post commenti
  • Parma Capoccia

    Finalmente ho scaricato le foto del concerto.
    Niente panama bianco e nessun pianoforte con appoggiato sopra il cappello, soltanto con l'usuale Ray Ban con 'parasudore'. Antonello Venditti sul palco si è presentato in questa veste non proprio canonica. Meglio così. Un paio di settimane fa si è esibito nel Piazzale della Pilotta a Parma. Temevo che la serata mi riservasse un clima da non augurare nemmeno al peggior nemico, invece una piacevole brezza pre-temporalesca e l'assenza di zanzare hanno reso quelle due ore ancor più piacevoli.
    Eh sì, me le sono cantate proprio tutte, dalla prima all'ultima. Peccato per i soliti spot di sinistra tirati in ballo negli intermezzi, quelle parole, aldilà dell'idea politica, c'entravano come i 'cavoli a merenda'.
    Ascoltare certe canzoni dal vivo sembra di riviverle come se il tempo non fosse passato, un pò come se le emozioni vissute risorgessero nuovamente tra quelle note. Ho rivisto quell'estate passata a Tomba, quella con il braccialetto d'argento da regalare a colei, nata 'Sotto il segno dei Pesci', che nemmeno sapeva di essere la mia amata; i pomeriggi in camera di Alain ad ascoltare Roma Capoccia e le altre canzoni di 'Theorius Campus'; l'acquisto nel negozio di 'Bagnetta' dell'LP 'Buona Domenica', oppure a valutare il nuovo album 'Sotto la pioggia', disteso sul letto del fratello di Sgudi... quanto tempo è passato.
    Una bella serata, proprio vissuta 'dalla pelle al cuore'.
    Grazie Gigi 'Grisù' e grazie Michela che mi ci avete portato.

0 Commenti

 

Commenta

Accetto Non accetto
Scrivi la somma e invia: 2 + 1 =
Resta aggiornato


Cancellazione POST

Se desideri cancellare e gestire i tuoi post clicca qui ed accedi alla tua area riservata.
Se non utilizzi piu' la mail con cui hai scritto il post che vuoi eliminare contattaci e cercheremo di aiutarti: esvaso@gmail.com