post commenti
  • Andiamo a Compiano... un fiorino!

    Chi siete? Cosa fate? Cosa portate? Sì ma quanti siete? Un Fiorino!
    È una delle più belle scene del film "Non ci resta che piangere", quella dove i passanti si trovavano alle prese con un inflessibile doganiere.
    Impossibile non richiamarla alla memoria per quanto accaduto a Compiano in occasione della scorsa "Rievocazione Storica”, manifestazione ambientata nel XV secolo, proprio come il film di Benigni e Troisi.
    Nella giornata di domenica 10 Agosto le porte di accesso al borgo erano presidiate da un paio di ligi gabellieri, ovvero per entrare in paese era dovuta la somma di 10 Euro. Non ci sarebbe stato nulla da eccepire se la manifestazione si fosse svolta all’interno delle mura del castello, in un luogo privato, anche perché, nella pubblicità diffusa nei giorni precedenti la “Rievocazione”, non si era fatto nessun cenno dell’ingresso a pagamento. 
    Ai borghigiani compianesi l'ardua sentenza.

13 Commenti

  • Innamorata di Compiano !

    13/08/2014

    Siamo rimasti tutti sorpresi del biglietto d'entrata... compresa la giunta comunale. E trovo sia stato scorrettissimo non indicarlo nell'evento. Unica osservazione: è stata chiesta (e concessa) la chiusura del paese e "lo spettacolo" si è svolto in ogni angolo di Compiano, non solo al Castello. Il biglietto non si dovrebbe considerare d'entrata al paese ... ma come pagamento dello spettacolo. Questo non toglie che le cose potessero essere fatte più chiaramente e correttamente. Ovviamente il fiorino io, come abitante, non l'ho pagato... mi sono fatta una birra !!!
    Da compianese, penso, però che ben vengano privati a rivitalizzare il paese.. non mi interessa se a scopo di lucro, ma vedere una paese morto da anni... vivo, colorato pieno di gente, non può che farmi piacere ! Pare ci fossero (non ci credo) un migliaio di persone !!

    Hai, però dimenticato splendide manifestazioni come "Compiano in festa" organizzato SOLO dai ragazzi del paese, con l'aiuto di tutti gli abitanti. I ragazzi hanno pulito il paese, fatto gli allacci elettrici da soli, allestito le botteghe, abbellito il paese con i manifesti di Maria Teresa, organizzato gli spettacoli preparato, a prezzi più che popolari due ottime cene .. la piazza era piena (più di 200 persone) e tutti... bimbi ed adulti estremamente coinvolti... questo serve al nostro paese... non persone incallite a non vendere case diroccate o proporre prezzi esorbitanti...

  • Brontolo Né

    13/08/2014

    NON è il quanto ma il come !
    Per esempio non amo l'ipocrisia in cui quotidianamente viviamo, mi spiego meglio:
    vieni a Firenze, ma non entri con l'auto a meno di multe salatissime che non puoi evitare, l'occhio telematico è inflessibile ! E' GIUSTO, GIUSTISSIMO.
    Trovi parcheggio? Diciamo di si, ma a PAGAMENTO! Mediamente 2-3 euro l'ora! E' GIUSTO GIUSTISSIMO.
    Il pullman pargheggia nel suo spazio? PAGA! Il che si ripercuote sul costo del viaggio GIUSTO GIUSTISSIMO.
    Pernotti in qualsiasi struttura, paghi una quota al comune GIUSTO GIUSTISSIMO.

    Esistono anche feste e manifestazioni folk aperte a tutti gratuitamente, per esempio la "Festa del grillo" ... Ah no! quella non esiste più, hanno vietato le gabbiette coi grilli che i bambini poi liberavano dopo qualche giorno e così ci sono i grilli elettronici che fanno cri-cri (ridere o piangere ?) IPOCRISIA DISTILLATA !
    Ah i fuochi di San Giovanni (Il Patrono) sono gratis? NO ce li paghiamo noi fiorentini e li offriamo, ma lo sai quanti sponsor si troverebbero? Ma gli sponsor di solito vogliono mettere bocca ...
    Tante cose giuste, altre un po' meno, ma vorrei che tutte portassero ad azioni per incrementare il turismo e la sua qualità.

    Insomma dieci euro non sono poi un gran problema se ciò che viene offerto merita e se la gente che va sa in partenza che per godere di una manifestazione folkloristica ed encomiabile dovrà pagare perché è giusto che sia così, si deve avvertire e spiegare che la partecipazione è un fatto altamente positivo e che il denaro ricavato sarà speso in maniera mirata e poi dare risalto a quanto è stato effettivamente prodotto.
    E chi non darebbe volentieri dieci euro per una buona causa necessaria al comune? Certo che si!
    Un pensiero va fatto per una famiglia magari di 4 o 5 persone, forse inizia ad essere un po' pesante, ma su questo non mi esprimo, sono scelte.

  • Giovanni D.

    13/08/2014

    Ogni cosa, si deve criticare. Per vedere la rievocazione storica si paga. Sarà copiata? Manifestazioni storiche ne vengono fatte a migliaia in Italia, copiate? Non scherziamo.
    10 euro l'ingresso a Compiano, perché no? L'importante è che sia bella e fedele alla storia. Scritti sul periodo dei Landi ce ne sono diversi, basta attenersi alla storia e si unisce una giornata festaiola alla cultura.

  • Gigi Cavalli

    13/08/2014

    Intervengo solo per chiarezza e non creare confusione.
    Il mio post non è "critico" verso la manifestazione, anzi è bellissima e ben vengano altre, Compiano ne ha proprio bisogno, il concetto di base è un altro, ovvero quello di "chiudere" un borgo per un'iniziativa privata e senza avvertire preventivamente che sarebbe stata a pagamento.
    Come ho già detto, se la stessa si fosse svolta all'interno delle mura del castello, visto che è a conduzione privata, non ci sarebbe stato nulla da eccepire.

  • Fam Balzan

    14/08/2014

    Non ho trovato corretto il metodo di publicizzare un evento senza indicare il costo, siamo scesi da Berceto ma per noi 40 Euro erano troppi.

  • Duecuori Unacucina

    14/08/2014

    Noi abbiamo partecipato all'evento e dobbiamo dire che è stato molto carino e credo che sia valsa la pena pagare il biglietto d'ingresso di € 7 e non 10 come avete detto. Magari si poteva far pagare €10 includendo la visita del castello?? Comunque sul volantino non era specificato che era una manifestazione a pagamento.....strategie di marketing ??
    L'unica critica... mancavano dei posti per sedersi! Le sedie erano poche e tra l'altro rotte. I bambini e gli adulti erano esausti, infatti molti erano seduti a terra.
    Tutto il resto ė stata una bellissima giornata trascorsa in allegria con amici godendosi un bellissimo scenario. Lo spettacolo dei cavaliere era molto interessante e coinvolgente... complimenti!!

  • Lorella Aviano

    16/08/2014

    E beh ... Non ci resta che piangere. Meno male che non sono venuta perché arrivare lì per scoprire che è a pagamento mi sarebbero di molto girate. Fate feste per gli eletti o quello che volete ma per cortesia ditelo chiaramente in modo che la gente non faccia giri a vuoto se non può.

  • Lorella aviano

    17/08/2014

    Ho riletto il mio commento e vorrei chiarire che non vuole essere una polemica. L'organizzazione di questi eventi è da plaudire per chi tanto si prodiga. Solo siate chiari il più possibile per non scontentare le persone che vengono lì. Se fosse possibile poi io darei comunque la possibilità di libero accesso per chi non può permettersi il biglietto: per sentire l'atmosfera di festa (magari non le manifestazioni più importanti tipo gli sbandieratori oppure, per esempio, rappresentazione di danze e musiche medievali in costume al castello). Comunque ribadisco il mio sostegno alle persone che si sono impegnate per l'organizzazione

  • Alberto Squeri

    18/08/2014

    Io alle ore 16 ho pagato sette euro e sarebbe stata "carina" la possibilità della visita al castello compresa nel biglietto; la manifestazione è stata valida ma mancavano totalmente punti di "riposo" e la piazzetta abbandonata dai locali pubblici è veramente triste.
    Concordo, pienamente, sulla ingannevole pubblicità che ha oscurato il costo dell'evento e più di una famiglia giunta alle porte del paese ha fatto marcia indietro!!!!

  • Fam. Balzan

    18/08/2014

    Una nota sulla cifra d'ingresso.
    L' importo dei 10 Euro mi è stato riferito da un gruppo di persone incrociate per la strada perchè scoraggiate dal ticket

  • Ettore Rulli

    20/08/2014

    Compiano non è solo questo, è anche altro! Venite Sabato 23 e Domenica 24 in occasione dell'EXPO Taro Ceno. Troverete tutto il meglio dell'economia delle nostre Valli ed in particolare il cibo della nostra cucina dalla nostra terra. Un'attenzione particolare per il cibo senza glutine per i celiaci, problema sempre più frquente. E poi, tranquilli..... non si paga l'ingresso e nemmeno facciamo pagare i posteggi agli Espositori. Vi aspettiamo.

  • Idalgo

    12/08/2015

    Sior e siore ci risiamo. I gabellieri son tornati.
    Il 15 e il 16 agosto la nostra Compiano sara' nuovamente chiusa per festa privata (il Comune di Compiano non compare in nessun volantino, come il prezzo di ingresso che non e' menzionato), così chi vuole visitare il borgo o recarsi ai musei dovra' pagare dazio presso le porte del borgo. La festa è a tutti gli effetti medievale, anche per la gabella.

  • Mattia Lezoli

    19/08/2015

    Un dubbio che mi sorge spontaneo:

    Ma una vecchietta qualunque che abita fuori Compiano e vuole andare a messa, deve spostarsi a Bedonia per non pagare il biglietto? Mettere a pagamento un intero paese per una festa nemmeno comunale credo sia una roba assurda e non so nemmeno quanto sia legale...
    Un conto è chiudere una piazza, una via, un conto è un intero paese.

    Banalmente a Bedonia quando viene chiusa la piazza del Municipio viene sempre chiesto di lasciar transitare la gente lungo il marciapiede... Compiano chiude per intero.. Bah..

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 1 + 2 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com