post commenti
  • CioccolaTaro e CioccoClick 2010

    E così anche questa edizione di CioccolaTaro è passata. Il maltempo ci ha per fortuna graziati e le presenze lo hanno testimoniato. Edizione certamente migliore di quella trascorsa, si è cercato di colmare i vuoti riscontrati lo scorso anno soddisfacendo così le attese di molti.

    Una cosa è certa, il bicchiere è sempre mezzo pieno e mezzo vuoto, ovunque si guardi. Essendo a contatto con gli organizzatori ho potuto scoprire che non è per nulla facile trovare la giusta combinazione sulla riuscita della manifestazione, c’è da soddisfare la partecipazione del pubblico e nello stesso tempo gli artigiani cioccolatieri. Così se le bancarelle sono molte la gente è contenta, ma allo stesso tempo se gli esercenti crescono il loro ricavo diminuisce, con la conseguenza che potrebbero non ritornare. È vero che c’è un notevole afflusso di gente, ma a fatica si raggiunge l’obiettivo del guadagno, sì perché c’è da calcolare la quota che pagano all’organizzazione dell’evento, il viaggio e le spese di pernottamento. Bedonia non è Parma e tanto meno Bologna, i numeri sono quelli che sono, miracoli o non miracoli.

    Un appunto sullo spazio riservato al concorso fotografico “CioccoClick” lo devo fare. A mio parere non è stato dato il giusto risalto alle opere in concorso, erano mal dislocate e mal illuminate, nel senso che una metà risultava nascosta al passaggio e quindi all’illuminazione: la fotografia è colore, e senza luce perde la sua vera funzione, quella di catturare l’attenzione degli occhi.
    Di questa disfunzione me ne scuso con i partecipanti e cercheremo per il futuro di migliorare anche questo aspetto.  

    Ne approfitto del tema fotografico perché da ieri pomeriggio ho potuto riflettere sulla mia funzione di partecipante al concorso e nello stesso tempo di co-promotore. Credo non sia giusto nei confronti degli altri partecipanti indossare entrambe le 'vesti', soprattutto quando vengo premiato per due anni consecutivi, così dalla prossima edizione sceglierò una funzione o l’altra. Ci tenevo a precisarlo e sgombrare così il campo da eventuali malintesi.

    Per fortuna tutto è bene quel che finisce bene e come dicevano a Cimabue nel Carosello: “fai una cosa e ne sbagli due, ma sbagliando s’impara”.

21 Commenti

  • Sandra

    16/11/2010

    Complimenti per il premio e soprattutto per l'impegno che sempre dimostri.
    Penso che la tua decisione di non partecipare più come co-promotore o partecipante sia lodevole e ti faccia onere volere essere sopra ogni sospetto.
    Alla prossima...

  • Chicchi

    16/11/2010

    Complimenti ai 4 vincitori del concorso, agli organizzatori e a tutti i volontari che hanno collaborato per la riuscita di questa manifestazione .... ottimo lavoro di squadra.
    A Fausto: un bravo per l'eccellente scatto, good!

  • Flip-Flap

    16/11/2010

    Concordo perfettamente con Sandra, anch'io devo complimentarmi con te per l'impegno dimostrato.

    Rispetto al concorso fotografico invece non sono completamente d'accordo con il verdetto della giuria, infatti penso che la foto dell'uva meritasse il secondo posto.

    Inoltre è vero non tutte le fotografie erano così visibili al pubblico.

    Ps: belle le foto della manifestazione, ti mancano però quelle di 4 loschi individui oltre la trentina a cavallo delle giostrina per bambini. Muauauauauahhh!!! :D

  • cri cri

    16/11/2010

    Caro Gigi,
    ho partecipato al Cioccoclick per la prima volta, incoraggiata da alcuni cari amici fotoamatori, tra cui te... quindi spero che le tue riflessioni sulla duplice funzione di partecipante e co-promotore siano un modo elegante di annunciare che l'anno prossimo sarai solo fotografo!!!! Sostengo, a parer mio, che non ci sia niente di male ad essere entrambe le cose.
    Sei stato premiato perchè indubbiamente il tuo scatto meritava, piu di altri... spero proprio che tutti i fotografi che hanno partecipato al concorso lo abbiano fatto con la voglia di far vedere il proprio impegno, il frutto di una passione aldilà del risultato finale. Da parte mia è un' occasione per imparare ed assimilare il più possibile dai migliori e quindi non puoi non portare le tue foto!!!
    Concordo che gli scatti non sono stati valorizzati come mi aspettavo, alcuni erano completamente al buio... speriamo che l'anno prossimo, senza il tuo aiuto (dato che farai solo il partecipante) riescano a far fronte a questi aspetti!!!!!!!! a presto...

  • Laura

    16/11/2010

    Quando una fotografia è bella per la giuria è bella anche per noi..... non c'è scusante che tenga. Gigi non farti problemi quando non esistono, i risultati erano visibili a tutti, le tue come le altre sono state di grande impatto. Complimenti a tutti i fotografi partecipanti...... High Quality

  • Fausto

    16/11/2010

    La scelta di non partecipare avvalora le tesi chi nutre dei dubbi. Personalmente l'anno scorso ero convinto di aver portato le foto migliori di conseguenza non essendo stato premiato ho subito avuto dei dubbi... poi ho iniziato a studiare a manetta... e più studiavo e riguardavo le foto della Bassoni più mi rendevo conto che non poteva che vincere lei perchè la qualità della sua opera era nettamente superiore alle altre. Perciò piano piano l'ho presa come riferimento e la cosa mi ha aiutato a crescere. Fino ad arrivare al 1° posto io che sono stato sempre un eterno secondo... Perciò invito tutti tu compreso a continuare a partecipare ed anzi invito anche altri a contribuire ad organizzare... per ragioni che non sto qui a scrivere mi sembra ovvio e palese che le votazioni siano avvenute senza conoscere l'autore delle opere. Perciò ogni opera in più sarà una vittoria in più per tutti. Le tue comprese.

  • Barbara Cavalli

    16/11/2010

    Sono d’accordo con Sandra e con Gigi nell’affermare che sia giusto scegliere tra co-promotore e partecipante della manifestazione, onde fugare eventuali dubbi su possibili “intrallazzi”.
    Mi sorge spontanea, però, una semplice domanda: è mai possibile che le scelte della nostra vita siano in qualche modo influenzate dal “malpensare” altrui? perchè non pensare che una persona è talmente appassionata di una cosa che ne organizza una manifestazione inerente con relativa partecipazione, e non certo per vincere? E perché non pensare il contrario, cioè: visto l’innato e inequivocabile talento di Gigi, non sarà che, vista la veste di co-promotore, ha convinto la giuria a dargli un buonissimo terzo posto anziché il primo? Sarà che io tendo a pensare che se ciascuno di noi fa qualcosa, lo fa secondo coscienza e una volta che uno è a posto con se stesso è a posto col mondo intero. Evidentemente non è così per tutti e, visto che ognuno misura col proprio metro, l’intrallazzo ce l’ha proprio in testa. Peccato perché queste persone vivono proprio male.
    Tornando alla gara, credo che un plauso vada a tutti i partecipanti, con un complimento particolare al vincitore. E per Gigi, non posso che rinnovargli la mia stima e un forte incoraggiamento a proseguire sulla sua strada, e come diceva Virgilio “…non ragioniam di lor, ma guarda e passa”.

  • Princy

    16/11/2010

    Concordo, non farti problemi, le tue foto sono belle e l'anno prossimo non puoi non partecipare!!
    Quest'anno c'erano molte più foto dell'anno scorso e tutte belle, speriamo continuino così negli anni, più sono meglio è....

  • katia

    16/11/2010

    Bravo Gigi bella esvasata! Come hai detto anche tu sbagliando s'impara e facendo parte dell'organizzazione di cioccolataro 2010, sento il dovere di ringraziare i partecipanti di CioccoClick gli artigiani cioccolatieri e tutte le persone che ci hanno aiutato nella realizazione di questa manifestazione. Inoltre scusarmi per alcune mancanze, credimi non era nostra intenzione dare poco risalto alle opere in corso, anzi... ancora complimenti a tutti i fotografi partecipanti che con i loro scatti hanno dato un tocco chic alla manifestazione. Il mio impegno nel riuscire a fare meglio sicuramente c'è... Ciao Katia

  • Remo Ponzini

    19/11/2010

    Con un pò di ritardo ho letto i Vs. piacevolissimi commenti ma sono rimasto allibito leggendo che ci sono stati degli individui che hanno insinuato, con una perfidia inqualificabile, che ci potessero essere degli intrallazzi nella stesura delle classifiche per il doppio ruolo di Gigi di co-organizzatore e partecipante.

    E' veramente inconcepibile che ci siano delle menti così deliranti e così malvagiamente perverse.

    Costoro, anzichè masturbarsi il loro già negletto cervello, farebbero bene a farlo nelle lori parti basse che sono deputate allo scopo.

    La strada per superare queste farneticazioni ce l'ha tracciata con limpidezza la Barbara. Queste persone vanno tranciate in tutti i sensi e, soprattutto, senza farsi minimamente condizionare.
    E' ovvio e sacrosantamente legittimo che i partecipanti aspirino ad avere un riconoscimento, peraltro simbolico, che premi la loro applicazione e passione.

    Anche Fausto ha evidenziato con ponderazione che queste meschinità vanno ignorate e bypassate. E con molta saggezza ci ha dimostrato come deve essere il giusto approccio a questa manifestazione. Ha saputo fare quella introspezione ed auto critica che gli ha permesso di migliorarsi e di vincere il concorso.

    Quindi caro Gigi vedi di procedere imperterrito e senza alcuna riserva mentale senza abbandonare il tuo doppio ruolo.
    Tu hai sempre operato per il bene del paese e tutti i bedoniesi te ne sono grati. Non badare a qualche cane sciolto; è solo pattume.

    Un caro saluto a tutti.

    Remo Ponzini

  • Gigi Cavalli

    19/11/2010

    Ho letto i vostri contributi a mio favore e volevo specificare che la scelta di sdobbiare il mio ruolo è solo una mia prerogativa... come recitava un altro famoso spot: "è meglio prevenire che curare".
    In ogni caso, le vostre parole le condivido e non sono concetti gettati al vento, anzi fanno da monito verso un mal costume, purtroppo, all'ordine del giorno. Grazie!

  • Mauro

    20/11/2010

    Complimenti a tutti (tutti!) per l'onestà intellettuale e per il coraggio di mettersi in discussione, di riflettere con intelligenza. Come presidente della giuria di Cioccoclick, composta da Gigi Battoglia, Rossana Pisi e Cecilia Tambini, posso solo dire che é stato un vero piacere avere a disposizione tante foto interessanti e sempre fatte con "cuore". Mi sono divertito, é stata un'esperienza piacevole, soprattutto per lo scambio di opinioni, spesso perfettamente convergenti, con i "colleghi" (io sono ben lontano da essere un fotografo, al limite sono un giornalista, appassionato di immagini, che cattura, con una certa incoscienza, delle immagini del mondo).
    Vista la dimensione del concorso, viste le potenzialità, la freschezza dell'iniziativa, penso che i prossimi appuntamenti dovrebbero essere organizzati in modo più attento, con più risorse: mi riferisco alle luci con cui abbiamo giudicato (io mi sono accorto della bellezza di un foto, insieme ad un altro giudice, solo dopo aver esposto le foto all'aperto!), mi riferisco ai tempi e modi per valutare le opere (un pomeriggio é poco, meglio lavorare in luce naturale, oppure in luce artificiale ottimizzata), alla possibilità di riflettere un giorno o due sulle decisioni che riguardano le foto "testa a testa". Le opere, poi, dovrebbero essere esposte in modo ottimale, per alcuni giorni. Magari, i vincitori e i menzionati, lasciarli permanentemente esposte per un anno, fino al prossimo concorso, in qualche luogo frequentato. Ovviamente, dovrebbero essere archiviate, magari esposte nelle scuole o negli uffici pubblici. Io, se mi vorranno ancora, sono sempre disposto a dare a una mano, sempre secondo le mie capacità. Di nuovo complimenti a tutti.

  • fotografo deluso

    21/11/2010

    Noto una "STRANA" analogia tra una foto vincitrice e quella di un famoso "food photographer"

    Guardare questo link per credere

    http://www.loumanna.com

  • Gigi Cavalli

    22/11/2010

    Fotografo deluso, complimenti per il colpo d'occhio, ma non credo che la fotografa abbia copiato, il tema del cioccolato è decisamente ampio e nello stesso tempo ristretto... in ogni caso sono entrambe belle fotografie anche se fondamentalmente diverse.

  • milly

    22/11/2010

    commento al fotografo deluso n. 13

    ...ciao sono andata a vedere sul sito loumann.com e ho visto la foto simile.....credimi nel mio piccolo e umile ruolo di fotoamatrice credo sia molto piu' bella la mia...e comunque nn ho assolutamente rubato l'idea, anzi e' frutto di una mini collaborazione con mia figlia nel set casalingo....
    ...grazie comunque perche sia nel bene che nel male l'importante e' che parlino delle mie foto....

    sono orgogliosa di cio che creo e scatto perche' amo la fotografia e chi me la fa amare ogni giorno...e crede in me.....

  • Remo Ponzini

    22/11/2010

    Mi ha fatto un po' sorridere l'osservazione di " fotografo sorpreso " che ha posto l'accento su quella fragola intinta nel cioccolato.

    E' la classica immagine che ammiriamo da sempre negli spot pubblicitari e nei film soft-erotici dove, le varie starlet di turno, si dilettano ad aspirarle con volutta' a beneficio di noi guardoni che vorremmo essere avvolti in quelle spirali spumeggianti ed inebrianti.
    L'altra icona rappresentativa dell'estasi carnale è il corpo levigato di una dolce fanciulla ricoperto da rivoli di cioccolato fuso che scendono sul fondo schiena o che circumnavigano intorno a seni turgidi.
    Penso che ogni fotografo, pur tra mille sfaccettature e digressioni, si sia cimentato in queste concupiscenti astrazioni.
    E questo in ogni angolo del mondo.

    Ciao a tutti.
    Remo Ponzini

  • Flo

    22/11/2010

    Anch'io ho un commento da fare al "FOTOGRAFO DELUSO" secondo il mio punto di vista le due foto che metti a confronto sono tutte e due molto belle ma DIVERSE per cui non dovresti essere deluso in fondo si e' trattato di un bellissimo concorso amatoriale ... questo e' l'importante !!! e ti diro' di piu' il prossimo anno anch'io partecipero'!!!!!!

  • Fausto

    22/11/2010

    Ah beh ma cosa credete... anch'io ho preso spunti ed idee in giro, penso che sia normale. L'arte è sempre, o quasi, contaminazione. Per questo motivo viene chiamato percorso artistico. Ci sono fasi in cui sei attratto da alcune correnti ed altre fasi in cui tu stesso generi una corrente... Non ci trovo nulla di strano, anche perchè l'argomento cioccolato è stato espresso in mille forme. Ma alla fine ogni foto ha una vita sua ed un suo perchè. Altro discorso sarebbe stato se avessero commissionato una campagna pubblicitaria e avessero detto... deve essere una cosa mai vista! Ma stiamo parlando di altri livelli di professionalità. Perciò... per quanto vale brava Milly bello scatto. Forse non originale come composizione... ma lo scatto è bello (profondità di campo, esposizione, filtro, contrasti cromatici, dinamica delle linee).

    La foto di Lou Manna è invece palesemente ritoccata e decontestualizzata. Sono totalmente scatti diversi.

    Speriamo di poter vedere ancora delle tue belle foto l'anno prossimo.
    Ciao

  • Claudio Agazzi

    22/11/2010

    Ciao
    Difficile nel 2010 produrre un soggetto originale, soprattutto se il tema è cioccolato e fragola (già utilizzato da tanti). Nella comunicazione, senso allargato dei termini pubblicità, creatività, espressione, si rischia spesso questo giudizio: il plagio. In realtà i percorsi sono sempre diversi e soprattutto in questo caso c'è un lavoro manuale di preparazione ben preciso. Anche se l'autore, autrice si fosse ispisrato a qualche cosa di già visto nulla toglie che la sua opera è unica e ben definibile.
    Tra le altre cose sono foto completamente diverse nell'uso della luce e la luce in una foto è molto, per me quasi tutto.

    Complimenti a tutti

  • milly

    23/11/2010

    grazie fausto, claudio, flo, remo e a tutti quelli a cui piace la mia foto... il giorno in cui un mio amico mi ha girato il link per il concorso avevamo come dessert fragole e nutella e dopo esserci rimpiazzati ben bene mi e' venuta l'idea di provare a fondere il cioccolato e cogliere l'attimo in cui fondeva dentro ad un pentolino e con l'aiuto di mia figlia che teneva la fragola ho provato a fare qualche scatto... con l'aiuto di una sola luce blu ho dato risalto al colore diffuso del rosso, l'obiettivo 85 f1/8 ha dato i dettagli e la profondita' necessaria per lo sfocato dietro e con un leggero flou ho reso la delicatezza... ora nn mi e' proprio venuto in mente di cercare qualche idea ma mi e' venuta naturalmente... sono un genio a questo punto...ah ah.... io uso la fantasia e cerco di applicarla alla tecnica e soprattutto quando ho un'idea sono cosi presa dal realizzarla che fremo e mi sento un tutt'uno con la mia macchina.... attenzione a tutti il prossimo anno nn manchero' e cerchero' di trovare qualcosa di originale ma nn sul web sicuramente ma nella mia fantasia...... graziiiiiieeeee!!!!

  • Fausto

    24/11/2010

    Ok Milly, ma spremiti sin da ora perchè l'anno prossimo saremo molto più agguerriti!!! Da Dicembre in avanti prepareremo qualcosa con il Valtaro Fotoclub, e magari verso la primavera ci potremmo incontrare anche con il vostro gruppo. E' stato un piacere conoscere veri appassionati come voi. Siete dei grandi. Ciao e ancora complimenti.

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 10 + 5 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com