratica il “fare” e magari realizzare qualche sogno nel cassetto, sperando vivamente che tra questi non rientri la discussa centrale a turbogas.

    Mi fermo, non vado oltre, sarebbe prematuro. In ogni caso una vittoria senza ‘se’ e senza ‘ma’.

3 Commenti

  • IO

    15/02/2011

    BRAVO DIEGO, Per una volta la semplicità, la voglia di fare e l'onestà hanno pagato! IN BOCCA AL LUPO

  • Stefano

    15/02/2011

    Diego un mito! Abbiamo con te le nostre speranze!

  • Fausto

    15/02/2011

    Complimenti a Diego, ora vediamo se però ha la forza di svoltare.
    Per chi non se lo ricordasse l'attuale gruppo amministrativo era così composto:

    ALLEGRI Luciano
    BARILLI Claudio
    BATTAINI Remo
    BECCARELLI Giuseppe
    DAFFADA` Matteo
    FERRARI Pier Luigi
    MALUCELLI Luigi
    MOLINARI Renato
    MONTELLI Sandra
    ROSSI DIEGO
    TOSCANI GIANLUCA

    Mi spiacerebbe se l'unica variante fosse togliere Oppo e mettere Diego, a parte la possibilità di sostituire le ALI.

    Staremo a vedere, comunque la presenza di Diego garantisce di certo una campagna dai toni moderati e, spero, basata sui contenuti più che sulle capacità sessuali del Premier.

 

Commenta

Newsletter
Scrivi la somma dei due numeri e poi invia: 13 + 7 =
Invia