post commenti
  • Attimi bedoniesi, il risvolto della medaglia

    Da quando ho finito di appendere “persone” tra le vie di Bedonia sono ormai passati dieci giorni. La mostra fotografica “Attimi bedoniesi" sta andando bene, sta riscuotendo un successo che va ben oltre le mie aspettative, in alcuni momenti provo persino un po’ di imbarazzo nel contraccambiare i complimenti che mi vengono posti, soprattutto da persone inaspettate. In questo mio piacevole riscontro doveva pur esserci una voce fuori dal coro, logico, non saremmo a Bedonia. Sarebbe giustificata se fosse relativa ai fini della mostra, per esempio alla scelta del tema o alla dislocazione dei pannelli, invece no, la “critica” nasce dalla mancata presenza di una persona scomparsa da qualche anno.
    Avevo messo in conto un’eventuale disapprovazione di qualche persona ritratta con cui non sono riuscito a prendere contatto, non certo quella di chi non c’è.
    Questa mia “distrazione” mi è stata bonariamente fatta presente dall’Amministrazione Comunale, poiché i familiari del compianto hanno presentato rimostranze per aver dimenticato il loro famigliare, ma non solo, il gesto apparirebbe ancor più grave visto che, a dir loro, mi sarebbe stato elargito un contributo di 5.000 Euro (dico cinquemila euro) per l’allestimento della mostra fotografica (mi chiedo da chi e perché sia uscita questa cifra strampalata).
    Credo che in una società civile ed evoluta mai nessuno si sia permesso di indicare chi e che cosa dovesse essere rappresentato da un artista (ci tengo a non voler apparire come tale, ma l’espressione si è resa necessaria), a meno che non si tratti di un’opera su commissione, quindi con la piena consapevolezza di accettare o no le indicazioni del committente.
    Dal momento che questa mostra non è stata un lavoro eseguito su commissione, si tratta bensì di un mio spontaneo gesto, ovvero mettere a disposizione della cittadinanza bedoniese una parte del mio archivio fotografico e assieme condividerlo, magari serenamente.
    Ne approfitto nuovamente per ribadire che tutte le fotografie esposte sono state da me scattate, quindi non sono state richieste a nessuno, e se questo o quel personaggio è mancante vuol dire che non dispongo della fotografia o non ritenevo di esporlo, ma non solo, se ci fossero state delle priorità personali avrei senz’altro inserito tra i cinquanta “attimi” almeno un paio di altri bedoniesi “doc”: mio padre “Balàn” o la cara Ida Delgrosso.
    Passo ora ai costi della mostra fotografica e relativo contributo: l’esborso per l’allestimento è stato di 2.250 Euro, di cui 1.000 Euro a carico dell’Amministrazione Comunale (oltre a due giornate lavorative di un operaio comunale), mentre i restanti 1.250 Euro a carico dell’Immobiliare Valtaro (leggi di tasca mia, oltre a due giornate lavorative sempre del sottoscritto).
    Per questi motivi non vedo come questa rimostranza possa essere giustificata o compresa, sono quindi dell’idea che se c’è la volontà di ricordare una determinata persona, per le sue passate doti e capacità, vada ricercata un’altra soluzione, ad esempio la creazione di una Fondazione, così, tramite questa istituzione, si avrà la possibilità di finanziare progetti o manifestazioni a nome e per conto dell’interessato.

25 Commenti

  • Pantera nera

    02/08/2010

    Caro signor Gigi Cavalli, conosciuto a Bedonia col soprannome di "Balan", e dalla stretta cerchia di amici intimi con "Il Baggiano", ho potuto constatare i costi reali della sua lodevole iniziativa!! Devo infatti ammettere che dal 1o giorno di esposizione delle foto, le cifre si stavano sempre più' gonfiando e se attendeva ancora poteva finire per arrivare alla previsione di spesa per la copertura della piscina comunale! Quanto le e' accaduto non fa che dimostrare che in un piccolo paese dell'Appennino parmense ogni qualvolta nasce una bella novità', l'anno successivo non viene più riproposta semplicemente perche' in questo piccolo paese vige e si applica il "diritto di critica" sempre in senso distruttivo!! Mi sa che sara' cosi' anche questa volta! Dato che son paesano pure io, ti volevo chiedere: 1) Ma quanto ci hai guadagnato eh?! 2) Non paghi più le tasse dopo questa iniziativa vero'?! 3) Perche' l'hai avuta ora!? Non potevi pensarla prima? 4) Stai attento a cambiare l'auto adesso..capito?!? 5) Se l'hai fatta c'è di sicuro un losco motivo!! Per forza!! Mi viene in mente la solita battuta di Gene Gnocchi: "Ma a chi giova tutto cio'?".

  • Stefano Bruschi

    03/08/2010

    ... che dire ... ?

    Come rovinare un felice momento di ricordi e di affetto verso Bedonia ed i suoi abitanti !

    Coraggio Gigi, "non ti curar di loro ma guarda e passa", specialmente "non ti curar di" chi critica nascondendosi dietro un triste pseudonimo ...!

    Secondo il mio modesto parere l'inizaitiva è ottima, è da ripetere facendo "ruotare" le foto esposte con altre che sicuramente hai in archivio.

    NON DEMORDERE

    Stefano

    ps: l'anno prossimo facciamo una colletta per coprire le spese sostenute dall'amministrazione pubblica ... così non ci sarà alcune appiglio per critiche sterili e meschine !
    AMEN

  • Iolanda

    03/08/2010

    Caro Gigi quello che ho appena letto mi fa rimanere a bocca aperta.... non ho parole!
    Ci vuole davvero tanta fantasia..... e non aggiungo altro!

    Riguardo alla mostra, bravo, bravo, bravo! E' bello passeggiare per le vie di Bedonia ed ammirare le tue foto, ricche di emozioni e ricordi! Bellissima iniziativa, complimenti!

  • Remo Ponzini

    03/08/2010

    Caro Gigi, questo paese lo conosci bene anche tu. Io,essendo assai stagionato, mi arrogo il diritto di conoscerlo anche meglio.

    Sai qual'è il morbo che colpisce molti dei ns. compaesani??? La risposta la conoscono tutti: lì INVIDIA.
    Tutto qui si chiederà qualcuno???
    Io ritengo che questo vizio capitale sia quello che genera la formazione di una metastasi che si diffonde in tutto il corpo.
    Organo più colpito: il cervello.
    E che altro genera questo sentimento nefasto ???
    Anche qui la risposte è semplicissima: la CALUNNIA.
    Questo passaggio è automatico.
    Si passa dal desiderio ossessivo di volere quello che possiedono gli altri a quello più pernicioso di volere il male altrui.
    E per raggiungere questo scopo lo strumento più idoneo ed efficace è proprio la calunnia.
    Ne so qualcosa per esperienza diretta, anche se i fatti a cui mi riferisco, datano ormai gli anni 80.

    Comunque Gigi nel tuo caso si tratta delle solite malelingue che ogni paese possiede e da cui non riusciremo mai a liberarci.
    Conoscendoti non credo che tu sia rimasto " scosso " in maniera significativa. Anche perchè hai ricevuti consensi e riconoscimenti dalla stragrande maggioranza del paese.
    Quando lavoravo mi dicevano i che il consenso al 100% non l'avremo mai in un paese; ma che sarebbe già stato un successo raggiungere 80%. Nel tuo caso sei andato ben oltre.

    Era ovvio e scontato che molte persone " significative " restassero fuori dalla tua rassegna fotografica.
    E' sacrosanto il " tuo " imprescindibile diritto ad inserire i personaggi più appropriati.
    E va anche specificato che tu non hai guardato a quelli che la gente riteneva più importanti o più illustri ma a quelli più caratteristici.
    Infatti la persona più beneficiaria della tua attenzione è stato il mitico " MUDRON "; soggetto umilissimo , a cui noi tutti vogliamo bene.

    Nella prossima edizione inserirai, per ovvi motivi, dei volti nuovi. E finalmente vedremo anche il ns. mitico RUGGERO alle prese con quei pedali che non riesce più a far roteare come ai bei tempi.
    Ciao.
    Remo

  • Camila

    03/08/2010

    Ma dai, Gigi! don't worry, be happy!
    Ora, la tua, è una mostra a tutti gli effetti: cii sono anche le critiche stupide!

    A me è piaciuta molto. Pur non essendo di qui ho sentito il profumo, l'essenza, la vita di Bedonia nelle tue foto.

    Mi dispiace per chi si nasconde dietro al nome della Pantera Rosa perchè non arriva nemmeno ai talloni della sagace, ironica e vera Pantera Rosa. Persino lo pseudonimo l'hai scelto male!

    :O)

  • Ruggero

    03/08/2010

    Mi sembra strana, molto strana e taroccata la percentuale di gradimento sul lavoro di Gigi a cui fa riferimento Remo! Addirittura il consenso sarebbe superiore al 80 %??
    La realta' e' che gli ultimi exit poll nei bar e tra la gente lo davano al 49% per cui deve aggiungere altre foto o farne di nuove per superare il 50% e poter ripetere l'iniziativa!!
    Dimenticavo poi di aggiungere che a quelli che mi han chiesto quanto ha speso, ho risposto che ha venduto la casa di Via Veneto per coprire le spese!


    PS: Remo, l'ho fregato e salto i Baustelle a Pontremoli in programma stasera, o il miciotto convince Silvano o ci va da solo!!

  • Esvaso

    03/08/2010

    Volevo puntualizzare che questo ultimo post "atto II" non è assolutamento riferito a "Pantera Rosa", la sua critica è stata ben accetta, ha solo espresso il suo punto di vista, ma ad un'altra circostanza.

  • Remo Ponzini

    03/08/2010

    Caro Gigi, hai fatto bene a chiarire i tuoi intendimenti.
    Comunque io non mi riferivo affatto a Pantera Rosa che ha tutto il diritto di esprimere il suo pensiero e gli altri di contestarlo/a o di condividerlo/a.

    Facevo un discorso generale del malessere che viviamo son i soliti " bastian contrari " che discordano sempre su ogni cosi si faccia sparando a zero su tutto e su tutti. Senza contare poi che ci sono i soliti ignoti che telefonano ai caraban appena uno accende un microfono. Si rendono conto costoro che sterilizzano tutte le iniziative che vengono prese per il bene colletivo di tutto il paese ???

    Ciao.
    Remoi

  • Remo Ponzini

    03/08/2010

    Caro Ruggero,
    mi riferisco solo al tuo P.S.. Premesso che do per scontato che il " miciotto " sia il Luigiotto il dotto (fanno pure rima), non dirmi che pur di non assecondarlo arrivi ad auto-castrarti rinunciando a vedere i " Baustelle " ???
    Cazzo quanto sei dispettoso. Mi sorge il sospetto che tu abbia qualcosa di meglio da fare questa sera. Dico bene ?????

  • In'amiga

    03/08/2010

    AVete ragione da vendere, questa mostra è dedicata a persone normali e semplici, a quei bedoniesi che si sono meritati un posto in prima fila, i così detti 'potenti' lasciamoli a crogiolarsi tra loro.
    Eee bravo Gigi Cavalli !

  • Carla F.

    03/08/2010

    Vai avanti, quello che hai fatto è meraviglioso, non girarti indietro che non ne vale la pena, guarda avanti. Aspettiamo un' altra rassegna.

  • claudio

    04/08/2010

    Gigi, tranquillo: tanti ne sento, e tanti apprezzano il fatto che il
    tuo libero e le tue risorse hai dirottato per il bene di Bedonia.
    Condivido quanto detto sopra, in particolare ,le riflessioni di Stefano e di Remo...ma capisco o posso intuire il Tuo stato d'animo.

  • Barbara Cavalli

    04/08/2010

    Come Volevasi Dimostrare!!! Ecco che si conferma la mia triste, ma pur vera, teoria: Bedonia e i bedoniesi (per fortuna non tutti) meritano poco, per non dire NULLA! Ma è mai possibile che quando qualcuno fa qualcosa, o per se stesso o per la collettività, tutti giù a criticare e soprattutto a tirare in ballo i soldi! Ma vergognatevi e invece di criticare fate qualcosa voi di costruttivo per il paese che se andiamo avanti di questo passo farà una triste fine! Un saluto a quei Bedoniesi che ancora capiscono qualcosa!!!

  • Arturo Curà

    04/08/2010

    Carissimo Gigi,
    leggendo il tuo sacrosanto intervento sulla mancata presenza di un Illustre Bedoniese reclamata a gran voce dai familiari anonimi( ma ci si puà arrivare con una certa facilità.... ), mi ha preso una tale botta di tristezza da lasciarmi senza fiato. Della tua bella Mostra Fotografica, su cui intendo dilungarmi "criticamente" in seguito, credo che non si possa che esserne felici: finalmente un'iniziativa nuova, intelligente e amorevole che dovrebbe inorgoglire il paese intero.
    Invece....
    Invece qualcuno non accetta, brontola, avanza dubbi meschini ( i costi! ), si inalbera perchè un proprio "caro" con compare nella rassegna.
    Molti commenti parlano di "anime invidiose" da strapaese. Non sono d'accordo: si tratta solo di stupidità.

    Ancora un grazie per il tuo impegno e per la tua ( questa s' ) "invidiabile" sensibilità.
    Arturo Curà

  • valebd

    04/08/2010

    che dire GG la storia si ripete, a bedonia finisce sempre cosi come diceva Pantera Nera nel primo commento. Vedi queste sono le cose che fanno passare la voglia di far qualcosa

  • Marco Biasotti

    05/08/2010

    ....lascia perdere le persone moleste gg e vai avanti per la tua strada, grande!

  • Remo Ponzini

    06/08/2010

    Caro Marco, noto con piacere che sei ancora " vivo " . Ma una tiratina di orecchie te la devo fare. Cacchio, sei sparito all'improvviso senza dire nulla lasciando i tuoi compari del forum, soli soletti come degli orfanelli, a cazzeggiare fra loro
    Vedi di ripristinare le antiche e collaborative abitudini.
    Eppure sei un bedoniese doc e quindi , come tale, devi contribuire a vivacizzare questo importante luogo di incontro della ns. vallata.
    Ciao.
    Remo.

    P.S.. A proposito dei dispersi , che fine ha fatto il PUNTINATOR cortese??? .

  • Ruggero

    06/08/2010

    Remo a proposito, ma non dovevamo andare a trovare il Puntinator Cortese nel suo Agriturismo?!? Bisognera' organizzarsi proprio per festeggiare l'iniziativa fotografica di Gigi! Se aspettiamo che organizzi lui...campa cavallo! D'altronde ha un soprannome che spiega tutto il suo modo di essere!

  • Remo Ponzini

    06/08/2010

    Caro Ruggero, convengo che qui si fanno tanti progetti e poi si realizza poco.
    Eppure il ns. Gigi non è persona da ciacole inconcludenti. Anzi, è un uomo operoso, estramamente dinamico, che ama trastullarsi con gli amici, che ha sempre nella mano destra una ottima bottiglia di Franciacorta.
    Direi di lasciar passare il ferragosto e poi lo terremo in pressione continua onde evitare che abbia qualche vuoto di memoria.
    Questo è un momento di gloria per lui e se lo sta godendo tutto.
    In settembre lo faremo scendere dal piedistallo e lo riporteremo a livello stradale...dove ci sono gli amici che lo aspettano.

  • Gigi

    06/08/2010

    Poche balle, figuriamoci se sto a crogiolarmi sugli allori... ma ci mancherebbe altro. Stavo solo aspettando che passasse l'estate, dopodichè ci siederemo tutti attorno ad un tavolo.
    Colgo l'occasione per darvi notizie del "Puntinatore"... ci ha lasciati, ovviamente in senso metaforofico, qualche mese fa in occasione di una mia "ripresa" sulla diatriba nata tra lui e Fausto... a sto punto molto più irascibile del Ruggero e del Luigiotto.

  • Ruggero

    06/08/2010

    In effetti, scusami Gigi ma perche' non hai fatto come quando avevamo battibeccato io e il Puntinator ovvero "stare alla finestra" invece di bloccare la discussione tra lui e Fausto??
    Vedi Remo è come ti dicevo ormai Gigi fa il Professore e noi gli scolaretti che vengono bacchettati quando escono dal seminato!
    Secondo me il prossimo anno ci becchiamo una 2a edizione fotografica con una sua gigantografia in piazza Centinaro come quelle di Stalin in piazza Rossa a Mosca!
    Cambieranno pure il nome della piazza per quel periodo: Piazzetta Balan!!!!

  • marco biasotti

    06/08/2010

    ....Remo, hai ragione, ma NON POSSO farmi sentire.........ho avuto qualche "problemino"......in Italia c'è libertà di parola.......per tutti,o QUASI!

    Vi sono vicino, ciao

  • Remo Ponzini

    07/08/2010



    Caro Ruggero, mi sa che tu abbia una voglia pazza di vendicarti degli epiteti denigratori che ti sei beccato quando sei salito su quella cyclette in piazza Centinaro. Effettivamente quella sera hai sfigurato persino nei confronti di quelle due belle ragazze (una a lato ed una dietro) che appaiono nelle foto.

    però visti i tuoi illustri precedenti da " grimpeaur " mi sorge il dubbio che Gigi abbia truccato i rapporti (ne è capace) o abbia fatto stringere i bulloni dei rulli costringendoti a sforzi sovrumani. Tu pensavi di essere in pianura ed invece stavi scalando lo Stelvio.

    Non senti che sta ancora sghignazzando ???

    E nella ribattezzata piazza Balan mi sa che il prossimo anno avremo due gigantografie: lui sul pulpito a pontificare e tu a rincitrullire sui pedali.
    Lui sull'altare e tu nella polvere.
    Lui è il direttore d'orchestra mentre noi siamo dei semplici suonatori di tromboni.
    " così è se vi pare " è il titolo di un film che ben si adatta al ns. contesto.

    Mi sa che non berremo più il suo Franciacorta; ci rifilerà un trebbianino da un euro al litro.





  • Remo Ponzini

    07/08/2010

    Caro Marco, mi era venuto il sospetto che tu non potessi più "muoverti" come prima vista la delicatezza della tua posizione.

    Ma non potrestii astenerti dai commenti politci e sociali ed affrontare solo quelli di costume e di intrattenimento ???

    Comunque sei pianamente scusato; vedi di gestirti come puoi.

    Ciao.
    Remo

  • beppe

    09/08/2010

    Gigi, i miei complimenti per tutto, idea, realizzazione e logistica.
    Sensazioni ed emozioni uniche han percorso il mio corpo e la mia mente, supponevo fossero tutti scatti tuoi, mancano infatti personaggi e luoghi della "nostra" infanzia...
    In bocca al lupo per il futuro, sempre che gli squali non ti mangino prima.... ;)

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 9 + 11 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com